TOUR della SCOZIA IN 10 giorni

Abbiamo iniziato a organizzare il nostro viaggio in Scozia con più di un mese di anticipo. Questo ci ha permesso di prenotare il volo ad un costo piuttosto contenuto. La lettura dei vari racconti di viaggio ci è stata molto ...

  • di sarahh
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

(Villa Nina GuestHouse - 39 Leamington Terrace, Edinburgh, EH10 4JS) 04.08.06 EDINBURGO Giornata interamente dedicata alla visita di Edinburgo, in particolare del castello, dove ci restiamo per ben 4 ore, assistendo anche al ‘One o’clock gun’, colpo di cannone sparato ogni giorno esattamente alle 13 dai bastioni del castello. Dopo aver percorso tutto il Royal Mile, dal castello fino alla nuova avveniristica sede del parlamento scozzese, prendiamo l’autobus per spingerci fino a Portobello, quartiere tranquillo in riva al mare, dove facciamo una breve passeggiata sulla spiaggia. Rientriamo in città, cenetta in un ristorantino vegetariano ed equo e solidale della New Town e rientro in autobus al B&B, sfruttando il conveniente ‘One day ticket’.

05.08.06 EDINBURGO – STONEHAVEN Partiti da Edinburgo, ci dirigiamo verso St.Andrews, dove facciamo una piacevole passeggiata. Lungo il cammino ci fermiamo a guardare i resti della cattedrale, alcune idilliache sedi di facoltà universitarie, la bella spiaggia e alcuni giocatori di golf in azione all’‘Old Course’. Ripartiamo passando per il castello di Glamis, dove ci gustiamo il percorso del viale di ingresso ma niente di più. Arriviamo al B&B, che si trova in aperta campagna qualche miglio a sud di Stonehaven e da qui ripartiamo per fare visita al castello di Dunnottar e al paesino di Stonehaven. Il castello di Dunnottar rimane una tra le mete più belle e sorprendenti di questo tour, grazie anche al bel sole e alla calda temperatura. Prima di tornare al B&B, facciamo un giro per il vicino paese di Catterline, che ci sorprende per la sua scogliera, le poche case e il suo unico ristorante affollato alla fine di una strada senza uscita.

(B&B Upper Crawton – Catterline, Stonehaven, AB39 2TU) 06.08.06 STONEHAVEN – INVERNESS Si parte per Inverness, percorrendo una strada alternativa consigliata dal proprietario del B&B, che passa per i paesi di Banchory e Ballater, quindi accanto a degli impianti sciistici che ci lasciano un po’ perplessi, poi per Tomintoul. A questo punto facciamo una deviazione per fare visita alla distilleria di Glenlivet. Qui partecipiamo a una interessante visita guidata (gratuita) della distilleria con spiegazione del processo di produzione del whisky e degustazione finale. Confidando in quanto dice la Routard, decidiamo di non comprare il whisky pensando di trovarne a prezzi migliori nei negozi fuori. Nel seguito del viaggio non riusciremo mai a trovare il whisky Glenlivet invecchiato 18 anni assaggiato nella distilleria! Arriviamo a Inverness nel primo pomeriggio, per cui decidiamo di proseguire in macchina e fare il giro del lago di Lochness prima di andare al B&B in centro a Inverness. Il giro del Lochness si rivela più lungo dell’atteso ma permette di vedere paesaggi sorprendenti e sempre diversi. Sosta a Fort Augustus e al castello di Uruquhart. In serata passeggiata per Inverness, che non ci entusiasma moltissimo.

(B&B Mokoia - 31 Greig Street, Inverness, IV3 5PX) 07.08.06 INVERNESS – JOHN O’GROATS Dopo aver lasciato il B&B tenuto in modo non proprio impeccabile da un inglese di Liverpool, patito di calcio, trasferitosi con la moglie a Inverness, facciamo una breve visita al vicino supermercato Tesco e poi partiamo verso l’estremo nord della Scozia. Facciamo sosta al castello di Dunrobin, vicino al paese di Golspie. Facciamo due passi per ammirare il castello dal mare ma non entriamo a visitarlo. Successivamente ci fermiamo a Wick, dove facciamo una passeggiata per il centro nonostante il vento piuttosto forte. Quindi riprendiamo l’auto facendo una piccola deviazione per visitare il castello di Sinclair. L’accesso alle rovine del castello è chiuso perché sono in corso i lavori di restauro, ma la passeggiata in mezzo al nulla per raggiungerlo, il vento forte e il paesaggio che si ammira dal posto è veramente molto suggestivo. Arriviamo nel pomeriggio al B&B, qualche miglio a sud di John O’Groats. Dopo la sosta (dalla camera si gode di una bella vista sul mare e sulla scogliera), ci rechiamo a John O’ Groats, paesino minuscolo, praticamente deserto, dove troviamo un posto per cenare. Prima del buio riusciamo a raggiungere il Dunnet Head e ce ne restiamo un po’ lì a gustarci l’estermo nord, a resistere al vento forte e a scrutare le Orkney Islands, a momenti illuminate dal sole e subito dopo annebbiate dalla pioggia

  • 10331 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social