Capodanno a Londra

Città cosmopolita e alla moda, Londra da sempre esercita un fascino particolare sugli italiani. La Regina, le guardie con le peculiari uniformi, i parchi, il Tamigi, il Big Ben, il Tower Bridge, i musei, gli autobus a due piani, le ...

  • di nonsolonapoli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Città cosmopolita e alla moda, Londra da sempre esercita un fascino particolare sugli italiani. La Regina, le guardie con le peculiari uniformi, i parchi, il Tamigi, il Big Ben, il Tower Bridge, i musei, gli autobus a due piani, le caratteristiche cabine telefoniche, l'eleganza dei Sir inglesi, la multietnicità, la moda inglese che da diversi punti di vista (come musica, tipo di abbigliamento ecc) precede quella italiana di alcuni anni, i pub, chinatown, ristoranti di tutte le nazionalità, le vie dello shopping (Oxford street, Regent street, Carnaby street ...) ecc., probabilmente tutto questo e tant'altro contribuisce a generare quell' originalità e fascino che attira numerosi visitatori a Londra ogni anno. In particolare Londra è sempre stata per me, come credo per molti italiani, il simbolo della più bella capitale europea dove trascorrere la notte di Capodanno. Ed è per questo che ho organizzato il Capodanno in questa fantastica città coinvolgendo la mia ragazza e il mio storico compagno di viaggi Riccardo con la sua compagna. Questo viaggio a Londra, che prevedeva 4 notti e 3 giorni pieni, l'ho organizzato principalmente per trascorrere il Capodanno in modo originale in questa fantastica città. Per questo motivo, differentemente da come normalmente amo fare, non ho visitato nessun monumento o museo dall'interno (ad eccezione del Natural History Museum), ma mi sono limitato ad esplorare le zone più importanti della città addentrandomi, come mio solito, anche nei vicoli più bui ad ammirare i monumenti da fuori, nonché ho dedicato circa metà del mio tempo (1 gg e mezzo) allo shopping. Insomma questa è stata prettamente una vacanza di svago e non certo culturale. Premetto che io sono già stato a Londra circa 8 anni fa ed allora visitai i principali musei e monumenti, in ogni caso mi riprometto al più presto di ritornare per una visita anche culturale.

Tutto il viaggio è stato organizzato da me e tutte le prenotazioni sono state fatte da me in Italia via internet.

28 DICEMBRE: Partenza da Napoli. Eurostar Napoli (15:30) – Roma Termini (17:16) (22€/pers). Spostamento in metropolitana Roma Termini - Anagnina (1€/pers). Spostamento in autobus stazione metropolitana Anagnina (molo 1) - Aereoporto di Ciampino (passa ogni 40 min, impiega circa 30 min senza traffico e costa 1€/pers). Volo aereo con la compagnia low-cost RyanAir: Roma Ciampino (20:30) - Londra Stansted (22:30); purtroppo l'aereo ha fatto 60 minuti di ritardo e quindi siamo arrivati all'aeroporto di Stantsed alle 23:30. La temperatura era circa -4° (siamo al 28 dicembre) e c'era molta neve (insomma faceva un freddo insopportabile). In più lo Stansted Express, ovvero il treno che effettua collegamenti veloci dall'aeroporto di Stansted a Liverpool Street station non funzionava quindi abbiamo dovuto prendere necessariamente l'autobus della Terravision che fa Stansted Airport (12:00) - Victoria Station (01:00) (8.5£/pers). All' 01:00 dalla stazione di Victoria, spaesati e molto infreddoliti, dopo aver mangiato un kebab, patate con maionese piccante e una coca (tutto squisitamente buono) da un libanese di fronte la stazione, abbiamo preso 2 bus notturni per giungere all'albergo (N 38 da Victoria Station - Hide Park Corner e N97 Hide Park Corner - Gloucester Road Station [1.2£/pers]). Quindi, molto stanchi ed infreddoliti, abbiamo raggiunto il nostro Ambassador Hotel, in 16 Collingham Road (quartiere di South Kensington, 5 min a piedi dalla stazione della metropolitana di Gloucester Road), prenotato via internet

  • 5218 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social