Viaggio di gruppo a Londra

Ponte dell'Immacolata nella capitale inglese

  • di inviaggioconimiei
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 10
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quest'anno per il nostro ormai tradizionale viaggio prenatalizio abbiamo scelto come destinazione Londra e come avrete capito dal titolo dell'articolo, al trio di Inviaggioconimiei, si sono aggregati degli amici: Agnese, Roberta e Stefano Pense, Giada, Matteo, Mirna, e Stefano Bimbi. In gruppo ci si diverte sicuramente di più, anche se c'è tanta confusione! Siamo partiti la sera del sette dicembre - dopo una giornata di lavoro o di scuola - con un volo Easy Jet da Milano Malpensa e siamo arrivati a Londra molto tardi. Eravamo stanchissimi e non vedevamo l'ora di entrare nella nostra camera, all' Holiday Inn Earl's Court, per riposarci. Arrivando molto tardi avevamo prenotato un transfer privato: ci aspettavamo un minivan, invece il nostro gruppo è stato diviso in due taxi diversi e mentre alcuni sono arrivati in poco meno di un'ora da Luton all'albergo, gli altri hanno girato mezza Londra, perché il taxista non trovava la strada! Cominciamo bene!

Il primo giorno siamo partiti dall'albergo e siamo arrivati in metropolitana fino alla stazione di Victoria, da qui abbiamo preso il bus turistico hop on hop off, che noi adoriamo, e abbiamo passato tutta la mattinata in giro per Londra, facendo una panoramica di quello che avremmo voluto visitare! Dopo un pranzo al volo in un chioschetto a Victoria Station abbiamo passeggiato per le vie del centro: Oxford Street, Piccadilly Circus, Regent Street, dove il gruppo si è diviso: uomini alla Apple, noi da Hamleys: il negozio di giocattoli più grande d'Europa, sette piani di puro divertimento! Poi ci siamo diretti verso Carnaby Street, una delle strade più famose di Londra, dove abbiamo ammirato le luminarie con scritte colorate che decoravano Carnaby e le strade circostanti e abbiamo cenato da "Mother Mash" con tipiche pie e purè di patate, consigliatissimo. Stanchi ma soddisfatti siamo rientrati in hotel per la notte.

La mattina seguente, dopo colazione, e dopo esserci persi e ritrovati perché qualcuno del gruppo non è riuscito a salire sulla metropolitana - affollatissima - abbiamo fatto il giro in battello che era compreso nel biglietto del bus "The Original Tour". Il battello è partito dal Tower Bridge ed è arrivato di fronte al Big Ben, poi abbiamo passeggiato tra Westminster e Whitehall e abbiamo pranzato da Pret à Manger. Nel pomeriggio il gruppo si è diviso: io, mamma, papà, Stefano, Giada e Mirna siamo stati al museo della storia di Londra, che ripercorre tutta la storia da "prima di Londra" ai giorni nostri; la mia parte preferita è stata quella dedicata all'era dei punk a Londra, ma anche il grande incendio del 1666 è documentato molto bene. Il resto del gruppo ha preferito visitare il British Museum e l'ha trovato molto interessante. Penso che entrambi valgano una visita; tra l'altro i musei di Londra sono gratuiti! Abbiamo ricompattato il gruppo per cenare a Camden Town, da "Poppies", che si merita il titolo di miglior fish and chips di tutta Londra! Camden Town all'epoca dei punk dev'essere stata davvero suggestiva, ma anche adesso, seppur molto turistica, rimane particolare e affascinante.

Il terzo giorno mamma e papà ed io siamo stati in gita a Stonehenge. Siamo partiti con il treno dalla stazione di Waterloo e, dopo un'ora di viaggio passata ad ammirare il fantastico paesaggio della campagna inglese, siamo arrivati a Salisbury. Qui abbiamo preso un bus turistico che ci ha portati fino al sito di Stonehenge e Old Sarum. La visita è stata emozionante, ma allo stesso tempo molto interessante, grazie all'audioguida in italiano che ci è stata fornita all'arrivo nel centro informazioni. Siamo poi tornati a Salisbury, dove abbiamo pranzato e visitato la splendida cattedrale che ospita una delle quattro pergamene originali ancora esistenti della la Magna Charta. Siamo rientrati a Londra nel pomeriggio e abbiamo fatto ancora un giro nelle strade del centro, abbiamo bevuto una cioccolata calda e deciso di andare a mangiare a Notting Hill in un ristorante persiano che consiglio vivamente: Alounak. La mamma lo aveva provato con alcuni colleghi italiani che vivono a Londra ed era davvero curiosa di farlo provare anche a noi: aveva ragione! Il pane azzimo cotto nel forno a legna che si trova al centro del locale e servito con salsine varie e il riso con pollo allo zafferano erano squisiti, così come il the alla menta servito a fine pasto al posto del caffè! Dopo cena siamo tornati al nostro albergo vicino a Kensington

  • 4179 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social