Levanzo, un tuffo nel blu

Niente bancomat e rumori molesti: il posto giusto per riconciliarsi col mondo

  • di Ink
    pubblicato il
 

È piccola, piccolissima. Ha un solo paesino, con un paio di baretti, qualche bottega alimentare e neanche un bancomat. Per dormire a Levanzo, la scelta è limitata: due pensioni con cucina locale a base di pesce, due residence e una villa liberty con qualche stanza in affitto. Stop. Un piccolo mondo in miniatura, perfetto per chi alla vacanza chiede pace, sole e bagni. Un mare cristallino, con calette rocciose e scogli piatti dove arrostirsi. Le calette più belle sono Fridda, Minnola, Nocidda, Calcaredda e il Faraglione: ci si arriva anche via mare, con il servizio taxi effettuato dalle barchette che partono dal porticciolo.

ARCHEO-SUBACQUEA

I fondali isolani nascondono tesori antichi: le acque a nord di Capo Grosso furono teatro della battaglia delle isole Egadi (241 a.C.), lo scontro decisivo della Prima guerra punica, combattuto tra le flotte di Roma e di Cartagine. In fondo al mare, sono stati rinvenuti numerosi reperti archeologici: ceppi d’ancora in piombo, elmi e un rostro (il grande gancio di bronzo con cui le navi romane “agganciavano” quelle nemiche). Sui fondali di sabbia bianca di Cala Minnola, a 30 metri di profondità, giacciono 80 anfore da carico, che custodivano olio e grano. A Capo Grosso si trova invece il sito delle ancore romane, adatto ai sub più esperti. Oggi la zona è sotto la tutela della soprintendenza della Regione Sicilia e le immersioni si possono effettuare di regola al mattino, compatibilmente con la disponibilità del custode preposto al controllo.

ANFRATTI PREISTORICI

Tesori ancora più antichi sono nascosti nella Grotta del Genovese: all’interno, un anfratto nascosto è ricoperto di iscrizioni in rosso e nero risalenti al paleolitico superiore, tra le più antiche espressioni d’arte della storia universale, che raffigurano scene di caccia e di vita quotidiana (solo visite guidate, su prenotazione, costo 10 euro a persona). La grotta si trova oltre la piana di Case Florio, sul versante di Tramontana, ed è raggiungibile a piedi seguendo un sentiero montano con bei panorami sul versante nord dell’isola. Dal paese si può arrivare anche in jeep o in barca.

  • 362 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social