Long weekend a Londra

Nella capitale inglese in occasione del carnevale di Notting Hill

  • di dpellizzon
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Nonostante avessimo già visitato Londra in passato decidiamo di goderci 3 giorni nella capitale inglese attratti soprattutto dalla fama del pazzo carnevale di Notting Hill e dalla voglia di scoprire qualche luogo inconsueto.

Arriviamo a Londra con un volo Ryanair e andiamo alla ricerca della stanza prenotata via internet nel quartiere di Paddington. Grazie alle mail inviateci riusciamo a trovare in un box protetto da password le chiavi di casa e ad entrare nell’appartamento che condividiamo con alcuni arabi e 2 spagnoli con i quali avremo una curiosa coincidenza di orari (soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo del bagno).

Iniziamo la mini vacanza passeggiando nel mercato coperto e nelle due piazze del Covent Garden godendoci gli intrattenimenti che la zona offre: gli artisti di strada, i negozi di specialità tipiche, i caffè e i ristoranti.

Proseguiamo a piedi per la Tate Gallery (ingresso gratuito), una bella galleria d'arte che racchiude una delle collezioni più all'avanguardia del mondo e ci godiamo le opere di Picasso, Matisse, Dalì, Warhol e soprattutto Rothko per il quale abbiamo una strana e incomprensibile passione.

Concludiamo la visita con un giro all'ultimo piano, dove c’è una terrazza con magnifico panorama su Londra che ci godiamo (e modestamente non a caso) al tramonto.

Proseguiamo sempre a piedi sulle rive del Tamigi verso la nostra prossima destinazione il ristorante messicano (con camerieri rigorosamente italiani) Wahaca. Il locale è decisamente trendy con una bella vista sul fiume e un’atmosfera allegra forse anche grazie all’aperitivo superalcolico che viene consumato in attesa del posto a sedere. Conosciamo una ragazza di Udine che brinda felicissima per festeggiare la fresca assunzione presso un ospedale di Londra (alla faccia del problema della fuga dei cervelli dall’Italia). Terminiamo la serata passeggiando fino ai giardini in prossimità del London Eye.

Iniziamo la seconda giornata con una visita a Portobello road con la sua piacevole architettura tardo vittoriana passeggiando tra i negozietti e le bancarelle dove si possono trovare souvenir originali vestiti usati o nuovi e gastronomia con specialità multietniche; qui sembra che il mercato locale sia riuscito a salvarsi dal potere commerciale delle grosse industrie.

Poiché la giornata è diventata piovosa decidiamo per un giro con gli autobus turistici Hop-on Hop-off, ammirando i luoghi più conosciuti di Londra come Buckingham Palace, Westminster Abbey, il Big Ben e il Parlamento, il London Bridge e of course la Tower of London. Il commento in italiano è piuttosto easy e propone molte banali curiosità come quella che a Piccadilly è stato installato il primo cartellone pubblicitario luminoso al mondo (e ci credo che gli inglesi ne vadano orgogliosi!). Con il biglietto del tour è compreso un giro in battello e 3 itinerari a piedi. Da Trafalgar decidiamo di fare quello dedicato ai Beatles ma demordiamo subito più che per le cattive condizioni atmosferiche per la pessima pronuncia della guida.

Ci rinchiudiamo allora nei lussuosi magazzini Harvey Nichols per curiosare nel mondo del lusso e vedere chi può spendere in questo periodo; la risposta è semplice: soprattutto le signore arabe. Se qualcuno invidia il fatto che gli arabi possono avere più mogli dovrebbe vedere cosa succede alla carta di credito quando le signore sono all'opera nei reparti gioielleria, intimo o profumeria.

Il tempo migliora e ci rechiamo così a Camden town dove c'è un mercato noto dagli anni '70. Il mercato è formato da un labirinto di bancarelle di artigianato etnico e di creazioni di giovani artisti della Londra multiculturale e da stand gastronomici. L'impressione però è che il quartiere, a seguito del grande flusso turistico, abbia perso la sua spontaneità e che da avanposto underground si sia trasformato in una specie di parco a tema punk-gotico-futuristico

  • 6040 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social