Weekend a Lisbona

In Portogallo un viaggio all’insegna dell’enogastronomia

  • di AMORE73
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 9
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il weekend in terra portoghese tra amici, organizzato a luglio del 2016 per febbraio 2017, nasce per trascorrere un fine settimana all’insegna del bacalao, del buon Vino Porto, del Vino Verde e del Pastis de Nata di cui tanto avevo sentito parlare in questi anni.

Ma andiamo con ordine: io (Daniela) mio marito Emiliano e gli amici Tiziano e Katia, Luca e Valentina, Cristina, Raffaella e Giovanni partiamo alla volta di Lisbona con il volo Easyjet da Malpensa nel pomeriggio freddino del 10 Febbraio 2017, con un costo totale andata e ritorno per 2 persone in 170 euro. il volo è durato 2 ore e mezza.

Arrivate in una Lisbona con una temperatura più mite, intorno alle ore 20, abbiamo provveduto a lasciare i nostri bagagli presso l’hotel Principe Lisboa situato alla fermata della metro Sao Sebastiao (essa è sulla linea rossa di cui è il capolinea per chi arriva dall’aeroporto con i mezzi pubblici e si raggiunge in 20 minuti di viaggio, COMODISSIMO, con un prezzo per il biglietto singolo di 1 euro e 45, ma il consiglio è di acquistare in aereoporto la LISBOA CARD per 48 ore a 31e50 a testa che vi dà libero accesso a tutti i mezzi pubblici di Lisbona e/o sconti,entrate gratuite presso alcuni siti) prenotato su Booking a 108 euro per 2 notti per 2 persone, una matrimoniale, e che si è rivelato un luogo pulito, accogliente, con un'ottima colazione mattutina, vicina alla Corte Engles (centro commerciale aperto fino a mezzanotte) dove poter riposare in un ambiente funzionale per l’estrema vicinanza alla fermata metro (2 minuti a piedi., consiglio: quando scendete dal treno del metrò seguite o per la Corte Engles o per l’Avenida de Avila segnalato in banchina) e a tutti i mezzi pubblici che collega da li ogni parte di Lisbona e che quindi la rende unica come base di partenza.

Quella stessa sera, con il metrò che da li oltre la linea rossa c’è anche la linea blu, alla fermata RESTAURADORES, abbiamo cenato presso BUFFET DO LEAO (scoperto su Tripadvisor) dove abbiamo mangiato bene e abbiamo assaggiato il primo bacalao del week end e una sangria bianca in accompagnamento che è stata una rivelazione, lo STRA CONSIGLIO, perché tra bere e mangiare in formula All You Can Eat abbiamo speso 16 euro a testa compreso vino, acqua, sangria e dolce.

Il giorno successivo, sotto un cielo che non prometteva nulla di buono, con il tram da Placa Do Commercio, ci siamo diretti a visitare la zona della città soprannominata Belem, sede di vari monumenti come la Torre di Belem, Jeronimos Monastery (SPETTACOLARE), il Monumento delle Scoperte (bellissimo), Il Ponte 25 Abril. Sicuramente il tempo non è stato dalla nostra “regalandoci” la prima pioggia oceanica battente mentre camminavamo sulla passerella che collega il monumento delle scoperte alla Torre di Belem (su quest’ultima dico che se non fosse stata compresa nella Lisboa Card, spendere i soldi dell’entrata mi avrebbe fatto abbastanza arrabbiare perché oltre al panorama che si gode dalla sommità, non c’è molto altro da vedere), ma se non fosse per il fatto che si aveva la necessità di ripararsi, non avremmo scoperto un baretto sul laterale di destra (dove vendono i souvenirs e c’è il bagno pubblico) che con 5 euro a testa ci ha servito un mega panino e del Porto che hanno meritato un gran rispetto. Inoltre ci ha fornito il wii fi libero, cosa non da poco per chi come noi aveva, a giro, la necessità di comunicare con i familiari a casa.

Nel tardo pomeriggio ci siamo avventurati sullo storico tram 28, dal capolinea MARTIM MONIZ, che si inerpica sui colli (termina il servizio alle 21) e guardando dai finestrini del Tram abbiamo osservato la Lisbona antica che si sviluppa nel quartiere ALFAMA fino ad arrivare alla sommità della collina di fronte alla chiesa di Estrela che ha di fronte a sé anche un parco bellissimo che abbiamo evitato a causa della pioggia che non ci ha dato tregua!

La sera abbiamo cenato in un posto pessimo, sempre su indicazione di Tripadvisor, alla fermata RATT che non pubblicizzo perché era davvero terribile

  • 11518 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. silviaonline
    , 24/2/2017 15:01
    Bravissimi! Mi avete colpito tantissimo con questo gesto di regalare la card! Questo dovrebbe essere lo spirito del viaggiatore e la mentalità giusto per offrire a tutti la possibilità di scoprire il mondo! Io regalo sempre l'ombrellone , a fine vacanza, se è ancora in condizioni decenti! Bravi, veramente mi sono emozionata!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social