Franciacorta e Lago d'Iseo

Weekend tra Franciacorta e Lago d'Iseo... enogastronomia e paesaggi

  • di massimino2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Giovedi’ antecedente Pasqua, partenza da Ferrara a metà mattina circa e percorrendo la Transpolesana fino Verona prima e l’autostrada A4 Venezia/Milano poi, in un paio d’ore siamo in zona Franciacorta, uscita Rovato. Essendo ormai ora di pranzo, ci dirigiamo in località Nigoline (Corte Franca), presso l’agriturismo Solive. La scelta sembra ottima, sia gli esterni, che gli interni della struttura, sono veramente belli. Qui si possono assaporare le loro specialità come i buonissimi tortelli di carne al burro fuso e l’arrosto di manzo con olive taggiasche e uva bianca o in alternativa con noci e gongorzola, il tutto accompagnato da un franciacorta Brut Docg prodotto direttamente dall’azienda, cosi’ come le carni. Infatti l’agriturismo e’ affiancato all’azienda Tenuta Bariselli che gestisce circa 30 ettari di terreno di cui 28 a vigna, e che gestisce anche l’allevamento di carni bovine e suine.

Contenti per l’ottima scelta, ci dirigiamo in direzione Borgonato, dove, nel pomeriggio, avevamo precedentemente prenotato una visita/degustazione presso la cantina Berlucchi. Accompagnati nella visita dal simpatico e bravissimo sig. Marcello, percorriamo un itinerario che ci porta nella zona delle cantine storiche e successivamente a quelle piu’ moderne, con spiegazioni di come, dalla terra al consumatore, vengono lavorati i prodotti, il tutto con assoluta professionalità e accompagnato da aneddoti e curiosità che rendono veramente piacevole l’itinerario. Non poteva mancare la degustazione finale svoltasi nella bellissima sala di palazzo Lana, sala assolutamente affascinante e che rende la degustazione ancora piu’ piacevole. Al termine della degustazione (il tutto con la visita durato circa 2 ore) non potevamo andarcene senza aver prima acquistato almeno un paio di bottiglie,da poter gustare e assaporare nella tranquillita’ di casa al nostro ritorno.

Lasciata la cantina Berlucchi ci dirigiamo verso Iseo, localita’ scelta come base per i due pernottamenti programmati. Ci dirigiamo verso il B&B La Terrazza, in zona centro storico, dove ci attende una disponibilissima padrona di casa. La camera e’ molto bella e pulita e anche questa scelta si rivela azzeccata. Sistemati i bagagli usciamo per una visita al paese. Iseo si presenta borgo molto carino, con possibilita’ di passeggiata lungo lago, un paio di piazzette accoglienti e alcune vie da percorrere nella zona vecchia. Oltre al castello Olofredi, da visitare le tre chiese, Pieve di S.Andrea, S.Maria della Neve e S.Maria del Mercato Dopo un veloce riposo in camera, considerato l’abbondante pranzo consumato, decidiamo di cenare in pizzeria presso ristorante/pizzeria Leon D’Oro, situato fronte lago. La pizza si rivela di buona qualita’. L’indomani, dopo aver consumato una buona colazione al nostro B&B, assistiti dalla fortuna che ci regala una bella giornata di sole, ci imbarchiamo sul traghetto che da Iseo porta a Peschiera Maraglio, borgo situato a Monte Isola, l’isola lacustre piu’ grande d’Europa.

L’impatto con Peschiera M. è veramente ottimo, si respira una velata aria di grande tranquillita’ (probabilmente non sara’ esattamente così nei periodi di maggior afflusso turistico), ed un profumo di zona lacustre inconfondibile. Nostra intenzione era di procedere al giro completo di Monte Isola noleggiando una bicicletta, ma ci dicono che nelle giornate di venerdì (almeno in questo periodo), il punto noleggio è chiuso e quindi nostro malgrado decidiamo di effettuare il giro completo, circa 9 Km, a piedi. Questa scelta forzata si rivela successivamente la scelta migliore, in quanto con assoluta tranquillita’, ammirando i vari paesaggi che progressivamente si aprono lungo il percorso e visitando i piccoli borghi situati lungo il perimetro dell’isola, in circa 2 ore mezza effettuiamo il giro completo. Progressivamente incontriamo i borghi di Carzano, Siviano, Singhignano, Menzino e Sensole, e tutti offrono scorci ed angoli veramente affascinanti. Lateralmente, sia a destra che a sinistra di Monte Isola, si possono ammirare rispettivamente le due piccole stupende isolette di Loreto e di S.Paolo. Ci sarebbe anche l’opportunità di salire, impiegando circa 1 ora di cammino (con in alternativa, l’opportunità di arrivare con il bus fino al paese di Cure, piu’ altri 20 minuti circa di cammino), in cima al colle dell’isole per visitare il santuario della Madonna della Ceriola da cui e’ possibile godere di un panorama stupendo. Questa opportunita’ per il momento la lasciamo perdere e la preserviamo per un eventuale ritorno a Monte Isola. Arrivati a Sensole ci fermiamo in un bar/ristorante situato proprio adiacente all’attracco dei traghetti, seduti all’aperto nel grazioso cortile, dove un prorompente sole primaverile rende piacevole il ristoro. La sosta è accompagnata dalla degustazione di un panino con una specialita’ del posto, il salame di Monte Isola. Nel pomeriggio dopo un’altra breve sosta a Peschiera M., ritorniamo in traghetto ad Iseo e ci dirigiamo in auto verso il paesino di Provaglio d’Iseo, situato a pochissimi Km di distanza, per visitare il Monastero di S.Pietro in Lamosa. Possiamo visitare solamente la chiesa, in quanto, ci dicono, il chiostro viene aperto solamente il sabato e la domenica dalle ore 10,00. Dallo spazio antistante la chiesa e’ possibile ammirare un bellissimo panorama direttamente sulla riserva naturale delle Torbiere del Sebino, oasi naturalistica affacciata sul lago

Annunci Google
  • 3451 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social