Londra da scoprire

Girare Londra quasi tutta a piedi visitando posti alternativi

  • di battistelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Decido di partire da solo per andare a trovare il mio amico Checco che lavora in Inghilterra da cinque anni, per la precisione quattro a Cambridge ed uno a Londra.

Visto che è la mia seconda volta nella capitale inglese e nella mia prima vacanza avevo girato per tre giorni solo i posti e monumenti più turistici, decido questa volta di fare itinerari ed esperienze un po' alternative.

In questo racconto voglio raccontarvi le mie esperienze e darvi qualche consiglio su come comportarvi e posti da visitare, sperando di darvi qualche spunto interessante per la vostra vacanza.

09/04/2015

Arrivo all'aeroporto di Stansted con il volo Ancona-Londra della Ryanair, appena sceso dall'aereo vado direttamente a prendere il pullman della Terravision che avevo prenotato sul loro sito prima di partire spendendo 15£ andata/ritorno da stansted a London Victoria dove c'è la stazione dei treni in 1h20m, oppure volendo si può fare il biglietto fino a Liverpool Street e si spende 2£ in meno e si arriva mezz'ora prima, quindi dipende da voi in quale parte della città volete che vi lasci.

Arrivo a London Victoria alle 14:50 e dovrò aspettare fino alle sei che il mio amico Checco stacchi di lavorare quindi decido di impiegare queste tre ore per farmi una bellissima passeggiata lungo il Tamigi per visitare molti dei monumenti più noti di Londra, per comodità lascio in custodia il mio bagaglio a victoria coach station dove c'è un deposito bagagli al costo di 4£ per tre ore.

Lasciato il bagaglio prendo e parto per la mezza maratona che sto per fare. Prendo la victoria street e dopo un po' sulla destra incontro la Westminster Cathedral una chiesa dai mattoni di color bianco e rosso in stile neoromanico con cupole orientaleggianti. Continuando sempre dritto su victoria street si arriva davanti alla favolosa Westminster Abbey dichiarata patrimonio dell'unesco. Sarebbe stato bello visitare l'interno, ma per il poco tempo che avevo decido di andare avanti e vedere in ordine prima il famosissimo Big Ben. Poi attraversando il Westminster Bridge si arriva sotto la London eye, la ruota panoramica. Poi girando a sinistra inizia la mia lunga passeggiata lungo il Tamigi chiamata anche “the queen's walk”. Passeggiando qui si incontrano numerosi artisti di strada che ballano, cantano, fanno le statue, il limbo, giochi di magia, fanno di tutto ed è bello anche fermarsi a guardare i loro spettacoli per qualche minuto. Poco più avanti sulla destra si trova lo skate park dove i ragazzi fanno belle acrobazie con le loro tavole. Andando sempre avanti si arriva al Tate Modern Museum il museo d'arte moderna più visitato al mondo che si trova dentro una vecchia centrale termoelettrica. L'ho già visitato nella mia prima vacanza a Londra ma siccome cambiano spesso le loro sculture voglio rivisitarlo ma per mancanza di tempo decido di posticipare la visita a sabato mattina.

Proprio alla sinistra del museo si trova il Millenium Bridge che a me fa impazzire per la sua linea moderna e sottile. E poi da qui c'è una vista fantastica della cattedrale di St Paul's. Poco dopo c'è lo Shakespear's Globe Theater, una ricostruzione dell'originale teatro purtroppo bruciato nel 1613. Poi c'è il ponte Sauthwark Bridge che non è niente di particolare. Proseguendo lungo la riva sono arrivato al Winchester Palace o meglio quello che ne rimane, sono delle imponenti rovine dell'antico palazzo del vescovo di Winchester anche esso distrutto da un incendio nel 1814.

Superate le rovine mi sono imbattuto in un bel veliero antico, il “Golden Hinde II”, una ricostruzione della nave che fu di Drake, un famoso corsaro a soldo della regina

  • 15508 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social