L'aria più pura del mondo

Quali sono i paesi dove ancora si respira aria pulita?

 

Immagina un paese dove l’aria che respiri è totalmente pura, completamente pulita, senza il benché minimo inquinante. Non credi che esistano luoghi abitabili ed abitati con tale caratteristica? In effetti i dubbi potrebbero essere tanti e all’apparenza anche fondati, specialmente se si è abituati a vivere in realtà di grande industrializzazione. Oggi l’aria inquinata è diventata una prassi piuttosto che un'eccezione.

Scusate il paragone forte, ma chi sta in Italia (specialmente al nord) è costretto a vivere come dentro ad una camera a gas. Si vive in questa situazione senza rendersene conto, senza valutarne la reale gravità. Basti pensare che la pianura padana è l'area più inquinata d’Europa! Ripeto il concetto: la pianura padana è la regione più inquinata dell'intero continente europeo!

Ma per chi è alla ricerca di un'oasi di aria pura, completamente pura, voglio dire che fortunatamente nel mondo esistono ancora luoghi dove l’aria è veramente incontaminata. Questi luoghi sono pochi, ma esistono! Si tratta di paesi (e porzioni di paesi) che senz'altro possono essere meta di brevi soggiorni, di lunghe vacanze e, perché no, anche di trasferimenti definitivi. Non sarebbe magnifico poter trascorrere una vacanza o addirittura vivere in luoghi del genere? La ricerca di questi paradisi è proprio il tema di questo post.

E’ doveroso precisare che per scrivere questo articolo si è presa ispirazione, informazioni e dati da Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre, un libro digitale (e-book) di recente uscita. Questo e-book è uno strumento che analizza sistematicamente la situazione di tutti i 196 paesi del mondo affrontando temi fondamentali per chi vuole individuare il paese migliore per se stesso. Alcuni temi sono di carattere economico (come il Costo della vita, il Livello Salariale ecc…), altri di carattere sociale (come il livello di Criminalità, la Qualità della Sanità ecc…) e altri ancora di carattere geo-fisico (come il Pericolo Sismico, il Clima e, appunto, la Qualità dell'Aria). Come in una moderna caccia al tesoro, alla fine della lettura, si è in grado di individuare il paese migliore in base alle proprie necessità, aspettative e situazione economica.

Nell’e-book, al capitolo Qualità dell'Aria si scopre che l’aria respirata non costituisce un componente unico (come si era creduto per molti secoli), ma è formata da diversi gas, di cui l’azoto è largamente il principale, seguito dall'ossigeno. Nello specifico la miscela di gas è composta da azoto (78%) ed ossigeno (21%), ed in misura minore da anidride carbonica e vapore acqueo (0,04%); infine da altri gas come l’argon, il neon, l’elio, il metano, il kripton, lo xeno, l’idrogeno e l’ozono; poiché questi ultimi gas sono presenti in quantità ridottissime, vengono comunemente chiamati "elementi in tracce". Quando si altera questo equilibrio naturale, immettendo un gas nuovo o modificando la quantità di uno già presente, si crea lo squilibrio che chiamiamo inquinamento atmosferico. Le normali attività dell'"uomo evoluto", producono un’enorme quantità di inquinanti come l’Ozono, gli Ossidi di azoto, i PM10 e l’Anidride solforosa. La cruda verità è che quello che troppo ottimisticamente chiamiamo progresso è in realtà solo un progressivo danneggiamento dei naturali equilibri, e questo reca danno a noi ed a ciò che ci circonda.

Grazie alla Mappa Mondiale della Qualità dell’Aria presente all’interno dell’e-book, è possibile vedere con i propri occhi quali sono le zone più o meno inquinate dell’intero pianeta, ed è quindi possibile scegliere (in base alle proprie preferenze) i luoghi nei quali potersi recare per una vacanza, o addirittura per un trasferimento definitivo all'insegna della salute. Nella mappa (creata grazie ai dati provenienti dai rilevamenti satellitari del Monitoring Atmospheric Composition and Climate) viene mostrata la qualità dell’aria di tutta la Terra, dalle zone più inquinate fino a quelle incontaminate, utilizzando una scala cromatica a 12 livelli.

Questi sono i 12 livelli dell’Air Quality Index: Eccellente, Ottima, Molto Buona, Buona, Discreta, Accettabile, Quasi accettabile, Povera, Scarsa, Molto scarsa, Cattiva, Pessima

Oggi vorrei mostrare una rielaborazione della Mappa Mondiale della Qualità dell’Aria per rivelare, esclusivamente ed in totale chiarezza, quali sono i luoghi del mondo dove l’aria è totalmente pura, senza il benché minimo inquinante (in basso, nel riquadro delle immagini si trova la mappa da ingrandire). La parte della mappa in colore azzurro mostra proprio le zone dove si trova l’aria incontaminata, cioè l’aria più pura del mondo, ossia quella di Qualità Eccellente (Livello 1). La parte della mappa in colorazione bianca è stata invece intenzionalmente omessa in quanto in queste aree si trova l’aria non totalmente pura; cioè quella che l’Air Quality Index indica con i livelli più alti (e più inquinati), ossia quelli che vanno dal Livello 2 (Qualità Ottima) fino al Livello 12 (Qualità Pessima)

Parole chiave
  • 3899 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. davovad
    , 12/12/2014 01:46
    Sinceramente sono un po' stufo. Seguo questo sito da 10 anni, e non capisco per quale motivo stiano insistendo tanto con questo libro, e ce ne presentino un capitolo ogni due o tre mesi:
    L’aria più pura del mondo (10-12-14)
    I Paesi dell’eterna estate (11-08-14)
    Voglio andare dove ci sono i giovani (23-06-14)
    Quali sono i mari più puliti del mondo? (18-04-14)
    Uragani: dove non colpiscono mai? (31-01-14)
    Quali sono i Paesi più sicuri? (09-12-13)
    Eden: trova il tuo Paradiso terrestre (10-10-13)

    Anni fa presentavano libri davvero interessanti. Torniamo alle origini per favore.
  2. davovad
    , 12/12/2014 00:35
    Più "edificante" della classifica dei Paesi con l'acqua più bagnata o coi tombini più quadrati?
  3. Roberto Stanzani
    , 11/12/2014 07:53
    Si, infatti. Aspettavamo tutti il tuo contributo edificante.
  4. davovad
    , 10/12/2014 21:40
    Non ho capito lo scopo di presentare col contagocce le tematiche di questo libro... vanno così male le vendite?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social