Liguria tra terra e cielo

Framura: mulattiere vista mare, pini e ulivi che si alternano, profumo di erbe aromatiche, gatti che prendono il sole, spiagge di ciottoli e scogli

 

Venendo da ponente la prima è Framura, un comune molto speciale, eletto tra i Borghi più belli d’Italia e tra Les plus beaux Villages de la Terre. Passeggiare per Framura è per me vivere la Liguria. Vicoli silenziosi, mulattiere vista mare, case color pastello, pini e ulivi che si alternano, profumo di erbe aromatiche e ginestra, gatti che prendono il sole sui gradini in ardesia, spiagge di ciottoli multicolore e scogli tutt’intorno. In realtà però Framura non esiste, o meglio, se arrivate e chiedete del borgo vi verrà spiegato che esiste solo dal punto di vista amministrativo e che nella pratica si tratta di cinque minuscole e incantevoli frazioni. Visitandola da monte a mare si parte da Castagnola, dove è possibile ammirare la Deposizione di Luca Cambiaso custodita nella Parrocchiale di San Lorenzo, per poi scendere a Costa, con la bellissima torre di guardia carolingia e la Pieve di San Martino. Da qui una stretta mulattiera tra le tipiche e colorate case liguri porta a Setta, tra archi antichi, ormai desueti lavatoi in pietra e l’onnipresente mare. Dopo aver visitato la torre di guardia genovese del XV secolo e la Cappella di San Rocco, sempre lungo la stessa mulattiera, si raggiunge Ravecca, il piccolo borgo di origine medievale. Scendendo ancora, in pochi minuti si arriva alla mia preferita, Anzo. Prima di entrare nel borgo si passa per una piazzetta a strapiombo sul mare che è per me nella sua semplicità uno dei luoghi più belli della Liguria. Anche Anzo ha una torre di guardia genovese, sempre del XV secolo, e una minuscola cappella in stile neogotico dedicata a Santa Maria della Neve, patrona del borgo festeggiata il 2 agosto con processione tradizionale e fuochi artificiali sul mare. Mare che dista solo pochi gradini da quest’ultima frazione. Per raggiungerlo basta attraversare la stazione prendendo il sottopassaggio per ritrovarsi sulla spiaggia di Torsei, ora collegata alla spiaggia della Vallà da un sentiero che ricorda in tutto e per tutto la famosissima Via dell’Amore nelle vicine Cinque Terre.

Altra opzione è attraversare la breve galleria a sinistra della stazione e raggiungere così il suggestivo porticciolo e Punta dei Marmi. Ottima occasione per visitare Framura in allegria è la Festa del Turista in programma a fine agosto. Una camminata enogastronomica che merita!

P.S. Il comune di Framura fa inoltre capo a una sesta frazione, Le Fornaci, raggiungibile dalla stazione ferroviaria di Deiva Marina dalla quale è separata solo da un piccolo rio. Qui ci sono campeggi, alberghi e stabilimenti balneari ed è facile sbagliarsi attribuendoli al comune sbagliato…

Parole chiave
,
  • 1394 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social