Lisbona... dal fascino malinconico

Terra di naviganti, strapazzata dai venti e baciata dal sole

  • di Meridiano307
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Una delle capitali, se non la capitale più esotica d'Europa: terra di naviganti, strapazzata dai venti e baciata dal sole..tutto questo e molto altro è Lisbona! Nella mia vita, onestamente, ci è capitata per caso e sono serviti due viaggi per iniziare a capirla un po'. Nel primo ero giovane (nemmeno più di tanto) e scema (certamente non più di adesso) ed invece che vedere le principali attrazioni, non so nè come nè perchè, ma riuscii a capitare in alcuni posti, che se ci ritornassi anche una terza volta, sono convinta non ritroverei più, nemmeno con l'ausilio "di' lanternino", tanto caro a noi toscani.

Lisbona, che quando splende il sole, esplode in tutta la sua bellezza..le sue case colorate, gli azulejos, le palme, il cielo azzurro e quel senso di pace e "lentezza" che generalmente si trova nelle città di mare, catturano la tua attenzione e t'invogliano ad addentrarti tra le sue stradine. Anche qui, come a Roma, ci sono i 7 colli..e sì, a farli a piedi, sembrano tutto tranne che collinette, anzi, la loro pendenza si fa decisamente sentire sulle gambe..e allora? come ci si sposta da una parte all'altra della città senza impiegarci una giornata o farsi venire un coccolone? Semplice, per ovviare a questo problema, ci sono loro..i mitici..gli unici, i simboli della città...i famosissimi tram gialli..di cui il numero 28 è senza dubbio il più conosciuto. Lisbona che ogni volta che una folata di vento, gonfia un lenzuolo bianco steso ad asciugare ad una finestra, lo spirito di un navigante riprende vita e quelle colline sembrano delle gigantesche onde, da affrontare a viso aperto.

Lisbona che è una continua sorpresa, ogni quartiere ha una sua anima ben definita e proprio per questo, è bello perdersi e girarla in stile: "va dove ti porta il cuore". Senza togliere niente alle cose che non elencherò, il mio personale the best of è:

Tram 28 - Una corsa da 40 minuti circa, per sentirsi immersi in un'altra epoca. Questo tram ha il fascino delle cose antiche, un po' stridenti e "sferraglianti", di quelle cose che profumano di legno ed alle volte si muovono a singhiozzi. Ogni volta, mentre la scheggia gialla s'inerpica tra le ripide strade della città, devo trattenermi dall'istinto di mettere la testa fuori dal finestrino, per ammirare il panorama.

Castello di S.Jorge - Ho un debole per i castelli.. nessuno escluso, perfino quelli che vanno immaginati, perchè nella realtà sono totalmente ridotti a ruderi. Fortunatamente in questo caso non serve fantasticare su mura e bastioni dato che sono esattamente lì, al loro posto, ancora dominanti sulla città. Il Castello è situato nella collina più alta, all'interno del caratteristico quartiere dell'Alfama, forse il vero cuore pulsante e malinconico dell'intera città. Vie strette, palazzi decadenti e panni stesi alle finestre; angolini belli come fossero quadri, nonnine "a veglia" che fanno la calza, di fronte ad una finestra che ospita un vaso di gerani rossi, appoggiato sul davanzale. Tra un gatto che ti fissa, il sole che tinge le guance ed il vento che spettina i capelli, è facile trovarsi spersi tra queste viuzze

  • 8487 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Paolosbg
    , 11/6/2016 20:00
    ogni anno trascorro 15 gg a marzo , qui ho una mia bici tenutami dal B&B Larexport Chile ( 12 euro a notte), e mi godo la luce , il cibo , il vino e la gente ...ottimo rapporto qualità´prezzo

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social