Tour Scozzese

Pubblico qui l'itinerario del viaggio in Scozia che ho fatto con il mio fidanzato e che si è concluso da qualche giorno. 7 giorni in giro per la Scozia (3-10 luglio 2006) Informazioni generali: Un bel viaggio in Scozia puo’ ...

  • di elys
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Pubblico qui l'itinerario del viaggio in Scozia che ho fatto con il mio fidanzato e che si è concluso da qualche giorno.

7 giorni in giro per la Scozia (3-10 luglio 2006)

Informazioni generali:

Un bel viaggio in Scozia puo’ essere organizzato senza l’aiuto di agenzie di viaggio. Potete farlo voi, definendo prima un itinerario e cercando poi le sistemazioni per la notte.

Vi consiglio caldamente di prenotare tutte le sistemazioni in anticipo, via email o via telefono. Ci vuole forse un po’ di tempo per le ricerche ma una volta definito il vostro itinerario sarà molto piu’ facile. Per quanto riguarda le sistemazioni, vi consiglio Bed&Breakfast di 3 o 4 stelle (o anche Guest Houses, che sono già piu’ simili a degli hotel ma i cui prezzi possono ancora essere accessibili). Come fare per trovarli? Noi abbiamo utilizzato due risorse (molto utili): il fantastico sito internet Undiscovered Scotland (con tanti tanti links) e poi le brochures (che potrete ottenere gratuitamente) inviateci dal servizio turistico scozzese. Per ottenerle andate sul sito (visitscotland.Com) e richiedetele (ne esiste una per ogni zona della Scozia e sono davvero molto complete).

Ovviamente l’automobile è assolutamente necessaria per muoversi. Noi abbiamo noleggiato presso la Sixt ma ce ne sono anche altre (vi lascio la scelta e il confronto dei prezzi).

Consigli sulle sistemazioni: cercate camere con servizi en-suite (se volete toilette private, come in un hotel). Se trovate invece stanze con “private facilities”, cio’ puo’ voler dire (non sempre pero’) che disporrete di un bagno, solo per voi, che pero’ si trova fuori dalla stanza. Vi conviene quindi chiedere chiarimenti se non siete sicuri. La sigla p.P.P.N. Significa “per person per night” ed è la maniera in cui vengono calcolati i prezzi.

Per calcolare il vostro itinerario (la maggior parte dei B&B vi richiederanno di comunicargli un orario di arrivo approssimativo), avrete bisogno di sapere i tempi di percorrenza. Visto che le strade non sono sempre molto veloci, vi consiglio di utilizzare il sito della Via Michelin: il servizio che vi permette di calcorare gli itinerari è molto utile. Noi lo abbiamo sperimentato: i tempi di percorrenza sono molto precisi. Sempre in tema di velocità: rispettate i limiti di velocità e state attenti ai rilevatori (ce ne sono molti).

Itinerario:

Primo giorno: arrivo a Edimburgo. Abbiamo scelto di volare da Milano Orio al Serio a Londra (con Ryan Air) e poi da Londra a Edimburgo (con EasyJet). Per quanto ci riguarda la scelta è stata dettata da esigenze di itinerario. Una volta arrivati ci siamo diretti verso la nostra sistemazione per posare i bagagli e darci una rinfrescata (anche se la temperatura era tutt’altro che estiva). Avevamo prenotato via email presso l’Abcorn Guest House (prezzo concordato: 37£ a persona. La stanza era enorme, bellissima ed il padrone di casa molto gentile. Dopo esserci sistemati siamo partiti per andare a visitare la bellissima Rosslyn Chapel (troverete delle foto nella pagina dedicata alla Scozia). Atmosfera incredibile (leggete bene la piccola guida che vi daranno all’ingresso). Curiosità: nella stessa cittadina (Rosslyn) si trova anche il centro ricerche biologiche dove è stata clonata la pecora Dolly. Dopo questa splendida visita ci siamo diretti verso Melrose (avevamo previsto di visitare le Abbazie del Sud). Purtroppo, avendo accumulato del ritardo sulla tabella di marcia, non abbiamo potuto completare il giro e ci siamo fermati a cena in questa piccola ma pittoresca cittadina. In ogni caso, vi consiglio di fare il giro delle Abbazie del Sud (seguendo il link ne troverete l’itinerario completo).

Secondo giorno: la mattina abbiamo visitato il castello di Edimburgo e abbiamo fatto un giretto nel centro della città (vi consiglio di percorrere il Royal Mile, un miglio di strada che parte dal castello). Dopo pranzo siamo partiti in direzione del Loch Lomond, piu’ precisamente Luss, dove avevamo prenotato una camera. La sistemazione scelta era la Shantron Farm: una fattoria in riva al lago. Prezzo concordato: 30£ per persona. Questa sistemazione ci è rimasta nel cuore: avevamo una bellissima stanza vista lago, con tanto di giardinetto. Da non dimenticare la gentilezza della padrona di casa. Una volta arrivati abbiamo esplorato un po’ la pittoresca cittaddina di Luss.

Terzo giorno: Partiti da Luss in direzione di Oban. Sulla strada ci siamo fermati a visitare il bellissimo Inveraray Castle. Una volta arrivati ad Oban (bellissima cittadina sul mare) abbiamo visitato la distilleria Oban. La visita ci ha permesso di scoprire il processo di produzione del whisky in questa distilleria ancora molto tradizionale e di dimensioni ridotte. Siamo poi partiti alla volta di Mallaig (il porto da cui abbiamo preso il traghetto per l’isola di Skye). Abbiamo seguito la bellissima “Strada per le isole” (la strada che da Oban passa per Fort William) che si snoda tra bellissime vallate, laghetti, foreste. Solo una cosa: la strada non è molto veloce (almeno 2h30). Ah dimenticavo: attenzione ai passing places! Per quanto riguarda il traghetto da Mallaig: potete trovare tutti gli orari sul sito della Calmac e potrete anche prenotare su internet i vostri biglietti (a mio avviso vi conviene prenotare un pochino in anticipo, specialmente se viaggiate in auto e nei mesi estivi). Il traghetto da Mallaig al porto di Armadale ci mette circa 30 minuti. Una vota sbarcati ci siamo diretti verso Portree (la capitale dell’isola), dove abbiamo pernottato. La nostra sistemazione, la bellissima Viewfield House (casa ottocentesca del clan MacDonald), ci ha piacevolmente stupito. Dopo cena abbiamo gustato un buon whisky davanti al camino (acceso!).

Quarto giorno: dopo aver visitato la città di Portree, abbiamo cominciato il nostro giretto dell’isola di Skye. Non ci sono parole per descrivere i panorama che abbiamo potuto vedere. In particolare, abbiamo risalito la costa est lungo la A855. Sulla strada vi esorto a notare (e a fotografare): The Storr, Kilt rock, Quiraing. Successivamente siamo scesi lungo la costa ovest (sempre sulla A855). Avremmo dovuto visitare il castello di Duvengan ma un ritardo sulla tabella di marcia ci ha costretti a dirigerci direttamente alla nostra prossima destinazione: la distilleria Talisker. Dopo la visita ci siamo diretti sulla “terra ferma” tramite il ponte Kyle of Lochalsh. Quindi ci siamo diretti a Dornie dove sorge il bellissimo Eilean Donan Castle. Non abbiamo potuto visitarlo ma ci ha davvero impressionati. La nostra prossima destinazione è stata Gairloch, una splendida cittadina a nord. Vi raccomando di andare a vedere il faro Rua Reidh. Questo faro è anche un B&B. Nno abbiamo trovato posto (quindi se volete provare l’esperienza di dormire un faro vi consiglio di prenotare con largo anticipo). In compenso abbiamo pernottato presso la Kerrysdale House (un B&B a 3 stelle con private facilities). Buona sistemazione, immersa nel verde (25£ a persona).

Quinto giorno: da Gairloch ci siamo diretti a Inverness per fare una sosta. Sinceramente la città non ci è piaciuta tantissimo. Da qui siamo ripartiti verso Elgin: una bellissima cittadina nella campagna scozzese. Abbiamo pernottato presso l’Ardgye House (24£ pppn). Sistemazione da CONSIGLIARE ASSOLUTAMENTE: casa Edwardiana immersa nel verde e Kevin (il padrone di casa) è stato simpaticissimo e molto disponibile.

Sesto giorno: ripartiti a malincuore, ci siamo diretti verso Aberdeen da dove abbiamo poi iniziato il Tour del Royal Deeside. Durante la sosta ad Aberdeen abbiamo visitato il Museo Marittimo (da consigliare se volete scoprire la storia di questo porto naturale che ha dato tanta fortuna alla città). Il Tour del Royal Deeside (un percorso fra i castelli che si snoda nella bellissima valle del fiume Dee) si è concluso a Braemar, dove avevamo prenotato una camera presso il Craiglea B&B (a 26£ pppn). Buona sistemazione. Dopo cena abbiamo fatto una passeggiata in auto nella foresta e abbiamo potuto vedere (abbastanza da vicino) dei cervi. Una zona magnifica

  • 485 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social