Long weekend a Londra

Tre giorni a zonzo per la capitale inglese

  • di iomete
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 8
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eccoci qui al nostro nuovo diario… Londra, tour in 3 giorni.

Cosa dire di questa città britannica? Dire che sono partito molto scettico è dire poco. Amo Parigi e Roma, per non parlare di San Francisco, e non so perché Londra non mi ha mai attirato. Non c’era un motivo particolare… questione di pelle.

Ecco quindi che mio cognato, sempre lui l’artefice, a fine giugno mi dice:” ..dai andiamo a Londra 3 gg a settembre?”…va beh.. mi sono detto… organizzo. Oltre a noi c’erano dei nostri amici e mio figlio.

Alla fine partiamo in 8: io, Graziella e Luca (moglie e figlio), Tony e Renata (i miei cognati) e Gaetano e Luisa (nostri amici) con Erica (la loro figlia).

L’hotel prescelto è stato l’IBIS BUDGET WHITECHAPEL (http://www.ibis.com/it/hotel-8033-ibis-budget-london-whitechapel/index.shtml) per la spesa di 92 Lst a notte con colazione a camera.

La compagnia aerea è stata la EasyJet A/R euro 137 con partenza da Milano Malpensa a London Gatwick.

Tutto, o quasi, è stato prenotato dall’Italia online a parte alcune visite (Westminster Abbey e St.Paul Church) che bisogna obbligatoriamente farlo sul posto.

Alcune attrazioni usufruiscono dello sconto 2x1 (http://www.daysoutguide.co.uk/ ) che assolutamente consiglio a tutti. E’ valido anche per il Gatwick Express.

Comunque detto questo, arriva finalmente il giorno della partenza, perché anche se scettico, comunque non vedevo l’ora di partire. I nostri amici arrivano a casa nostra ed arriviamo a Milano Malpensa alle ore 19,45 circa. Lasciamo giù tutti ed io e Gaetano portiamo le macchine al parcheggio (Central Parking Malpensa tramite MyParking http://www.myparking.it/ - spesa di 16.60 euro dal giovedì sera a domenica sera). Il parcheggio è vicinissimo al terminal 2 (saranno al massimo un paio di km) e sono molto gentili. Con la navetta ci portano subito di nuovo al Terminal 2. Il tempo di magiare un panino da Burger King che ci indirizziamo verso il gate di uscita. Il volo è previsto per le ore 21,50 con EasyJet e per il check-in ed i posti avevo già provveduto online. Ci presentiamo quindi con i soli bagagli a mano e per di più rientranti nelle misure (50 x 40 x 20) che EasyJet GARANTISCE di farti portare in cabina anche se le capelliere fossero già al completo. L’addetto invece non vuole sentire ragioni e ci ordina di stivare i nostri bagagli. Lo stesso problema accadrà anche sul volo di ritorno e per tale motivo ho inviato una mail di reclamo/protesta alla compagnia aerea. Cavolo, quei bagagli li abbiamo comprati di proposito di quelle misure per avere la certezza di poterli avere a bordo in quanto contenevano materiale fotografico, tablet, ecc… Vedremo come si evolverà la cosa. Comunque partiamo in orario.

A bordo tutto procede per il meglio ed in perfetto orario sbarchiamo a London Gatwick. Su altri topic mi era stato detto di non preoccuparmi dei bagagli in quanto sarebbero arrivati prima loro di me…e ti credo…prima di arrivare al ritiro bagagli abbiamo percorso una maratona…. Molto veloci invece alla dogana. Recuperiamo le nostre valigie e ci avviamo verso la stazione ferroviaria. Per andare a Londra ci sono diverse opzioni, noi abbiamo optato per il GATWICK EXPRESS (http://www.gatwickexpress.com/it/ al costo di £st 17,45 A/R). Il treno non effettua soste sino a Victoria Station , in pieno centro di Londra, ma soprattutto non è fissato l’orario del treno e quindi è possibile prendere il primo che parte. Le partenze sono ogni 20 minuti ed arriva a Londra in poco più di 30 minuti…in teoria ed il perché lo scopriremo al ritorno. Un consiglio, se si vuole usufruire poi degli sconti del 2x1. Quando prenotate i biglietti online scegliete di stamparli alle macchinette automatiche situate in stazione. Per farlo avrete solo bisogno del numero di prenotazione e della carta di credito con cui avete fatto l’acquisto. La macchinetta vi stampa un biglietto per l’andata ed uno per il ritorno. Tutte le uscite dalla metropolitana e dalle stazioni delle ferrovie, avviene dai tornelli dove trovate anche un assistente che apre e chiude un tornello per i diversamente abili, le mamme con i passeggini o chi con le valigie ingombranti. Bene, arrivati a Victoria Station dovete proprio passare da questo addetto perché se passate dai tornelli “normali” il biglietto viene trattenuto e non avrete quindi la possibilità poi di accedere al 2x1. Molto bella la stazione di Victoria Station…grande…enorme…

Prendiamo la metropolitana “Direct Line” o come dicevamo noi… LA VERDE. Un discorso sulla metropolitana di Londra…la TUBE… Molto efficiente..con tante linee e moltissimi interscambi tra di loro. Direi però anche abbastanza vecchia. Le carrozze sono molto piccole. Per chi, come me, prende la metropolitana ogni giorno a Milano non può restare negativamente impressionato da questo. Se uno è un pochino alto…1,90..fa fatica a stare vicino alle porte…o può starci facendo invidia al miglior contorsionista del circo Orfei..tanto sono basse. Un discorso sui biglietti. Noi avevamo scelto di farci inviare a casa le tessere Oyster con precaricato un credito di 20 £st. Sono molto comode e possono essere ricaricate in qualsiasi stazione. I prezzi variano a seconda della stazione di entrata e quella di uscita. La mappa della città è stata divisa in cerchi concentrici dalla 1 alla 9 ed a secondo della distanza tra quella di entrata e quella di uscita si pagherà un importo diverso

  • 32243 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. AMORE73
    , 19/10/2013 21:19
    Ciao
    devo farti i miei complimenti per il racconto.........ho sorriso per buona parte della lettura!
    Londra è una città che merita, noi l'abbiamo visitata in 2 occasioni a distanza di 1 anno a 9 giorni per volta, e ancora di cose da vedere ne ho lasciate!
    Ciao e ancora complimenti.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social