La dolce e tranquilla Limnos

Un'isola dai tratti delicati e con un turismo a misura d'uomo... per una vacanza rilassante e non molto costosa

  • di greciaforever
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

21 marzo 2017, arriva la primavera! E con essa la solita piacevole sensazione di risveglio e rinascita. I primi raggi di sole e le prime giornate di cielo nitido e terso fanno riemergere prepotente la voglia di viaggiare verso un luogo caldo e accogliente ed ecco che, come ormai da vent'anni, si profila all'orizzonte l'idea di una vacanza estiva nell'amata Grecia. Come resistere al richiamo di questa terra baciata dal sole, punteggiata da mille incantevoli spiagge e paesi, abitata da gente genuina e ospitale, culla della civiltà occidentale e orgogliosamente attaccata alle sue tradizioni? Impossibile riuscirvi! E allora via, alla ricerca della prossima isola greca da battere palmo a palmo! Per una molteplicità di fattori la scelta cade su Limnos.

17 Agosto 2017, rientro in Italia! La meta estiva tanto agognata è stata raggiunta e vissuta intensamente minuto per minuto. Anche Limnos si è guadagnata un posticino nel mio cuore e lo ha fatto per la sua dolcezza e tranquillità. Per certi versi mi ha ricordato Kythira, un'isola che offre molto al turista, ma che ha appena iniziato ad organizzarsi per accoglierlo in maniera professionale; molto è stato fatto, ma molto ancora rimane da fare!

Se avete in mente di farvi una vacanza rilassante e non molto dispendiosa, in un luogo turisticamente non ancora inflazionato, facilmente raggiungibile combinando aereo, automobile/corriera e traghetto, dando molto spazio alla vita da spiaggia, con un pò di movida serale nel grazioso capoluogo dell'isola (Myrina), gustando del buon cibo e regalandovi qualche visita culturale, Limnos è l'isola che fa per voi. Io vi ho trascorso due settimane, ma una decina di giorni sono sufficienti per farsene un'idea ed apprezzarla. L'isola è molto estesa (l'ottava isola greca per grandezza), ma è facilmente percorribile, qualunque direzione si voglia prendere (in quaranta minuti la si può attraversare tutta). In alcuni tratti è intensivamente coltivata, in altri è brulla ed è sostanzialmente piatta, tranne qualche dolce saliscendi o le montagne nella sua parte nord-occidentale. Alterna dune sabbiose a laghi, che d'estate brillano per il candore del loro sale, e zone paludose, che in altri periodi dell'anno devono essere uno spettacolo, popolate di uccelli migratori. Ovunque, ma in particolare sulla costa sud-orientale e meridionale dell'isola è un susseguirsi di lunghe spiagge di sabbia dorata, le cui acque diventano profonde molto gradatamente. Tante spiagge molto belle, in cui ritornerei mille altre volte, anche se personalmente nessuna mi ha rubato il cuore (non sono spiagge ad effetto, quelle per intenderci racchiuse da rocce colorate e magari con la vegetazione fino in acqua, a comporre un quadro sostanzialmente a 4 colori (blu del mare, verde della vegetazione, bianco o grigio delle rocce, azzurro del cielo)). Le spiagge sono per lo più attrezzate e gli ombrelloni ed i lettini usufruibili a fronte di una consumazione. Il vento soffia costantemente, in condizioni normali è una brezza che dà sollievo con le alte temperature, in certi giorni rende difficile godersi una piacevole giornata di bagni e sole (solitamente soffia con più forza la mattina per poi scemare nel pomeriggio). Il turismo è pressoché greco e bulgaro e si tratta per lo più di famiglie con bimbi; le strutture ricettive spaziano da quelle spartane a quelle confortevoli e super-lusso. I prezzi per l'alloggio generalmente sono relativamente alti, vista la scarsa offerta di posti letto rispetto alla domanda, mentre quelli per il vitto sono assolutamente convenienti. Curati i siti archeologici dell'isola (molto bello quello di Poliochni con museo incluso) ed i musei, che testimoniano l'importanza dell'isola già in epoca preistorica

  • 798 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social