One week in London

Sette giorni non bastano!

  • di micheledemo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

7 GIORNI A LONDRA??? NON BASTANO… (con una puntatina a Stonehenge) Non bastano davvero! C’è troppo da vedere e da fare nella metropoli più grande, popolosa, frenetica, viva e ricca d’Europa.

GIORNO 1 (19/02/11)

Volo Ryanair da Genova. € 180 a/r x 2 persone – compreso di imbarchi prioritari. Si parte e si arriva in perfetto orario all’aeroporto Stansted di Londra. Sull’aereo si ha anche la possibilità di acquistare i biglietti del treno “Stansted Express” che in circa 40 minuti mette in comunicazione l’aeroporto con la stazione della metropolitana di Liverpool Street di Londra. Costo per 2 persone: € 53 a/r. Una volta in stazione compriamo la 7days Travelcard per “sole” £ 27,60 + £ 5 di deposito della carta. Il trasporto pubblico a Londra è caro, ma efficiente. Una sola corsa di metropolitana costa £ 4. Quindi consiglio vivamente la travelcard. E’ anche abbastanza confortevole viaggiare se si evitano le ore di punta. Da Liverpool Street arriviamo alla stazione di Earl’s Court, a due minuti a piedi dal nostro albergo. La zona è carina, piena di negozi, pubs, ristoranti, internet point, piccoli supermercati. Tanti giovani, tanti turisti, tanti Italiani! Abbiamo prenotato (tramite booking.com) una stanza matrimoniale al Mayflower Hotel (Trebovir Road, 26-28) per 7 notti e prima colazione: € 524. L’hotel è grazioso e pulito, ma le stanze minuscole. La posizione è strategica, davvero a due passi dalla metro. Non c’è aria condizionata nelle stanze; il riscaldamento è con termosifoni, utili per asciugare velocemente la biancheria messa a lavare, il massimo se si vola con Ryanair! Lo spazio in valigia è poco! Ci sono persino le prese di corrente “all’italiana”, senza bisogno di adattatore. Il letto, però, è davvero scomodo…non è a due piazze, ma ad una piazza e mezza, duro e scricchiolante. Il giudizio complessivo è comunque sufficiente. La sera andiamo a mangiare al più vicino Mc Donald, che dista appena 200 metri dall’albergo. Siamo stanchi per il viaggio e non abbiamo voglia di folleggiare. Andiamo a letto presto, perché da domani ci aspettano lunghe giornate di “esplorazione”!

GIORNO 2 (20/02/11)

Sveglia alle 07.30 c’è tanto da scoprire oggi! Dopo una colazione veloce in hotel ci dirigiamo senza dubbio a Westminster. Un viaggio a Londra comincia sempre da qui! È emozionante uscire dalla stazione della metro di Westminster ed essere accolti dalla imperiosa mole del Big Ben! È davvero meraviglioso! Alto 97 metri, con 4 quadranti da 7 metri di diametro l’uno e un meccanismo impeccabile. Il big ben deve il suo nome a un certo Benjamin Hall, un corpulento commissario preposto ai lavori di costruzione della torre stessa. Non tutti sanno che il Big Ben è stato anche luogo di detenzione (di lusso) per le prime suffragette. Rapiti da questa famosissima torre quasi ci si dimentica, per qualche istante, del grandioso edificio che le fa da contorno. È il palazzo di Westminster, sede del parlamento britannico. Un meraviglioso esempio di stile gotico inglese, dove hanno sede la Camera dei Lords e la camera dei Commons. La nostra guida Michelin suggerisce di visitarne gli interni, ma è domenica e non si può. Così come non si può neanche visitare la Cattedrale di Westminster. È domenica e in chiesa ci sono le funzioni religiose. A questo punto tutti i nostri programmi della giornata vengono stravolti e quindi cominciamo ad esplorare i dintorni. Attraversiamo il Westminster Bridge che ci porta dall’altra parte del Tamigi. Da qui riusciamo a scattare belle foto del complesso del palazzo di Westminster-Big Ben-Victoria Tower…peccato per la tipica foschia londinese che colora di un bianco monotono lo sfondo di ogni foto…

Procedendo per il lungo fiume ci avviciniamo al London Eye, ruota panoramica dall’altezza vertiginosa: 135 metri! Noi decidiamo di non salirci…non per vertigini, ma per il prezzo…circa £17 a testa. Preferiamo investire quei soldi in un hot dog preso lì nei dintorni e acquistando due cappelli. Il freddo si fa sentire! Passiamo oltre anche all’Aquarium…veniamo da Genova e noi di acquari ne sappiamo abbastanza! È qui che comincia la famosa passeggiata della Regina (Queen’s walk): una passeggiata lungo la riva sinistra del Tamigi cha dal Westminster Bridge arriva fino al Tower Bridge. Se la si percorre tutta si possono ammirare tra tutti i Jubilee Gardens (giardini molto ben curati) e il particolarissimo Shakespeare Globe Centre, un teatro senza soffitto come all’epoca del grande poeta!!! Il viale, tra l’altro, è popolato da un eccentrico esercito di artisti di strada! Potrete scattare una foto con Charlie Chaplin, con Jack Sparrow, Stanlio ed Onlio e molti altri (tutti somigliantissimi!) I chilometri di questa passeggiata saranno ricompensati appieno dallo spettacolo del Tower Bridge. Semplicemente il ponte più bello che abbia mai visto. E di sera questo ponte diventa ancora più magico. Riattraversiamo il Tamigi per avvicinarci alla Tower of London. Una fortezza inespugnabile di stampo medievale dove sono conservati i gioielli della corona. Visitarla è possibile, ma parecchio caro. Decidiamo (dato che la giornata è andata così) di limitare la nostra visita all’esterno della grandissima fortezza, anche scoraggiati dalla lunga coda di gente alla biglietteria. Riusciamo comunque a farci un’idea del complesso grazie alla nostra fedelissima e illustratissima guida Michelin. Ce la leggiamo comodamente seduti su una panchina, sorseggiando una tazza di tè bollente…(anche troppo bollente!)

Quando sembra che i nostri piedi abbiano ripreso le loro funzioni vitali decidiamo di chiedergli un ultimo sforzo. Destinazione Buckingham Palace. Ci andiamo in metropolitana, scendiamo alla stazione St James’s Park, proprio a due passi dalla celebre residenza reale. È pomeriggio, e la cerimonia del cambio della guardia ce la siamo già persa perché si tiene alle 11.30 del mattino, ma scopriamo che oggi non ci siamo persi comunque nulla, perché nel periodo tra agosto e marzo si tiene solo un giorno su due e oggi era ovviamente il giorno no! Diamo un veloce sguardo alla facciata e ai mirabili cancelli in ferro battuto del palazzo, poi al memoriale della Regina Vittoria; quindi ci incamminiamo lungo il Mall. Il Mall è un lungo viale alberato che separa Buckingham Palace dal parco di St James, costituendo una sorta di viale trionfale per le parate in onore della regina. Questo viale sbocca su Trafalgar Square attraverso l’Admiralty Arch. Ora siamo davvero parecchio stanchi…decidiamo di tornare in albergo per riposarci un po’ e ci ripromettiamo di tornare al Tower Bridge in serata per scattare qualche foto notturna. L’idea si rivela azzeccata. Il Tower Bridge di sera è magnificamente illuminato e la sponda sinistra del Tamigi vista da quella destra è un tripudio di luci colorate

  • 13944 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Sara Bonavoglia
    , 7/1/2012 17:33
    Un diario illustrativo ,preciso e avvincente, si legge senza alzare gli occhi dal testo.Bravo Michele!!!
  2. micheledemo
    , 8/5/2011 09:27
    sono contento che ti sia piaciuto! Grazie!
    londra è meravigliosa! Te ne innamorerai.
  3. ginnygy
    , 7/5/2011 10:24
    Bellissimo Diario di Viaggio...mi ha dato molti spunti!!!



    Grazie!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social