Spettacolare Scozia Selvaggia

Viaggio nella Scozia selvaggia Ciao, sono Laura, abito nel biellese e racconto, con l’aiuto di mio marito, il viaggio effettuato insieme in Scozia da 5 al 14 agosto 2005 …. Preparazione del viaggio:  visitato molti siti su internet e ...

  • di specy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Viaggio nella Scozia selvaggia Ciao, sono Laura, abito nel biellese e racconto, con l’aiuto di mio marito, il viaggio effettuato insieme in Scozia da 5 al 14 agosto 2005 ...

Preparazione del viaggio:  visitato molti siti su internet e on line abbiamo prenotato l’aereo della Ryanair e pagato con una carta di credito prepagata  letto i consigli dei “turisti per caso” che ci sono tornati utili  acquistato una guida della Lonely planet che ci è stata di grande aiuto e una cartina stradale della Scozia  acquistato una cerata (tipo pescatori) su consiglio di un amico che è già stato in Scozia e ci ha assicurato che se si capita in giorni piovosi non basta il giubbotto impermeabile normale...  decidiamo ( anzi propongo e lui accetta per accontentarmi!) di non prenotare stanze, ma di andare così, all’avventura; tanto ho letto che la Scozia è lo Stato europeo con il più alto numero di B&B 5 agosto partenza da Bergamo – Orio al Serio con una volo della Rayanair per Prestwick.

Abbiamo scoperto che dalla stazione Centrale di Milano ci sono comodi bus navetta che al prezzo di 6 euro ( andata e ritorno) accompagnano i viaggiatori fino all’aeroporto di Bergamo.

Affittatiamo un’auto da AVIS e decidiamo di pagare l’assicurazione aggiuntiva per la riduzione della franchigia. ( non ci siamo trovati molto bene e poi diremo il perché).

Accidenti che scomoda la guida a sinistra... Decidiamo che mio marito guida e io cambio le marce, così ci sembra vada meglio.

Non riuscivamo a trovare un B&B libero; l’unico che ci hanno proposto era una camera con letto a castello a 18 sterline a persona con il bagno in comune... Aiutooooooooo ci è venuta voglia di tornare subito a casa!!! Non capivamo molto la lingua, non trovavamo da dormire, eravamo stanchissimi.... Ma dove sono andati a finire tutti i B&B scozzesi????? Veramente qualcuno lo abbiamo trovato, ma tutti “no vacancy”.

Decidiamo di andare a cenare sul mare per tirarci su il morale, ma prima occorreva trovare una sistemazione per la notte... Finalmente vediamo l’insegna di un hotel... Una camera libera: evvivaaaaaaaaaaaa Pernottamento al Lynhurst Hotel a Johnstone- camera matrimoniale e prima colazione a 80 £/a notte. Camera molto carina e spaziosa, letto a baldacchino, bagno in camera con doccia e vasca: lo consigliamo Non abbiamo mai più speso tanto così, ma non abbiamo nemmeno più dormito in hotel, solo in B&B.

Ecco l’indirizzo: Lynhurst Hotel PARK ROAD JHONSTONE PAS 8LS 01505 324331 Email: enquiries@ynnhurst.Co.Uk Website: http://www.Lynnhurst.Co.Uk/hotel.Htm Il mio compito era quello della navigatrice e quindi cartina alla mano dovevo prendere decisioni difficili, come scegliere una cittadina per la cena.

Scelgo Greenock, sul mare. E’ una cittadina piacevole e per sentirci più a casa scegliamo un ristorante con un nome italiano: “da Aldo’s”.

Il proprietario è Raffaele, un sardo molto simpatico che ci ha dato consigli appropriati in italiano e ci ha servito una buona cenetta non cara.

6 agosto saliamo verso la Scozia del nord attraverso le cittadine di: Dunharton – Loch lomond - Crianlarig – invererai – Oban tutti posti bellissimi e lungo la strada abbiamo iniziato a goderci i panorama che la Scozia sa offrire, (ma non era ancora niente in confronto a quello che avremmo visto nei giorni successivi); DA Fort William si può vedere il Ben Nevis, il monte più alto di tutta l’inghilterra A Invrgarry abbiamo trovato un B&B delizioso, l’abbiamo scelto per il suo giardino curatissimo e fioritissimo ( il superlativo è d’obbligo!). Non avevamo mai visto niente del genere: ogni angolo era fiorito con gusto e curato in ogni particolare. Abbiamo prenotato per 2 notti al prezzo di 18 £ ( i prezzi si intendono sempre a notte e a persona inclusa la prima colazione). Non c’è il bagno in camera, ma è molto vicino e in comune con una sola altra stanza. Noi eravamo nella mansarda e la stanza sembrava quella delle bambole tanto era rosa, linda e con decorazioni, compresi letto e tende, ... manco a dirlo floreali. La padrona di casa è una signora gentile che ci ha anche servito il mattino seguente una ottima prima colazione tipica scozzese a base di uova, prosciutto cotto spesso passato in padella, 2 salsicciotti, funghi e pomodori

  • 1040 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social