Un bel viaggio in Portogallo

A Lisbona per vivere la città, poi a Sagres, Coimbra, Cabo de Roca e Porto

  • di Alessandra Mastromattei
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Un piccolo Paese accogliente, affacciato sull'oceano, in cui spesso rimaniamo stupiti e affascinati dall'imponenza della sua natura e dalla grandezza delle opere dell'uomo.

Per me spesso un viaggio inizia qualche mese prima di partire, quando decido dove andare e comincio a studiare, a capire cosa voglio vedere, dove voglio alloggiare, come voglio muovermi e cosa potrei mangiare. Così è stato, l'anno scorso per il Portogallo, di cui, a dire il vero, conoscevo proprio poco e lo studio, quindi, è stato certo piu' impegnativo del solito.

Ma mentre leggevo, questo viaggio mi coinvolgeva sempre più e il due agosto ormai non vedevo l'ora di prendere l'aereo e scoprire finalmente cosa mi riservava questa vacanza.

La prima tappa è stata la capitale, Lisbona; con un cielo blu che ha fatto da sfondo alla città per tutti e due i giorni e l'aria fresca e piacevole che mi ricordava che l'oceano era a portata di mano ho fatto la turista; cartina alla mano mi sono fatta trasportare dall'elevador su una ripidissima stradina che portava al Bairro Alto e mi sono goduta il bellissimo spettacolo di tutta la città dal suo " miradouro". Sono tornata indietro nel tempo, con lo sferragliare del tram 28 che passava per strade così strette che potevi stringere la mano al turista che transitava sul 28 di ritorno, nel quartiere più bello e caratteristico di Lisbona, " l'Alfama", e nello stesso giorno sono rimasta colpita dalla modernità del quartiere "Oriente", dall'immenso e impressionante ponte "Vasco de Gama" (ben 17 km, altro che stretto di Messina!). Ho visitato la zona di Belem, senza tralasciare la sua splendida tradizionale pasticceria, per un caffè e una squisita "pasta de nata" e come una turista vera mi sono lasciata imbrogliare dai camerieri dei ristoranti i del Rossio.

Dopo la capitale, si parte per l'Algarve, per il mare. Sarà che la benzina e le autostrade sono ancora più care che da noi, ma il traffico e gli esodi di agosto qui non sanno cosa sono; così si arriva tranquillamente a Lagos. La prima impressione è splendida; il paese è tutto fatto di case bianche, molto ben curate che si arrampicano su strette stradine, il cielo è di un blu che più blu non si può e ci sono centinaia di gabbiani. I gabbiani di Lagos mi mancano ancora, si facevano sentire continuamente con i loro richiami e mi tornano spesso in mente le corse e le camminate che facevo la mattina presto su quella strada che scende verso il canale, sullo sfondo l'immensa spiaggia di Lagos, il cielo azzurro e l'iPod che non serviva perché c'erano loro, i meravigliosi gabbiani.

Non so perché mi ero fatta un'idea non tanto bella di questa zona, e quasi la volevo saltare... be' non fatelo, andateci e godetevi il vento che si alza a metà pomeriggio, gustatevi i suoi ristorantini la sera, scoprite la spiaggia che più vi emoziona, scendete nelle calette chiuse da falesie immense e state lì a guardare l'oceano. Andate a Sagres, alla sua fortezza, e a Cabo Sao Vicente per godetevi lo spettacolo, davvero unico e affascinante, con le sue scogliere di almeno 60 metri a picco sull'oceano, un vento freddo fortissimo, un paesaggio incredibile da cui l'uomo è dovuto rimanere fuori, perché ha capito che nulla avrebbe potuto fare contro quella selvaggia ed emozionante natura.

L'Algarve lascia il segno, e dopo una settimana mi dispiace un po' lasciarla, perché sono stata davvero bene.

Anche il 12 agosto, l'autostrada verso Lisbona è deserta e senza intoppi mi ritrovo a Sintra. Bella, ma un po' troppo turistica, un po' troppo caotica e il bel Palacio de Pena circondato da uno splendido bosco, è avvolto dalle nuvole, cosa che a dire il vero vero gli dona un fascino forse inconsueto

Annunci Google
  • 4722 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social