I Fronzi a Londra

VENERDI’ 10 OTTOBRE Eccoci: è finalmente arrivato il giorno della partenza. Io e Ale partiamo per Londra con i miei genitori (compagni di viaggio ormai rodati: ottimi turisti, instancabili camminatori). Partiamo da Bergamo con il volo Ryanair delle 10 col ...

  • di iFronzi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

VENERDI’ 10 OTTOBRE Eccoci: è finalmente arrivato il giorno della partenza. Io e Ale partiamo per Londra con i miei genitori (compagni di viaggio ormai rodati: ottimi turisti, instancabili camminatori).

Partiamo da Bergamo con il volo Ryanair delle 10 col solo bagaglio a mano (la macchina resta all'Orio al Serio Parking (http://flyparking.It/home_orio.Html).

Arriviamo a Londra in perfetto orario e cerchiamo le macchinette automatiche dove ritirare i biglietti per lo Stansted Express che abbiamo già comperato online (https://www.Stanstedexpress.Com). E’ facile: basta inserire la carta di credito, c’è una verifica del nostro acquisto online, e escono i nostri biglietti.

Dopo pochi minuti parte il treno (ne parte uno ogni 15 minuti) e ben presto siamo in centro a Londra.

Per prima cosa andiamo a comperare il biglietto della metropolitana e l’addetto ci consiglia il daily ticket (dopo le 9.30 costa 5.30 £). Probabilmente la cosa più economica sarebbe stata la Oyster pay as you go (https://oyster.Tfl.Gov.Uk/oyster/entry.Do), ma ci fidiamo di questo signore e in fin dei conti è comodo avere un biglietto in tasca che va bene tutto il giorno, senza preoccuparsi di dover ricaricare o di dove si sta andando.

Capiamo subito che la metropolitana londinese è più difficile delle altre da usare: sullo stesso binario passano più treni che a volte si riconoscono dal colore, ma a volte solo perché compare sul display luminoso la scritta delle stazioni successive. In più le linee si sdoppiano quindi non è sufficiente prendere quella giusta nella direzione desiderata (east o west), bisogna anche verificare che la destinazione sia quella giusta.

Da subito iniziamo a ridere per la vocina registrata che ci dice “please, mind the gap between the train and the platform”. E’ esattamente lo stesso tono della lezione d’inglese di Aldo, Giovanni e Giacomo “where is the book?” “the book is on the table” e fa davvero ridere...Ma effettivamente c’è spesso un gap between the train and the platform!  Prendiamo per Earl’s Court e andiamo in cerca del nostro hotel, ma ci perdiamo subito. Maledette strade...Anche queste sono difficili da usare: abbiamo preso Cromwell Road nelle direzione sbagliata (di fatto abbiamo preso la East Cromwell Road invece della West Cromwell Road) e, poiché anche i numeri civici si ripetono, ci mettiamo un po’ prima di capire che stiamo andando dalla parte opposta.

Torniamo indietro e finalmente arriviamo all’Easy Hotel di Earl’s Court (http://www.Easyhotel.Com). Se qualcuno ci andasse, la strada giusta è la seguente: uscire dal metrò e girare a sinistra, al primo grosso incrocio girare ancora a sinistra (5 minuti). P.S. Attraversate al semaforo del “grosso incrocio” prima di girare a sinistra la seconda volta perché l’hotel è sul lato opposto della strada.

Anche se sono solo le 14.00 ci lasciano già fare il check in: le stanze sono davvero piccole come ce le avevano descritte, ma noi dobbiamo solo lavarci e dormire, quindi una stanza più grande non ci serve. Abbiamo preso la più piccola ma se ci andate per più di qualche giorno, sceglietene una un po’ più grandina (in quella piccola davvero non ci sta che il bagaglio a mano). Ottima scelta comunque: comodo, silenzioso, pulito, vicino al metrò, zona tranquilla.

Siamo già sui blocchi di partenza per il nostro tour de force: direzione Westminster Abbey (http://www.Westminster-abbey.Org). Uscendo dal metró ci troviamo davanti la House of Parliament e il famigerato Big Ben: bellissimi

  • 558 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social