Viaggio nella Liguria di Levante

Un breve viaggio alla scoperta di borghi e bellezze naturali

  • di GIOVANNINI ALDO
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Cogliendo l'attimo di un settembre come non si vedeva da anni, caldo e soleggiato, ho deciso di approfittare dell'appartamento di mio fratello a La Spezia per andare qualche giorno in Liguria e godere dei suoi bellissimi borghi, del mare blu e pure del suo cibo.

In meno di 2 ore da Reggio Emilia sono già a Lavagna dove mi fermo un paio di ore a visitare la bellissima Basilica di Santo Stefano che domina dall'alto tutto il paese e poi mi addentro nelle sue viuzze, la spiaggia non è certamente come in altri paesi ma vale la pena una sosta per la basilica stessa. Da Lavagna mi sposto in direzione Sestri Levante, spinto dalla curiosità della pubblicità del telefono, una volta arrivato rimango veramente colpito. Alla spiaggia grande col suo bel lungomare si contrappone dalla parte opposta del paese la baia del silenzio, un piccolo golfo con le case color pastello direttamente sulla spiaggia, una insenatura mozzafiato, sulla quale domina la chiesa dell'immacolata da un lato e quella di san nicolò dal'altra, dalla cui sommità si può vedere tutta la baia.

Il secondo giorno decido di visitare il paese di Camogli, ritenuto da tutti una perla della liguria, ed in effetti è proprio così. Arrivo e mi concedo subito una passeggiata sul bel lungomare con i palazzi e case color pastello che si specchiano nel mare, arrivo fino alla basilica di Santa Maria Assunta che domina l'insenatura e al castello della dragonara, attraverso un arco poi ci si immette nel porticciolo di Camogli piccolo, variopinto e pieno di vivacità da cui ho preso un battello che per 12 euro mi ha portato tutto il pomeriggio alla magnifica spiaggia di San Fruttuoso, dall'acqua azzurra caraibico e dominata dalla basilica stessa. Da non perdere!

Il terzo giorno ho invece passato la giornata visitando i bei borghi di Moneglia, Bonassola, Levanto, Monterosso, paesi dai colori vivaci, dai caruggi ricchi di negozietti tipici, e dalla spiagge bagnate da un mare blu intenso, vale la pena passarci una giornata.

L'ultimo giorno l'ho invece passato nei luoghi della mia infanzia, dove andavo in spiaggia da bambino con la mia famiglia. Ho cominciato con la "unica" Portovenere, nel golfo dei poeti, luogo dimora di grandi poeti inglesi come Byron, ricco di storia dove potrete vedere il castello Doria che domina dall'alto tutto il paese, la chiesa di San Pietro sita sul promontorio, la chiesa di san lorenzo, il paese con le sua case colorate e i caruggi tipici, l'isola di Palmaria e tanto ancora. Da Portovenere mi sono poi spostato a San Terenzo e Lerici, sempre sul golfo dei poeti, con i loro castelli a dominare il paesaggio ed infine in uno dei borghi più belli d'Italia: Tellaro. Un paesino a strapiombo sul mare, con viuzze che scendono a mare strette strette ma ricche di fascino. Quello che ho fatto è stato un vero salto nella liguria più autentica!

E ora facciamo parlare le foto!

  • 7444 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social