Scozia & Irlanda... La MAGIA!!!!

Io (Dario) e Marta alla scoperta della scozia e dell’Irlanda. Partenza dall’Aeroporto di Orio al Serio destinazione Glasgow, dove abbiamo prenotato una notte all’hotel McLay’s Guest House, arrivati in aeroporto sapevamo che c’erano dei treni frequenti per i lcentro di ...

  • di Vagabundus
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Io (Dario) e Marta alla scoperta della scozia e dell’Irlanda.

Partenza dall’Aeroporto di Orio al Serio destinazione Glasgow, dove abbiamo prenotato una notte all’hotel McLay’s Guest House, arrivati in aeroporto sapevamo che c’erano dei treni frequenti per i lcentro di Glasgow cmq abbiamo voluto cercare se ci fosse qualche italiano che ci potesse dare “sostegno” e puntualmente abbiamo trovato un’arzilla signora ultrasesantenne che viveva in Scozia da 5 anni la quale ci ha indicato la strada e con la quale abbiamo effettuato il trasferimento per Glasgow city, durante il viaggio abbiamo chiacchierato di come fosse la Scozia dal punto di vista dei paesaggi e del mangiare, devo dire che la signora ci ha un po disilluso, noi partivamo con l’idea di posti fantastici, ma lei ci ha un po spezzato le ali dell’entusiasmo, ( ma abbiamo scoperto sulla nostra pelle che le cose da lei dette nn risultavano affatto al vero). Giunti a Glasgow abbiamo salutato e ringraziato la Sig.Ra e abbiamo iniziato sul serio la nostra avventura. 1 problema arrivare all’albergo, ma nn facciamo in tempo a mettere piede fuori dalla stazione dei treni che abbiamo il primo assaggio della cordialità scozzese, ci avvicina un signore chiedendoci se avessimo bisogno di indicazioni: FANTASTICO!! “L’hotel nn era il massimo ma nn aveva importanza doveva solo farci riposare per la notte. Da perfetti turisti la prima cena in Scozia: Pizza!!” In mattinata dopo un abbondante colazione scozzese, prendiamo le valigie e ci dirigiamo all’altra stazione di Glasgow per prendere il treno che ci porterà a Inverness, avevamo una vaga idea di dove fosse ma per andare a colpo sicurio chiediamo due o tre volte indicazioni finche nn incontriamo una famiglia di Ravenna che si stava dirigendo proprio in stazione allora ci siamo uniti e abbiamo raggiunto la stazione.

Il treno a differenza di quelli italiani era molto pulito e aveva anche degli “screen” dove segnavano volta per volta le fermate che il treno avrebbe effettuato e quale era la prossima fermata che ci aspettava. 3 ore e passa di viaggio che ci hanno fatto ammirare i bei paesaggi scozzesi. A 2 fermate da Inverness decidiamo di informarci come si potesse arrivare al nostro hotel a Smithon, paesino vicino a Inverness, chiediamo al controllore del treno che per tutta risposta ci dice di essere disponibile ad accompagnarci. INCREDIBILE secondo saggio della cordialità scozzese.

Come promessoci, il nostro amico controllore ci da un passaggio al nostro hotel e in questo modo abbiamo avuto anche l’opportunità di provare in prima pelle la guida a destra.. Panico!!! A ogni curva credevo di andare contro al marciapiede o peggio cadere in qualche dirupo... ma siamo arrivati all’hotel sani e salvi fortunatamente. Decidiamo di nn perdere tempo e di andare subito a informarci su eventuali viaggi organizzati e infatti troviamo un tour che comprende il viaggio in bus fino al castello Urquart Castle sul lago di lochness, dove conosciamo una simpatica coppia di Roma. Prima di arrivare al Castello facciamo, due o tre tappe una per i souvenirs , una visita dove spiegano la possibile ma quanto improbabile presenza di Nessie e a un circolo di rocce medievali. Il castello che all’epoca deve essere stato imponente adesso rimangono solo le rovine che cmq sono affascinanti e mostra un bellissimo scorcio del lago più famoso di scozia. Visitate le rovine del castello e messo qualcosa sotto i denti, sempre con i nostri amici romani, continuiamo il viaggio organizzato salendo a bordo del Traghettino che ci farà navigare il loch e il caledonian canal fino alle porte di Inverness, il lago è molto bello con un colore dell’acqua molto scuro e la schiuma che lasciava dopo il nostro passaggio il traghetto era di un colore simile al giallognolo, infatti io ho paragonato il colore del lago alla famosa birra Irlandese Guinness (scura con la schiuma giallognola), ma tuto sommato rimani un pò deluso dalla visita al lago perché ti aspetti un posto particolarmente inquietante quando invece è un tranquillissimo laghetto in un posto meraviglioso

  • 3837 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social