Lisbona, una sorpresa!

Città di scale, città di punti panoramici, città bellissima

  • di MartinaDalVal
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Perché almeno una settimana all’anno si ha bisogno di partire, viaggiare. E Lisbona sia!

28 SETTEMBRE

Siamo atterrati all’aeroporto di Lisbona alle 13, ora locale, senza uscire dall’aeroporto c’è la possibilità di prendere la metropolitana che porta comodamente in città. Su consiglio di Filomena, la signora dell'affittacamere, scendiamo alla fermata Baixa-Chiado per poter raggiungere la zona del Bairro Alto dove abbiamo prenotato una camera all’affittacamere “House Room Bairro alto Lounge”, (consigliato per chi cerca pulizia e semplicità, ottimo per la sua posizione centrale, offre anche un angolo cottura). Cosa molto divertente è stato il momento in cui all'arrivo, mentre con le valigie stavamo salendo lungo la Rua da Barroca, abbiamo sentito una voce femminile chiamare il nostro nome da una finestra (chi potrà mai conoscerci a Lisbona?): era Filomena che ci aspettava per consegnarci la camera.

Sistemate le cose e fatto un riposino siamo carichi per partire, il primo pomeriggio del nostro viaggio lo sfruttiamo sempre per scoprire la città, senza programmi.

Partiti! Ci imbattiamo quasi subito in una lunga scalinata (perché Lisbona è una città di scale) e scopriamo presto che ci porta alla stazione dei treni e della metro Rossio. Ecco perché la proprietaria dell’affittacamere ci ha detto di non scendere qui. Chi si sarebbe fatto tutta quelle scale in salita con una valigia?! Molto bella questa gradinata, perché dove possibile, in ogni piccolo tratto pianeggiante vengono piazzati i tavolini dei ristoranti. Passando per la piazza Dom Pedro IV, dove un animatore sta facendo divertire dei bambini con le bolle di sapone, arriviamo alla Rua Augusta, questa si trova nel cuore della zona turistica della città, con vie larghe e piene di negozi di souvenir e di ristoranti, che porta dritta dritta all’imponente Praca do Commercio. Siamo fortunati perché nel momento in cui arriviamo sul posto la piazza è chiusa (non sappiamo per quale motivo), ma ne approfittiamo per fotografarla in tutta la sua bellezza e per riposarci affacciandoci sul fiume Tajo. Questo posto è un punto panoramico molto bello, sull’altra sponda del fiume si può notare il Cristo Rei, che da qui sembra così piccolo, il quale veglia la città. Infatti sono arrivati due novelli sposi per scattare le loro foto ricordo. Che bello!

Qui in piazza si trova un ufficio informazioni, che fa proprio al caso nostro, perché abbiamo deciso di fare la Lisboa Card. Noi prendiamo quella valida per tre giorni al prezzo di € 39,00 a testa, i tre giorni partono dal primo utilizzo. Consiglio di farla perché oltre agli sconti che offre per le entrate a musei e monumenti vari, sono inclusi tutti i trasporti della città (escluso il traghetto che porta sull’altra sponda del fiume Tajo). Permette di prendere autobus, tram, ascensori ecc… senza il pensiero di dover fare il biglietto ogni volta che si pensa di prendere i trasporti.

Ci spostiamo verso la zona del Chiado. Aperitivo time! Perché noi non rinunciamo mai al nostro aperitivo quotidiano (solo in vacanza). Mentre ce lo gustiamo ci sono degli artisti di strada che mostrano la loro bravura con la break dance. Wow!

Stasera ce ne andiamo a dormire molto presto e molto stanchi. Ci siamo meritati una super dormita! Domani saremo carichissimi a scoprire angoli nuovi di questa città che ci ha già affascinati.

29 SETTEMBRE

Sono le ore 8.30, pronti via… mentre attraversiamo le piccole vie del nostro quartiere, il Bairro Alto, arriviamo alla piazza dove sta passando un tram 28, simbolo di Lisbona, un giro è d’obbligo, infatti saltiamo su al volo. Approfittatene la mattina presto quando è ancora libero, durante il giorno è sempre stracolmo. Non sapendo dove si stia dirigendo scendiamo alla prima fermata che ci ispira, ed eccoci ai giardini di Estrela, molto carini (l’unico momento della vacanza che pioviggina). All’altro lato della strada c’è l’omonima basilica, piuttosto scura all’interno, ma con una suggestiva cupola

  • 23672 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social