A Londra, nel regno della Regina

Dall'imprevedibile capitale inglese alla placida Windsor per scoprire i luoghi della monarchia più famosa al mondo; poi il bello del girovagare a piedi tra piazze, giardini, pub, negozi di lusso e musei a ingresso gratuito dell'eccentrica capitale

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

'Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita, perché a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire', così descriveva la capitale britannica il noto poeta e scrittore inglese Samuel Johnson già nel 1700 e chissà come la definirebbe oggi se solo potesse vedere la baraonda di Piccadilly Circus all'ora di punta. Probabilmente sgranerebbe gli occhi davanti alle insegne luminose dalle geroglifiche scritte Coca-cola o Macdonald's e si gratterebbe la parrucca osservando, con fare interrogativo, i moderni autobus rossi a due piani chiedendosi dove siano finite le carrozze. Niente paura Sir Johnson perché nel vicino viale 'The Mall' fra Trafalgar Square e Buckingham Palace cavalieri in divisa su poderosi cavalli e nobili carrozze con tanto di paggi e cocchiere sfilano ancora, non per condurre al ballo gli aristocratici ma semplicemente per la gioia dei turisti.

Allora come oggi Londra era al centro del commercio europeo e non solo; sede di grandi istituti bancari e di università prestigiose, rappresentava un importante crocevia per artisti e industriali dando vita a una vivace espansione edilizia. Certo, a quei tempi costruivano palazzi mentre adesso fioriscono grattacieli però l'impulso innovativo rimane lo stesso; basti pensare che la prima linea della metropolitana (ora ce ne sono ben 12) fu inaugurata nel lontano 1863 e rivoluzionò il settore dei trasporti. Qui neppure il tempo è cambiato, bizzarro e incerto come sempre, descritto perfettamente dalla frase di un signore londinese conosciuto sull'autobus: 'in London there are four seasons in a day', ovvero a Londra ci sono quattro stagioni in un giorno.

Perciò sono convinta che Sir Samuel Johnson si adeguerebbe subito agli aspetti dell'odierna vita cittadina a parte, forse, le spese per l'alloggio e i divertimenti, a causa delle quali potrebbe rimanere letteralmente in mutande.

CONSIGLI PER RISPARMIARE UN PO'

La low cost Rayanair vola sull'aeroporto di Stansted, il terzo più trafficato della capitale e situato a circa 60 chilometri a nord dal centro. Tenete d'occhio il sito della compagnia per cogliere le numerose offerte per questa gettonatissima tratta. Il bus della compagnia Terravision (sito internet: http://www.terravision.eu/italiano/airport_transfer/bus-aeroporto-di-stansted-londra/) raggiunge in 90 minuti la Stazione Vittoria, nel cuore di Londra, al costo di 15 sterline andata e ritorno.

Per il pernottamento Booking.com offre ai clienti abituali sconti davvero interessanti soprattutto se si prenota pochi giorni prima di partire scegliendo l'opzione senza cancellazione. Noi abbiamo alloggiato al 'The Paramount hotel' a Kensington, un quartiere pulito, tranquillo e signorile dove non mancano negozi, ristoranti di ogni genere, fast food e pub caratteristici in cui gustare fish&chips con una Guinness alla spina. A tal proposito per trascorrere una vera serata all'inglese consiglio il pub 'Earls Court Tavern' a 5 minuti dall'hotel in Earls Court Road. Se invece non potete rinunciare alla cucina italiana, poco più avanti c'è il bel locale della nota catena Zizzi, un'ancora di salvezza in caso di overdose da panini, patatine e salse ipercaloriche.

Spostarsi a Londra è davvero semplice grazie alla capillare rete di trasporti pubblici tuttavia noi non abbiamo mai preso la famosa 'Tube' (metropolitana) in quanto, avendo l'hotel nel quartiere centrale di Kensington ed essendo abituati a camminare, siamo riusciti a visitare le principali attrazioni vagabondando a piedi, che è poi il modo migliore per apprezzare la città. Solo per un giorno si è rivelato utilissimo l'abbonamento all'autobus al costo di 5£ e valido per 24 ore (acquistabile alle macchinette poste all'ingresso della metro), con il quale ci è stato possibile organizzare un vero e proprio tour di Londra spingendoci sino alle mete più decentrate come il British Museum e il Tower Bridge. Questa è un'ottima ed economica alternativa al costoso 'Hop on Hop off'; basta scaricare la mappa dei bus sullo smartphone o il tablet (per esempio dal sito: http://www.spazioroma.com/mappe/londra/mappa-bus-londra.html) e salire/scendere alle fermate accanto ai punti d'interesse.

IL CASTELLO DI WINDSOR, LA RESIDENZA PREDILETTA DELLA REGINA: CONSIGLI PER RAGGIUNGERLO

Il Castello di Windsor si trova nel villaggio omonimo a circa un'ora e un quarto di pullman dal centro di Londra; noi l'abbiamo raggiunto usufruendo degli autobus 'Green Line' dei quali trovate orari, prezzi e tragitto sul sito: http://www.greenline.co.uk/. Se partite da Londra dopo le 12:00 risparmiate il 40% sul prezzo del biglietto (andata/ritorno da 15£ passa a 9£); in alternativa ci sono i treni dalle stazione di Paddington o Waterloo ma sono più costosi.

Alla scoperta del castello

Migliaia di pietre rettangolari delle tonalità del grigio sfumano al bianco e quindi all'ocra e s'incastonano perfettamente le une sopra le altre per formare torrioni e torrette, portali e mura merlate di una delle residenze officiali della Regina, o meglio la sua preferita

  • 11759 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social