Londra e dintorni con la famiglia

Una settimana a zonzo per la capitale con i bambini al seguito: dal Tower Bridge a Buckingham Palace, passando per il Castello di Windsor e il British Museum

  • di Kastamat
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

30/5 Giorno 2 – 21mila passi

Si parte, prima vera giornata londinese. Il tempo è così così, ma almeno non piove. Iniziamo subito dirigendoci al chiosco del London Pass per acquistare il nostro biglietto di 3 giorni. Acquistato il pass andiamo in metropolitana verso la Torre di Londra visto che le guide consigliano di riservarsi un paio d’ore per la visita. Con il pass si fa una coda alternativa, ma al mattino presto l’accesso non è così rallentato. La fortezza è imponente, impossibile non scattare decine e decine di foto panoramiche, ai leggendari corvi, con i Beefeater e via dicendo. Visitiamo ovviamente la mostra dei Gioielli della Corona e rinunciamo alle sale delle armi e delle armature.

Usciamo e andiamo quindi al Tower Bridge, visita sempre inclusa nel London Pass. Bello, ma niente di entusiasmante, personalmente preferisco averlo impresso nelle foto, la visita non ne vale la pena. Al termine della visita attraversiamo il Tamigi e andiamo sempre a piedi verso lo Shard, il grattacielo in vetro con vista panoramica (London Pass, oppure 30£). Bella vista sicuramente, peccato per la foschia, ma sono contento di esserci andato. Ovviamente per chi vuole si può sorseggiare qualcosa nello sky bar a prezzi poco competitivi. Riattraversiamo il Tamigi per andare a vedere il “The Monument” nella City. Con il London Pass è gratuito, diversamente sarebbero 5£. Saliti e scesi tutti i suoi 311 scalini (ovviamente solo io, non i bambini) e dopo aver visto tutti i santi soprattutto in salita si tira un po’ il fiato con una bella passeggiata sulla banchina del Tamigi fino a raggiungere il London Bridge per saltare per l’ennesima volta dall’altra sponda del Tamigi percorrendo il Millenium Bridge. Camminando nella zona del South Bank scorgiamo una piccola piazzetta con un mercatino e alcuni locali che vi si affacciano così decidiamo di fare una sosta per un aperitivo. Attraversiamo a piedi il quartiere di Waterloo, abbastanza bruttino a dire la verità, fino alla Waterloo Station dove prendiamo la metropolitana in direzione Piccadilly Circus. Questa sera ceniamo in un locale a Chinatown più per necessità che per altro, visto che il locale è veramente pessimo. Sperando in una digestione clemente torniamo in albergo per il meritato riposo.

31/5 Giorno 3 – 19MILA PASSI

Anche oggi abbiamo intenzione di sfruttare il London Pass quindi scegliamo di partire dall’albergo direttamente con il tour BigBusTour (gratis con il pass, 34£ circa senza pass). Con la linea Green passiamo davanti al British Museum, alla stazione di St Pancras, seguendo il percorso ci facciamo portare fino alla St Paul Cathedral (accesso con London Pass). Veramente bella anche per chi come noi di arte o architettura non ci capisce molto.

Terminata la visita della Cattedrale senza fare però l’ascesa alla cupola, facciamo un breve giro per il quartiere per poi tornare alla fermata del bus a prendere questa volta la linea Red. Con la Red facciamo effettivamente un ripasso della giornata precedente passando per la Torre di Londra, Tower Bridge, London Bridge, Waterloo ecc, scegliamo quindi di scendere alla fermata di Westminster per fare un po’ di foto al palazzo del Parlamento di Westminster e per visitare la famosissima Westminster Abbey. Peccato soltanto che il monumento simbolo di Londra, il mitico BigBen, sia in ristrutturazione e pertanto è circondato da impalcature e da teloni che ne impediscono la visione. Questo ci fornisce una buona scusa per tornare a Londra fra qualche anno, chissà

  • 2719 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social