Fantastica Scozia: Glasgow, Orcadi e ritorno

Ciao a tutti, mi chiamo Gianpietro, non è la prima volta che scrivo i racconti dei miei viaggi in questo meraviglioso sito. Vi voglio raccontare l’esperienza delle vacanze trascorse in Scozia dall’11 al 21 Agosto 2006 Presento subito i miei ...

  • di Gianpietro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao a tutti, mi chiamo Gianpietro, non è la prima volta che scrivo i racconti dei miei viaggi in questo meraviglioso sito.

Vi voglio raccontare l’esperienza delle vacanze trascorse in Scozia dall’11 al 21 Agosto 2006 Presento subito i miei compagni di viaggio: Michele, Giulio e Fabrizio.

La scelta di una meta così ambita per le ferie estive era stata decisa già ai primi di luglio prenotando il volo andata e ritorno Bergamo/Prestwick Airport of Glasgow con un volo della Ryanair prenotato via internet.

Premetto subito che grazie ad internet abbiamo potuto prenotare e fissare tutte le notti nei B&B dove abbiamo dormito oltre anche alle prenotazioni dei traghetti per le isole di Mull e Orcadi. Fattore fondamentale e assolutamente necessario per evitate spiacevoli sorprese di non trovare posto. Parlerò di quest’argomento più avanti durante il mio racconto.

Il nostro itinerario, studiato a tavolino abbastanza dettagliatamente prevedeva appunto la visita della Scozia in senso antiorario, visitando l’isola di Mull, salendo verso le highlands sempre costeggiando il mare, passando per la cittadina di Fort William, poi arrivando ad Ullapool, proseguendo lungo le highlands fino al Cape Wrath, il punto più a nord/ovest della Scozia, quindi la visita delle isole Orcadi, per poi riscendere verso Inverness, visitare il lago di Loch Ness, per arrivare poi ad Edimburgo e rientrare in Italia sempre dall’aeroporto di Prestwick che si trova a 50 Km circa ad ovest di Glasgow.

Da un chilometraggio stimato in 1500 Km alla fine del viaggio ne abbiamo percorsi in totale 2200 corrispondenti a circa 1360 miglia, sì perché in Scozia come in tutta la Gran Bretagna, le macchine hanno il contachilometri in miglia e la guida è a sinistra, naturalmente.

Per la guida, non ci sono stati grossi problemi per il fatto che io avevo già avuto esperienza di guida in Gran Bretagna e i miei amici sono stati ben felici di lasciarmi guidare per tutto il viaggio...! Ecco che per affrontare le strade della Scozia avevamo in ogni caso bisogno di una macchina abbastanza comoda dove potessimo caricare le nostre valige nel bagagliaio e che avesse un buon motore per le strade spesso strette e tortuose del nord dell’isola. La scelta di una Passat sw a gasolio si è rilevata perfetta per le nostre esigenze.

Venerdì 11 Agosto.

Il volo dall’aeroporto Orio al Serio di Bergamo atterra perfettamente in orario a Prestwick, dove dopo i severi controlli della sicurezza e ritirata la macchina iniziamo la nostra avventura in terra di Scozia dirigendoci verso la piccola cittadina sul mare d’Ayr.Nel nostro primo B&B proprio di fronte al mare dormiremo la prima e l’ultima notte delle nostre vacanze. Arrivati in loco nel pomeriggio decidiamo subito di visitare uno dei famosi castelli che sono sparsi in tutta la Scozia. A circa 10 km a sud si trova il Culzean Castle.

Rientriamo in paese verso ora di cena per mangiare in un pub, classico ritrovo degli scozzesi amanti della birra. Restiamo abbastanza delusi, quando la ragazza del pub ci dice di fare in fretta ad ordinare perchè la cucina stava per chiudere; erano solo le 19 e 40. Infatti, i pub scozzesi restano aperti fino ad ora tarda per gli accaniti bevitori di pinte di birra, ma per mangiare bisogna affrettarsi entro l’ora stabilita o andare nei ristoranti.

Sabato 12 Agosto.

Comincia la vera vacanza scozzese.

In una bella mattinata di sole ci dirigiamo verso nord. La destinazione è Oban.Seguendo la costa ci fermiamo nel grazioso paesetto di Largs dove vediamo i traghetti che portano i turisti nella piccola isola di fronte

  • 6333 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social