Londra forever

Una città fantastica capace di ricaricarti con la sua energia: da vedere, da vivere, da amare

  • di girovaga54
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Pur avendo viaggiato parecchio in Europa, non ci sembrava mai il momento di andare a Londra: non che non ci interessasse, anzi, ma una città così grande e ricca di mille attrazioni, meritava di avere le idee chiare prima di affrontarla.

Nostro figlio Dario, tre anni fa ha lavorato per qualche mese a Londra e desiderava da tempo accompagnarci in quei posti che gli sono rimasti nel cuore: perciò, quest’anno, a seguito del verificarsi di una serie di circostanze, abbiamo prenotato una settimana nella capitale britannica. Siamo in sei, noi genitori, Dario e Riccardo, nonché una coppia di amici carissimi, Lucia e Gianni, che da tempo volevano recarsi a Londra.

Tutti siamo consci che sarà un assaggio di questa fantastica città, una città che non dorme mai, e quindi studiamo un programma che ci permetta di conoscere i suoi principali monumenti, con qualche digressione fuori dei comuni circuiti turistici, con la consapevolezza che bisognerà ritornare al più presto per “vivere la città”, sapendo a questo punto quanto meno come orientarsi.

In effetti, il nostro programma ha funzionato a meraviglia e quindi, contrariamente al solito, non vorrei fare un vero e proprio diario descrivendo i monumenti visitati (questi non hanno bisogno di presentazione), quanto rendervi partecipi delle nostre esperienze, se queste possono essere utili come consigli per pianificare i vostri spostamenti ottimizzando i tempi.

Innanzitutto l’alloggio

Trovare una sistemazione a Londra, si sa, non è cosa semplice: gli hotel delle maggiori catene hanno costi elevati e quelli più modesti presentano pecche soprattutto nella pulizia. Finalmente la scelta cade su un B&B, The Lilac Door (www.lilacdoor.co.uk), tipica casa georgiana a West Dulwich, un elegante sobborgo a sud est del centro di Londra, che risulterà molto confortevole, bagni nuovi e ottima colazione, gestito dalla simpatica Jane (la casa si compone di tre camere matrimoniali, che noi abbiamo completamente occupato). Il costo è stato di £ 700 a camera per sette notti (poco più di € 800,00). Non lasciatevi scoraggiare dalla posizione, che apparentemente può sembrare disagiata, perché Dulwich è servito dall’efficiente National Rail (treni della Southeastern line) che hanno una frequenza di quindici minuti e collegano la piccola stazione di West Dulwich a Victoria Station in dodici minuti. Puntualità assoluta, servizio super. Molti Londinesi, oggi, scelgono di vivere lontano dal caos della città.

L’abbonamento ai mezzi pubblici

Gli spostamenti in città e fuori, anche questo si sa, sono di una efficienza insuperabile, undici linee di metro (la famosa Tube), la DLR (treni suburbani che vanno in tutte le direzioni), la Overground (una specie di metro di superficie che collega zone periferiche), tanto che all’inizio si è molto disorientati, finché non si prende l’abitudine agli incroci delle varie linee di metro che in poco tempo e con una frequenza di due-tre minuti tra un passaggio e l’altro vi portano dappertutto. Tutto questo, però, ha un costo e non indifferente. Il singolo biglietto della metro costa mediamente £ 2,50, a seconda della tratta, della zona e della fascia oraria, per cui è indispensabile dotarsi di un abbonamento. Ce ne sono di diverse tipologie, da scegliere in base alla durata della permanenza in città o alla dislocazione di quello che visiterete, tutte ben dettagliate sul sito di “Transport for London”. Noi abbiamo optato per la Oyster Card ricaricabile che coprisse non solo le zone 1 e 2 della città (quelle centrali e maggiormente battute dai turisti), ma fino alla zona 6, dovendo prendere il treno due volte al giorno e in previsione di spostamenti anche in località più distanti. Abbiamo iniziato con una Oyster del valore di £ 40, più volte ricaricata fino a spendere intorno alle £ 70 a testa. Ma abbiamo preso metro e quant’altro un numero imprecisato di volte, per cui non ci possiamo lamentare della spesa

  • 8375 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social