Prima gita a Londra

Prima gita a Londra… armatevi di scarpe comode!! Dunque, due giorni sono pochi per apprezzare la bellezza della città in tutte le sue forme, ma sono assolutamente sufficienti per averne un assaggio che vi indurrà a prenotare al più presto ...

  • di alison
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Prima gita a Londra... armatevi di scarpe comode!! Dunque, due giorni sono pochi per apprezzare la bellezza della città in tutte le sue forme, ma sono assolutamente sufficienti per averne un assaggio che vi indurrà a prenotare al più presto un’altra gita, ve lo assicuro! A mio parere la prima volta a Londra deve essere vissuta “camminando” e ammirando quindi la bellezza, maestosità, eleganza ed il colore di una città che erroneamente viene definita grigia! Città e londinesi regalano grandi sorprese, la città è ricca di attrazioni diverse e colorate ed i londinesi sono simpatici, buffi nel loro look serioso che fa da solo contenitore ad un mood tutt’altro che grigio! Siete pronti?? Per il sabato io proporrei, partendo da Buckingham Palace per un saluto dovuto alla nonna Regina – se è a casa la bandiera sventola, altrimenti no! – potete dirigervi verso Westminster Abbey, giusto per vedere il luogo dove in genere si celebrano tutte le cerimonie reali. La prima primissima volta che sono stata a Londra ho visto la Regina proprio davanti a Westminster, non ci volevo credere!! Da lì al palazzo di Westminster, che ospita il Parlamento e adiacente al quale c’è il famosissimo Big Ben. Nulla da visitare, solo guardare... e magari fare qualche foto di rito!! Dall’altro lato del Tamigi si scorge il famoso London Eye, la giostra panoramica (mai provata!). Dal Big Ben a Trafalgar Square buttando l’occhio alla porticina della casa del primo ministro in Downing Street... nulla di che, ma è simpatico vedere live una porticina che mille volte si è vista nei servizi televisivi! In Trafalgar Square c’è la famosissima National Gallery, l’ingresso è gratuito, il museo è immenso, io vi consiglierei solo di entrare e fiondarvi nella sala degli impressionisti dove ci sono i mitici Girasoli... giusto per dire, ne ho vista una copia originale! Preparatevi, sono minuscoli, simil Gioconda!! Da lì poi potete passare per Piccadilly, la piazza più chiassosa, luminosa, pacchiana, con insegne pubblicitarie di ogni genere che sovrastano gli edifici.

Passeggiare per Regent Street, passare per Oxford Street, Carnaby Street e scendere fino ad Hyde Park. Qui consiglio di fermarsi per il pranzo, al self service (molto asettico) che merita solo ed esclusivamente per la vista sul laghetto The Serpentine. Un giusto rifocillamento prima di gettarsi nel caos ordinato di Harrods, la Rinascente super di Londra. Da non perdere il passaggio per la zona gastronomia, la più caratteristica, non solo per i prezzi folli, ma per la disposizione artistica di ogni genere di cibaria! Nel pomeriggio potete tornare verso Piccadilly, passare per il famoso Trocadero e dirigervi a Covent Gardens, mercato coperto che oggi ha molto poco di mercato, è tempestato di negozietti turistici molto poco convenienti ma carini, e merita per la presenza di artisti di strada, che creano un nugolo di gente curiosa attorno a sé. Stanchi??? Potete fare una pausa e per la cena – non tardi, altrimenti vi perdete la serata londinese!! – dirigervi nel quartiere di Soho, gettandovi in uno qualsiasi dei ristoranti che ci sono! Ristoranti di ogni etnia, ne ricordo uno indiano ed uno thai veramente eccezionali, ma fate voi! Cenate e non fatevi mancare una successiva birrozza in uno dei pub del quartiere! Camminando in zona potete deviare passando per China Town, piccola, ma caratteristica, i fruttivendoli ed i dolci sono molto particolari! Ora a nanna!! Domani è un’altra faticosissima giornata! La domenica mattina dipende dalla sveglia... se vi muovete un po’ tardino andate a Camden Town, a Nord, linea metro nera. È essenzialmente una via con negozi di bassissimo livello che vendono roba usata, accessori metal, funghi allucinogeni, etc etc, ma è molto caratteristica. Le case, che chissà che razza di gente ospitano, sono colorate ed in fondo alla via c’è una sorta di mercato coperto, imperdibile, pieno di bancarelle di ogni genere e banchetti con cibi provenienti da ogni parte del mondo. Bello! Per pranzo e per il pomeriggio potete tornare nella zona più commerciale. Se volete, potete tornare in Carnaby Street, ricordo un posticino stile medievale, che ha la sala al primo piano, affacciata sulla strada, e offre un pregiatissimo fish&chips!! Se avete ancora tempo e forze potete dirigervi verso la city e ammirare S. Paul Cathedral, il Tower Bridge, il Millenium Bridge, il palazzo “a pigna”, detto Swiss RE Tower, il municipio di Londra, con davanti un alberello finto che si confonde tra quelli veri e passeggiare lungo il Tamigi! Questo è il mio modesto consiglio, per sfruttare al meglio i due giorni londinesi... tenete presente che comunque non ho mai vissuto periodi lunghi a Londra

  • 219 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social