Viaggio nella Valle della Loira e una puntatina in Piemonte

Nella provincia francese lungo le rive della Loira e sorpresa finale a Varallo

  • di celegiga
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il viaggio si è svolto dall'11 al 24 Giugno e l'intento era quello di visitare la valle della Loira, con il suo dolcissimo paesaggio e i paesini mollemente adagiati lungo le sue rive. Non volevamo infatti visitare soltanto i castelli, che sono moltissimi e finiscono per risultare stancanti, ma alternare la visita ai castelli con quella delle città d'arte, della campagna, e magari fare anche una mini crociera sulla Loira. Purtroppo il tempo non è stato dalla nostra parte: in totale abbiamo potuto contare tre giorni pieni di sole su 14: per il resto si sono alternati giorni di pioggia più o meno intensa, vento, grigio e freddo, ragion per cui alla fine la visita ai castelli si è rivelata un'ottima soluzione per ripararci.

Partenza con la nostra auto da Roma la mattina dell'11 e arrivo a Torino dove abbiamo sostato per la prima notte. Visita veloce del centro la sera dopo un diluvio e, il mattino dopo di buon'ora, partenza per la Francia.

Abbiamo diviso il viaggio in tre tappe, corrispondenti a tre regioni all'interno delle quali ci siamo mossi partendo dalla città più importante e visitando altri centri minori.

- Prima regione: ANJOU, dal 12 al 16 Giugno, sistemazione ad Angers, dove siamo scesi in un delizioso B&B chiamato “Les Chambres de Mathilde”, situato in una strada tranquilla abbastanza vicina al centro. Dopo aver varcato un grande portone blu ci siamo ritrovati come per magia in un' altra epoca: un ampio corridoio con mobili d'epoca porta in un giardino sul quale affacciava la nostra camera. Questa è tutta arredata con mobili dell'Ottocento, non solo, ma anche suppellettili e foto alle pareti, tutti appartenenti alla famiglia del proprietario. Impeccabile la pulizia degli ambienti e il cambio della biancheria. La colazione era servita da un attento e gentilissimo proprietario in una elegante sala al primo piano, anch'essa arredata di tutto punto, con pianoforte, libreria e oggetti d'epoca, su di un grande tavolo accuratamente apparecchiato, addirittura con posate d'argento! A completare il quadro, un bel gatto disteso sul divano. Insomma, un posto indimenticabile! Siamo partiti subito alla conquista del centro nonché alla ricerca di un ristorante dove cenare, ma questa si è rivelata un'impresa difficilissima. Abbiamo imparato ben presto, a nostre spese, che in provincia la domenica è tutto chiuso (negozi ovviamente, ma anche ristoranti), e in parte anche il lunedì. Abbiamo imparato che in questi posti la vita scorre pigra e sonnolenta, e, nonostante il gran flusso di turisti, gli esercenti conservano anche in estate immutate le loro abitudini. Dunque, bisogna adeguarsi, e noi ci siamo adeguati andando a cenare in uno dei pochi ristoranti rimasti aperti, molto turistico. Il giorno dopo, visita della città: cattedrale e castello, con la sezione comprendente i famosi Arazzi dell'Apocalisse, un capolavoro del XIV sec.che occupa ben 103 metri di lunghezza. Il soggetto è molto interessante, ma ho trovato troppo buia la galleria costruita apposta per contenerli

  • 7244 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Fabio L.
    , 22/7/2016 12:31
    Le foto, purtroppo, non sei riuscita a caricarle. Ecco il link diretto per inserirle nel sito: http://turistipercaso.it/a/image/add. Quando le hai caricate avvisaci inviando un messaggio (alla redazione), così inseriremo una delle tue foto come immagine di copertina.
    Nel frattempo ti ringraziamo per averci inviato il tuo diario di viaggio.

    ps. il "Toc Toc" è sempre a questo indirizzo: http://turistipercaso.it/forum/t/70867/toc-toc-redazione.html :)
  2. celegiga
    , 21/7/2016 19:39
    Buonasera. Vorrei fare una segnalazione ma non riesco più a trovare "Toc toc redazione". Avevo allegato a questo diario 12 foto che però non vedo. Forse devo rimandarle? A chi mi devo rivolgere ? Grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social