Cinque giorni a londra

MERCOLEDI’ 17 GENNAIO Siamo partite dall’aeroporto di Perugia S.Egidio alla volta di Stansted, Londra. Avevamo prenotato il volo con la Ryanair a settembre; costo complessivo di due biglietti andata e ritorno: 81 euro!!! Un affarone!!! Avevamo precedentemente cambiato i soldi ...

  • di Anto2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

MERCOLEDI’ 17 GENNAIO Siamo partite dall’aeroporto di Perugia S.Egidio alla volta di Stansted, Londra. Avevamo prenotato il volo con la Ryanair a settembre; costo complessivo di due biglietti andata e ritorno: 81 euro!!! Un affarone!!! Avevamo precedentemente cambiato i soldi in sterline alle poste e abbiamo fatto bene vista la fila che avremmo dovuto fare altrimenti davanti agli uffici del cambio all’aeroporto.

Abbiamo acquistato sull’aereo i biglietti di andata e ritorno (RETURN) per il pullman della Terravision che, in tre quarti d’ora, ci ha portate dall’aeroporto a Liverpool Station. Conviene farli sull’aereo perché si ha la possibilità di pagarli in euro. E’ anche possibile prendere il treno, lo Stansted Express che magari ci mette un po’ di meno ad arrivare ma è sensibilmente più caro. Una volta arrivate a Liverpool Station ci siamo recate ad uno sportello dove abbiamo acquistato la TRAVEL CARD settimanale per le zone 1 e 2. Un po’ cara (23.20 sterline...) ma essenziale e comodissima perché ti permette di prendere metropolitana e autobus ogni volta che vuoi senza limiti. Noi abbiamo sempre utilizzato la metro perché davvero efficiente e capillare con le sue 12 linee. Inoltre è molto più comoda se non si conosce la città perché il nome della fermata ti viene segnalato, cosa che invece non succede con l’autobus. Fatta la travel card ci dirigiamo alla metro. Sulle scale mobili che conducono alla metro ci sono i cartelli con su scritto: “stand on the right”. Ci facciamo caso solo dopo che siamo costrette a spostarci in continuazione per far passare i numerosi “sorry” frettolosi... Il nostro albergo è il REEM HOTEL a Bayswater che avevamo prenotato da internet tramite Venere.Com; dunque dobbiamo prendere la linea gialla, la CIRCLE LINE. Arrivate a Bayswater, uscite dalla metro, svoltiamo a sinistra, poi dritte fino ad una chiesa e poi ancora a destra. A questo punto abbiamo girato il quartiere per un po’ per trovare il nostro albergo, ma non è stato difficile. E’ una zona davvero tranquilla, anche di sera. Le palazzine tutte bianche e un sacco di ostelli e di piccoli alberghi come il nostro. La collocazione poi è ottima, a dieci minuti a piedi da Hyde Park e Notting Hill.

Il personale dell’albergo è gentile. Dopo aver pagato l’intero prezzo del soggiorno (254 sterline) tramite postepay, ci dirigiamo nella nostra camera, la numero 12 al primo piano. Rimaniamo piacevolmente stupite. La camera doppia è spaziosa con un piccolo televisore perfettamente funzionante e il bagno, quasi in miniatura ma PULITO. Ed è questo quello che conta; gli asciugamani, se usati, venivano cambiati ogni giorno.

Consigliamo vivamente il Reem Hotel!!! Sistemate le valige decidiamo di fare un giro per Notting Hill. Forse inferiore alle nostre aspettative, ma non è male. È pieno di negozi di musica e i vinili non costano molto.

A questo punto pensiamo di andare a vedere i famigerati grandi magazzini Harrod’s. L’unico problema è che non sappiamo dove siano. A una ragazza che aspetta la metro dico semplicemente la parolina magica: “Harrod’s”, guardando verso la mappa della metro. Lei sorridendo mi indica la fermata: Knightsbridge.

Tutti quelli a cui abbiamo chiesto informazioni sono stati gentilissimi e per niente scostanti come si dice di solito degli inglesi.

Arriviamo all’illuminatissimo palazzo che ospita i grandi magazzini; all’entrata due guardie ci impongono di toglierci gli zaini dalle spalle e portarli a mano; sinceramente non abbiamo ben capito il senso di questa presunta misura di sicurezza. Comunque cominciamo il giro e ci rendiamo conto che l’unico piano dove sia accessibile l’acquisto ai comuni mortali sia il primo, dove acquistiamo qualche bel souvenir. La visita dell’immenso palazzo ci prende più tempo del previsto

  • 789 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social