13 giorni in Scozia

13 giorni in Scozia di Luisa e Mauro 05 - 17 Agosto 2006 Km 2600 Dopo circa 4 mesi di preparazione finalmente siamo approdati in questa terra fantastica, dove la natura con i suoi 1000 colori ci ha veramente stregato. ...

  • di lu.gardoni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

13 giorni in Scozia di Luisa e Mauro 05 - 17 Agosto 2006 Km 2600 Dopo circa 4 mesi di preparazione finalmente siamo approdati in questa terra fantastica, dove la natura con i suoi 1000 colori ci ha veramente stregato. Sia l’aereo che la macchina li abbiamo prenotati circa un mese prima tramite internet (volo Ryanair e macchina della Hertz).

Per la documentazione abbiamo tratto molti spunti dai racconti di viaggio trovati su questo sito e poi ci siamo fidati della Lonely Planet.

1°Giorno: Sabato 05/08/06 Arrivati all’aeroporto di NEWCASTLE (Vi consigliamo di atterrare in Inghilterra perché si risparmia una cifra rispetto agli altri scali scozzesi) abbiamo ritirato la nostra macchina. Per nostra fortuna, nonostante avessimo richiesto una Ford Fiesta, ci è stata assegnata una Ford Focus (avevamo dei bagagli troppo voluminosi!). La prima sera abbiamo percorso 290 km da Newcastle a BALLOCH situato sul Loch Lomond, attraversando la città di Glasgow (senza però visitare la città, come consigliato da molti “Turisti per caso”).

Il B&B (già prenotato dall’Italia), dove siamo stati accolti da una simpatica coppia, è molto carino: Tigh-na-Roune, Mollanbowie Road, Balloch (tel 01389/755547 - £ 60 la camera) 2° Giorno: Domenica 06/08/06 La nostra prima sveglia in terra scozzese non poteva iniziare in modo migliore: PIOVE! Già dal primo giorno abbiamo provato la Scottich Breakfast, che non è niente male, ma un po’ pesantina. Partiamo in direzione ‘The North’. Passiamo LUSS (piccolo paese sul lago con le casette circondate da 1000 fiori) e arriviamo a INVERARAY sul LOCH FYNE dove facciamo un veloce giro per le vie del paese e guardiamo il suo castello, solo da fuori in quanto è chiuso. Facciamo un’infinità di soste per fotografare il paesaggio che cambia ad ogni curva. Proseguiamo: sul LOCH AWE vediamo le rovine del KILCHURM CASTLE, facciamo un breve giro per OBAN, guardiamo da fuori il DUNSTAFFNAGE CASTLE e il STALKER CASTLE (in una posizione bellissima) fino ad arrivare a FORT WILLIAM. Qui cerchiamo subito un posto dove dormire. Siamo fortunati. Prima di arrivare in paese troviamo un piccolo B&B: Chenderoh Guest House, Achintore Road, Fort William (tel 01397/704689). Niente di particolare, ma pulito (£ 50 la camera).

La sera ceniamo da “Grog & Groel” come indicato sulla Lonely Planet. Ma è prestissimo, sono le 20,00 è c’è ancora chiaro e quindi decidiamo di andare a vedere l’INVERLOCHY CASTLE, appena fuori paese.

3° Giorno: Lundedì 07/08/06 Oggi ci aspetta la tappa più lunga: l’ISOLA DI SKYE.

Passiamo vari Loch, uno più bello dell’altro ed arriviamo all’EILEAN DONAN CASTLE. La sua posizione è molto suggestiva, ma decidiamo di non visitarlo per la troppa gente e per i molti km che dobbiamo ancora fare. In compenso scattiamo un bel po’ di foto da ogni angolazione. Qui incontriamo pure un ragazzo in kilt che suona la cornamusa. Attraversiamo lo Skye Bridge e ci dirigiamo in direzione ovest dell’isola. Il paesaggio cambia continuamente: le CUILLINS HILLS, montagne molto belle, sullo stile delle nostre dolomiti, che si innalzano direttamente dal mare; poi un susseguirsi di sali e scendi da TALISKER BAY fino a DUNVEGAN, dove cerchiamo di vedere il castello, ma è nascosto da un bosco. Prima di dirigerci verso la penisola TROTTERNISH puntiamo verso PORTREE, alla ricerca di un posto per la notte. Siamo fortunati, troviamo posto in un grazioso B&B tutto color viola: Viewmount, Viewfield Road, Portree (tel 01478/612570 - £ 60 la camera) Lasciati i bagagli ripartiamo per visitare quella che secondo noi è la parte più bella e affascinante dell’isola, peccato solo per i “passing place” che ti impegnano un po’ troppo alla guida e ti impediscono di apprezzare al meglio i paesaggi davvero splendidi. Prima incontriamo UIG, minuscolo paesino di case bianche su una bellissima baia. KILMUIR con il museo dei Croft (piccola rivisitazione della vita sull’isola nel secolo scorso), STAFFIN BAY dominata dalla bellissima scarpata basaltica di QUIRAING, le KILT ROCK FALLS (rupe di basalto colonnare, le cui nervature sono state paragonate alle pieghe di un kilt), OLD MAN OF STORR (pinnacolo sempre di basalto che si erge per 50m) per tornare infine a PORTREE. Il porto con le sue case tutte colorate è veramente grazioso

  • 1210 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social