A Londra con bambini al seguito

Weekend in Inghilterra nel periodo natalizio

  • di greta020106
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 12
    Spesa: Fino a 500 euro
 

A Londra col virus, un weekend tra gioie e dolori… di pancia

Quando decidemmo di portare le bimbe a Londra per il pre-porte dell‘Immacolata a tutto pensavamo, tranne di dovere condividere il viaggio con un simpatico virus gastro-intestinale che ci ha fatto compagnia a quasi tutti i partecipanti al viaggio. Ma andiamo con ordine.

Partiamo in 12, 3 famiglie con 2 bambine ciascuna… un gineceo praticamente.

3/12 sabato

Il volo Ryan Air da Roma Ciampino a Londra Standed è puntuale e senza intoppi. A Standed invece abbiamo la prima sorpresa. I treni per il centro di Londra non viaggiano i week end e siamo costretti a prendere l’autobus che ci porto in città in circa 2 ore, invece dei 45 minuti del treno! A Liverpool Station facciamo la Oyster Card, una delle carta dei servizi pubblici caricandola con 25 pounds (pochi) e dopo un frugale pranzo al Mc Donald della stazione ci dirigiamo verso il nostro Hotel a Putney Bridge (zona Fulham) . Alloggiamo al Primiere Inn Putney Bridge, un buon hotel ad prezzo più che accettabile, con fermate della tube a pochi metri. Abbiamo acquistato anche la colazione che si rivela ottima e abbondate (banane comprese…)

Lasciamo i bagagli iniziamo la nostra avventura londinese… prima tappa Trafalgar Square! E’ già notte ma la piazza è comunque fantastica (e ci torneremo ben 3 volte)

Facciamo subito molte foto, con le bimbe che si arrampicano suoi leoni della base della colonna di Nelson. Poi raggiungiamo Piccadilly Circus con le sue insegni luminose, e proseguiamo per Regent Street, la strada dei negozi più in di Londra, tutta illuminata per il Natale. Entriamo nel negozio di giocattoli più grande al mondo, Hamley’s, 8 piani di giochi e intrattenimenti, dove per miracolo ai bimbi passa di colpo la stanchezza…

All’uscita del negozio, abbiamo le prime avvisaglie del virus, Brenda infatti inizia a non sentirsi bene.. Arriviamo a Carnaby Street , via molto di moda negli anni ‘70, anche questa molto colorata e piena di luci, e iniziamo l’impresa di cercare un posto dove mangiare. Non sarà facile, e dopo avere provato in diversi locali, troviamo posto in un Pret a Manger ( e alle 21,30 ci va più che bene..) Rifocillati, torniamo verso l’hotel, anche perché abbastanza stanchi..

4/12: Domenica

L’indomani mattina domenica andiamo ad assistere alla messa ad Westminister Abbey, poichè oltre ad essere molto suggestiva, ci permette di entrare nella abbazia senza pagare l’ingresso. All’uscita della metro, facciamo in nostro primo incontro con il Big Ben, l’orologio della torre della House of Parlament, che da solo vale il viaggio… E’ imponente, dorato e ricco di dettagli, con lo sfondo del cielo azzurro di Londra ( si perché c’era anche il sole..) .

L’abbazia di Westminister è un gioiello di arte gotica, che osserviamo con il naso all’insù. Peccato solo non poterci muovere durante la cerimonia.

Terminata la cerimonia, ci dirigiamo verso Hyde Park per poi passare nei Kensington Gardens . Qui vediamo la statua di Peter Pan e il Serpetine, il lago che divide i 2 parchi, pieno di cigni e di altri uccelli. Qui ci raggiunge Matteo, un vecchio amico di Stefania che ci farà compagnia e guida per tutta la giornata

  • 10326 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social