Io parlo lituano, sempre più

La Lituania mi piace proprio, il viaggio dell’anno scorso è stato interessante, economico e divertente allo stesso tempo, inoltre ci sono tante altre cose che non ho ancora visitato e così decido di ritornarci anche quest’anno. 29 Aprile martedì Esattamente ...

  • di morisand
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro

La Lituania mi piace proprio, il viaggio dell’anno scorso è stato interessante, economico e divertente allo stesso tempo, inoltre ci sono tante altre cose che non ho ancora visitato e così decido di ritornarci anche quest’anno.

29 Aprile martedì Esattamente il giorno dopo il lunedì di Pasqua io e Alessandro partiamo per la Lituania.

Partiamo con il treno da Verona, arriviamo in stazione centrale a Milano e prendiamo il bus navetta per Malpensa (costo 5€). Da quest’anno c’è il volo diretto Milano Malpensa – Vilnius (195€ andata e ritorno) di gran lunga più economico, più comodo e più sicuro per i bagagli.

Arriviamo a Vilnius dove un’amica (Gaba) ci aspetta e ci accompagna al nostro alloggio.

I paesaggi sono ancora invernali, stranamente quest’anno la neve ha cominciato a cadere tardi ed è rimasta fino a tardi, così pur non essendoci particolarmente freddo e visto che la primavera è alle porte, ci godiamo anche dei bellissimi paesaggi innevati.

Anche quest’anno ho affittato un appartamento nel centro storico, ma questa volta è più congeniale, più vicino alla zona più movimentata (15€ a testa al giorno).

L’appartamento è in un palazzo situato all’interno di un piccolo borgo che pur essendo in centro è a dir poco da brividi, anche la mia amica Lituana è spaventata. Comunque all’interno l’appartamento è ristrutturato abbastanza bene ed è accogliente.

Depositiamo i bagagli e andiamo a casa delle nostre amiche Gaba e Inga dove io preparo una bella pasta alla carbonara abbinata ad un buon vino rosso “Valpolicella superiore” accuratamente scelto da Alessandro che è enologo (ingredienti della cena rigorosamente portati dall’Italia).

La serata si concluderà nel nostro locale preferito: il Brodvejus.

30 Aprile mercoledì Di buon mattino io e il mio compare ci svegliamo, non è poi tanto difficile visto che il sole comincia a sorgere presto e tutte le case lituane sembrano essere sprovviste di tapparelle o imposte.

Nei mesi estivi è sorprendente la quantità delle ore di luce, il buio completo c’è forse per 3 o 4 ore.

Andiamo alla stazione dei pullman e ci dirigiamo a Siauliai. In 4 ore e mezza arriviamo alla stazione centrale dove ci aspetta un’amica (conosciuta a Taizé). Ci porta a casa sua dove la madre ci riempie di cibo fino a scoppiare. Io contraccambio con dei prodotti italiani ...“bigoli al torchio” (pasta fresca) e del vino passito bianco (14° alcolici).

Dopo pranzo andiamo a visitare il posto che contraddistingue Siauliai, ovvero la “Collina delle Croci”. E’ chiamata collina ma non è una collina come intendiamo noi, in Lituania c’è solo ed esclusivamente pianura e in pratica quella che loro chiamano “collina” non è altro un grande ammasso di terra. Comunque a parte questo particolare, quello che ci accingiamo a vedere è a dir poco incredibile ... migliaia e migliaia di croci l’una vicino all’altra, legate tra loro, accatastate, di tutte le misure e di tutti i materiali immaginabili. Davanti a tutte si distingue quella di Papa Giovanni Paolo II con la dedica, “Thank you Lithuanians for this Hill of Crosses which testifies to the nations of Europe and to the whole World the faith of the people of this land ... 7.9.1993” “Grazie Lituani per questa Collina delle Croci che testimonia alle nazioni d’Europa e al Mondo intero la fede della gente di questa terra ... 7.9.1993” E in effetti nei giorni successivi mi renderò proprio conto che questo popolo ha una grande fede.

Il paesaggio ci lascia sbigottiti.

Più tardi torniamo in centro a visitare quello che resta della città; molto bella la cattedrale che al suo interno è completamente bianca candida

  • 752 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social