Londra in 24 ore? Yes, it's possible

Toccata e fuga nella capitale inglese tra shopping e cultura

  • di valenopasanada
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

24h di shopping a Londra con le amiche? Sì, si può fare! Un po’ stancante forse, ma molto divertente! Ecco il mio diario di viaggio per una toccata e fuga nella capitale inglese

Londra è una città incredibile: una capitale viva come poche, piena di eventi e tradizioni. Quello che mi è sempre piaciuto di Londra è che ha quartieri molto diversi: da una fermata all’altra della metropolitana, sembra di essere in un’altra città, da Soho a Notthing Hill. E’ la stessa caratteristica di Parigi: due capitali europee eccezionali.

Sono stata varie volte a Londra e ogni volta mi è sembrato di vedere una città nuova, seppur i suoi classici punti di riferimento, caotica, ma anche tranquilla nei parchi e nelle vie dei quartieri residenziali. Ciò che si può visitare a Londra riempie davvero un lungo elenco, tuttavia i miei luoghi preferiti sono la National Gallery, il Tower Bridge, Notthing Hill e il quartiere di Soho. Quello che vorrei raccontarvi qui oggi è un’idea bizzarra già realizzata un paio di volte: Londra in 24 ore, oh yes! 24 ore di puro shopping, foto e cena al ristorante. Ecco qui il mio diario di viaggio nella capitale inglese:

Dunque 24 ore in giro per Londra: sembra strano, forse stancante, ma è molto divertente! Unica condizione: partire con un bagaglio a mano vuoto! Ci sono voli low-cost che partono dall’Italia al mattino presto per poi rientrare il mattino seguente. Generalmente quest voli di Ryanair atterrano a London Stansted, a nord-est della città. Qui con i bus navetta in circa un’ora e mezza arriverete nella centrale Victoria Station. Se a Londra non avete amici per appoggiarvi, e lasciare la vostra valigia, qui in stazione ci sono i depositi bagagli.

Liberata dalla valigia prendo la metro: linea rossa con fermata Oxford Circus. Arrivo nel cuore della città pronta per muovermi, sono circa le 10:00 di mattina: il volo parte alle ore 06:00 dall’Italia e questo permette avere l’intera giornata a disposizione. In tutti i casi la giornata è iniziata davvero presto quindi prima di muovermi mi serve sempre una seconda

Colazione: nelle pasticcerie londinesi trovo squisiti i muffin, così soffici, i miei preferiti sono quelli ai frutti di bosco.

che il bello abbia inizio!

Come zone mi muovo tra High Street e Oxford Street: qui si alternano i grandi marchi alle catene, ma non solo, incrociando Regent Street e proseguendo verso sud ci si imbatte poi nella pittoresca Carnaby Street. E’ una via colorata, piena di negozietti e resa viva tra il via vai di persone e da tutte quelle sedute nei tavoli dei bar all’aperto. Proseguendo per questa strada si arriva al famoso Piccadilly Circus: l’incrocio più famoso di Londra. Alcune volte vado anche a Covent Garden e nei suoi dintorni. Trovo oggetti e capi di abbigliamento originali nel loro genere, ma soprattutto ampia scelta sia di stili che di prezzi.

Non solo shopping…

In queste occasioni, che se sono fatte con amiche sono piene di risate tra un camerino e l’altro, cerco sempre di ritagliarmi del tempo per fare una sosta nei miei luoghi preferiti della città: il Tower Bridge, famoso ponte con le due torri sopra il Tamigi, che per me rappresenta tutta la forza e l’eleganza dell’Inghilterra.

Nel mio elenco c’è anche il quartiere di Nothing Hill, famoso per le sue case colorate, una diversa dall’altra. Nelle giornate di sole passeggiare qui mi mette sempre molta allegria, sarà che per decine di volte ho visto l’omonimo film con Julia Roberts e Hugh Grant, mi pare forse di rivedere alcune scene e di riconoscere la famosa porta blu dell’appartamento di lui! Scendendo con la metro a Notthing Hill Gate si arriva a questo famosissimo mercatino, dove si trova di tutto, dalla frutta agli oggetti di antiquariato, ma quando le bancarelle non ci sono è molto bello anche semplicemente passeggiare o magari sfogliare le pagine di un libro in libreria o sorseggiare un buon thè… Ho decisamente visto quel film troppe volte! Nel mese di agosto qui si festeggia il carnevale: colorato ed eccentrico!

Mi piace molto anche passare per il British Museum: in passato varie volte ho visitato il museo con tutta calma, ma se mi trovo qui in queste giornate da toccata e fuga mi trattengo nella sala finale dove ci sono i Café e i Book shop: mi piace moltissimo l’architettura bianca e lineare di quella parte di museo, il soffitto crea un gioco di linee ad effetto onda che mi lascia sempre con il naso all’insù. Ultimamente mi è capitato anche di scendere alla fermata della metro di King’s Cross e oltre alla sua storica facciata laterale con l’orologio merita una visita sia perchè l’interno ha un’architettura sorprendente sia perché è qui che c’è il binario 9 e 3/4 di Harry Potter per Hogwarts! Dopo averne letto la saga non ho resistito e anche io sono stata a vedere il carrello di Harry pieno di valige che cerca di passare attraverso il muro!

A Londra durante la giornata mangio spesso Street Food: piccole pietanze appetitose, ma al volo per non trattenermi troppo in un locale. Se la giornata lo permette prendo il cibo e mangio ad Hyde Park: non troppo lontano dalle zone in cui mi muovo per lo shopping, ed è un parco piacevole per passeggiarci e ci sono anche alcuni memoriali, quello di Lady Diana, ma anche quello di Peter Pan, il famoso ragazzo che non voleva crescere mai

  • 2047 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social