Londra, gioie e dolori

Dopo aver girato grazie a Ryanair un po’ tutta l’Europa io ed Alessio finalmente riusciamo a trovare un’occasione realmente imperdibile per Londra, volo da Ciampino 40 euro in 2 a/r, di meno credo sia proprio impossibile, check-in on line (adesso ...

  • di eliselis
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dopo aver girato grazie a Ryanair un po’ tutta l’Europa io ed Alessio finalmente riusciamo a trovare un’occasione realmente imperdibile per Londra, volo da Ciampino 40 euro in 2 a/r, di meno credo sia proprio impossibile, check-in on line (adesso il tempo per effettuarlo è stato esteso a 4 giorni prima della partenza quindi per il nostro viaggio di 3 giorni siamo riusciti a fare tutto da casa senza dover cercare poi a Londra un internet point, che sono comunque ad ogni angolo della città), giusto per dormire un’oretta in più la mattina della partenza che non è poco avendo il volo alle 6.35.

Il volo è stato tranquillo, appena arrivati a Stansted, già con le sterline cambiate in Italia abbiamo preso i biglietti per la Terravision, non so se sia la scelta migliore, più avanti capirete il perché, è sicuramente la più economica, specie pagando in sterline, 2 biglietti a/r per Victoria Station sono costati 28 pounds. Con il bus impieghiamo un’ora per arrivare in città e già riusciamo a dare uno sguardo a tutto ciò che avremmo visto in seguito, il Millenium Done, il London Eye, il Tower Bridge, il Big Ben, insomma un po’ tutto.

Arriviamo a Victoria Station, enorme, fa perdere subito l’orientamento, il tempo di fare le Travel Card (3 giorni, zona 1 e 2, per 2 persone costo 34,80 pounds) e ci catapultiamo nella metro per raggiungere il nostro hotel. Un tre stelle, preso su www.Fastbooking.Com, il Queens Park Hotel, carino, pulito, le stanze sono piccole è vero ma in fin dei conti ci devi solo dormire e nel caso aspettare che smetta di piovere, il bagno era ok, la colazione era molto buona, e inclusa nel prezzo, per 2 notti, una matrimoniale con bagno in camera abbiamo pagato 95 pounds, dicevo, la colazione era ottima e al buffet, quindi potevi prendere quello che volevi, cornetti, pane tostato, cereali, panini, burro marmellate, caffè, latte succo d’arancia, insomma, di tutto e poi con un supplemento era disponibile la colazione inglese, sinceramente però salsiccia e omelette alle otto di mattina non è nei nostri stili alimentari.

Abbiamo lasciato i bagagli alla reception, la stanza era pronta per le 15, e abbiamo cominciato la nostra esplorazione, la metro “Queensway” sulla linea rossa è davvero a due passi e di fronte alla via dell’hotel c’è Kensington Garden, che poi diventa Hyde Park, molto bello, gli scoiattoli ti camminano affianco. Comunque, usciamo per andare a visitare uno dei mercati di Londra e ci avviamo verso la zona di Spitafields, carino, negozietti caratteristici, bar, locali, attenzione però, anche se siete in astinenza da caffè, evitate di fare come me, attratta dai nomi italiani delle varie catene dei bar, il caffè non vale proprio la pena, specie per 1,30 pounds che ti chiedono. Ci infiliamo tra le bancarelle che vendono un po’ di tutto e visto che era ora di pranzo prendiamo da una bancarella una specie di panino ripieno di verdure africane, sicuramente molto sostanzioso ma pieno di cipolla, poi un bel dolcetto al cioccolato e una guinness. Continuiamo la passeggiata ma comincia a scendere la pioggia, che ci accompagnerà a sprazzi per tutto il viaggio e visto che si fa insistente andiamo in albergo per riposare un po’. Il tempo migliora e ci dirigiamo allora dopo un riposino verso Nottingh Hill e poi più avanti verso Portobello Road, non c’è il mercatino ma ci sono un sacco di negozi dell’usato nei quali si riesce a fare degli acquisti davvero originali, i negozi ormai stanno chiudendo allora ci avviamo proprio per dare un’occhiata veloce verso Covent Garden e Leicester Square, li nei dintorni ci fermiamo a mangiare in un pub, peccato che si siamo dimenticati di metà del nostro ordine e quindi dopo aver mangiato una zuppetta di verdure io e patate al forno con formaggio fuso Alessio ce ne torniamo in albergo abbastanza stanchi

  • 179 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social