Londra di corsa con gli Spurs nel cuore

“Andrò a Londra solo quando troverò il modo di vedere una partita del Tottenham”. Ho ripetuto per anni questa frase, diventata quasi una scusa per non andare a vedere una città che tutti mi raccomandavano e che invece non mi ...

  • di Matteo Grazzini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

“Andrò a Londra solo quando troverò il modo di vedere una partita del Tottenham”.

Ho ripetuto per anni questa frase, diventata quasi una scusa per non andare a vedere una città che tutti mi raccomandavano e che invece non mi ha mai ispirato.

E non dovevo andarci nemmeno in questa estate del 2007: mi immaginavo a Ibiza o su qualche isola greca con gli amici poi, tra quello che lavora, quello che fino al 16 non c’era e quello che non può star fuori di casa per troppi giorni... mi sono ritrovato a organizzare un viaggio “in solitaria”. E mentre mi scervellavo per trovare una meta navigando in Internet sono finito nel sito del Tottenham per vedere il calendario della Premierleague.

14 agosto, Tottenham-Everton: “E’ la prima della stagione in casa, il biglietto non mi tocca neanche a pregare in cinese però iscrivermi alla lista degli Spurs Members non mi costa nulla e appena apre la prevendita on-line ci provo...”.

E così il 25 luglio ho cliccato su “Buy ticket” e, miracolo, mi sono aggiudicato un biglietto nella North Stand, secondo anello. In pieno marasma ho “realizzato” che avevo il biglietto ma mancavano aereo e albergo: troppo tardi per gli affaroni con le low cost e così mi sono dovuto accontentare di un Easyjet Pisa-Londra Gatwick e ritorno a 198 euro, mentre per l’hotel, per il quale ho avuto più tempo per cercare, mi sono affidato a www.Booking.Com, come sempre il migliore.

Aereo e spostamento Volo in perfetto orario e arrivo a Gatwick alle 18,45 inglesi. Da lì ci sono più scelte per arrivare a Londra: la più veloce e costosa è il Gatwick Express, che senza fermate porta a Victoria Station. Io, per due motivi, ho scelto la linea First Capital Connect: primo perché porta fino a King’s Cross, vicino all’albergo prenotato, e secondo perché costa meno di tutte le altre soluzioni (17 sterline A/R) e il treno impiega solo un quarto d’ora in più rispetto all’Express pur fermandosi anche a London Bridge e a Blackfriars.

E proprio sul ponte tra queste due stazioni ho visto per la prima volta il Tamigi, con tanto di tramonto.

Hotel Londra è notoriamente cara e i prezzi degli alberghi non sfuggono certo a questa dura realtà. Così anche in questo caso a decidere è stato il rapporto prezzo/qualità, anche se il vincolo principale è stato quello di essere in centro o in zone limitrofe, per non perdere negli spostamenti troppo tempo del poco a disposizione.

Dopo aver scartato due singole a 35 sterline a notte in alberghi con valutazioni basse fatte dai clienti di Booking ho scelto con assoluta convinzione il Crestfield Hotel, in Crestfield Street, a 50 metri dalla stazione di King’s Cross: valutazione di Booking 6,5 e 40 sterline a notte con colazione.

Valutazione che condivido in pieno: piccolo ma pulito, con bar nuovo di zecca e sempre aperto per i clienti, reception 24 ore su 24, piccolo giardino interno e Jack, un canetto nero di razza Scottish (?) ad accoglierti sulla porta. La stanza ovviamente piccola (3 metri per due o poco più), con il solo lavandino, mentre il bagno con doccia era nella stanza accanto. Come le altre tre singole vicine è stata ricavata nel piano interrato ma la finestra dava sulla via, molto silenziosa perché chiusa al traffico (tranne quello dei residenti). In più un mini armadio aperto (stile garitta da soldato), scrivania, due specchi, televisore (con quattro canali...), asciugacapelli e bollitore con bustine per il thè o per il latte.

La colazione non è certo da albergo internazionale ma, almeno per me, più che sufficiente: quattro fette di pan carrè tostate, burro, marmellate di tre tipi, corn flakes, succhi di frutta (pompelmo e arancia), thè, latte, caffè e acqua

  • 166 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social