Scozia: le città e l'ambiente

22 agosto 2005. Partiamo alle 11,05 da Pisa con la mitica Ryan Air (costo biglietto a persona 90 euro a/r) per Glasgow Prestwick. All'Aeroporto scozzese troviamo subito un comodo autobus (proprio di fronte all'uscita) per il centro di Glasgow distante ...

  • di diniantonio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

22 agosto 2005. Partiamo alle 11,05 da Pisa con la mitica Ryan Air (costo biglietto a persona 90 euro a/r) per Glasgow Prestwick.

All'Aeroporto scozzese troviamo subito un comodo autobus (proprio di fronte all'uscita) per il centro di Glasgow distante 32 miglia (eh si, da adesso si ragiona in miglia e...In sterline. Ne spendiamo subito 6 a testa per il biglietto). C'è un bel sole e fa caldo...Strano! A Glasgow andiamo al nostro alloggio (la McLain Guest house), prenotato tramite il sito Ryan Air. Stanza spartana, ma pulita ed economica (40 sterline).

Approfittando del caldo (maniche corte) ci tuffiamo subito in Glasgow City. Da non perdere le vie commerciali (e non solo) di Queen Street, Buchanan Street e George Street. Bella anche la piazza principale (George Square), ma la cosa migliore è senza dubbio la cattedrale che vale la passeggiata di 15 minuti. Suggestivo il giardino pieno di tombe antiche (un classico qui in Scozia). Noi abbiamo visto solo questo (più le gigantesche gallerie commerciali veramente impressionanti per la vastitaà di scelta e offerta, ma i prezzi sono proibitivi quasi per tutto). Per la cena imbarazzo della scelta e non fatevi mancare il salmone.

23 agosto. Da Glasgow partiamo in treno dalla Queen Street Station in direzione di Edimburgo (8 sterline il biglietto single way). 50 minuti di viaggio, naturalmente in perfetto orario. Edimburgo è bellissima, io e Agnese rimaniamo affascinati. Dopo aver posato le valigie al nostro B&B (Bell's House in Moat Place, 18 - lo consigliamo per pulizia, gentilezza e ottime colazioni, sia scottish che "normali"), prenotato grazie ad un amico, percorriamo più volte Princes Street ricca di negozi e di splendidi panorami della città storica che la affianca per tutto il tragitto. Oltre al monumento a Scott, sono da vedere i giardini dove spesso di esibiscono suonatori di cornamusa. Il tempo è cambiato, l'aria è fresca, c'è vento e ogni tanto piove (solo nella mattinata, nel pomeriggio non pioverà mai). Da Princess Street saliamo sul Royal Mile e qui rimaniamo senza parole. La città è bellissima ed il clima del Fringe Festival la rende unica. Decine di artisti di strada si esibiscono ovunque e gli spettacoli sono davvero divertenti. Non ci accorgiamo neppure che sarebbe ora di pranzo, ma grazie all'abbondante colazione è sufficiente un cappuccino "grande" da Starbucks.

Il Royal Mile è tutto da vedere. Arriviamo fino al Castello di Holyroodhouse, residenza dei reali britannici quando sono in visita da queste parti. Dalla parte opposta del "Miglio" il Castello di Edimburgo. Forse non proprio a caso, di fronte alla residenza reale sorge il nuovo parlamento scozzese, bizzaria dell'architetto Miralles.

Il Royal Mile va vissuto, specie in agosto durante il Festival, pieno di gente proveniente da tutto il mondo. Acquisti: noi prendiamo due sciarpe in tartan e due di cachemire ad ottimi prezzi.

Le ore volano, per cena ci rifugiamo in un simpatico pub sempre sul Royal Mile. Intanto al Castello sta per iniziare la parata del Military Tattoo, ma i biglietti sono esauriti da mesi.

Con la visione del castello illuminato rientriamo stanchi al nostro B&B distante meno di 10 minuti in bus (biglietto un pò caro: 1 pound a corsa. Ma in Scozia è come se un euro fosse uguale ad una sterlina).

24 agosto. Ci alziamo con un gran sole. Ma non facciamo in tempo ad arrivare al Castello (cosnigliamo di visitarlo prima possibile, i turisti arrivano dopo le 11) che già piove. Nell'arco della mattinata sperimenteremo il clima scozzese con pioggia e sole che si alterneranno più volte, ma nel pomeriggio non pioverà mai). La visita al Castello è fantastica, dico solo che ci siamo stati 4 ore e mezzo. Ci sono tante cose da vedere e almeno 4 musei da visitare, è uno spettacolo continuo, scatto 2 rullini di fotografie in poche ore. Interessante anche l'esibizione di due "highlander" che spiegano anche come è nato il kilt. Visitato il Castello, ci aspetta un cappuccino da Starbucks e, dopo aver visto un paio di spettacoli lungo il Royal Mile, ci avventuriamo nella Old Town. Molto suggestivo il parco della Greyfriars Kirk e bellissimi tutti i vicoli della città vecchia in pietra. Rinunciamo a Calton Hill (troppo distante a piedi) e ceniamo in GrassMarket, vivace via posta proprio sotto il Castello

  • 474 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social