Lefkada, isola sconosciuta, ma solo per noi...

Un tuffo nella meravigliosa isola dell’arcipelago delle Ionie

  • di greta020106
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 12
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

"Quest’anno hanno andiamo in vacanza a Lefkada". Ma "dov’è Lefkada?"

Questa la domanda che tutti ci hanno fatto prima della partenza. Di fatto, per i nostri amici italiani, questa isola è una metà quasi sconosciuta, ma in realtà l’isola è piena di turisti italiani (oltre a turisti proveniente dell’ est Europa)! Infatti, nonostante il periodo (fine agosto inizio settembre) l’isola è molto frequentata e le spiagge più famose sono ancora invase dalla gente. Ma questo non ha rovinato la vacanza.

Martedì 29 agosto 2017

Partenza da Fiumicino con Volo Vueling e atterraggio a Preveza sulla terraferma, in territorio greco; da lì con le auto – oltrepassando un ponte mobile – si raggiunge l’isola. Noi soggiorniamo a sud, a Vassiliky, paese strategico per visitare tutte le spiagge migliori. Il paese è molto conosciuto perché battuto dal vento e quindi regno dei windsurfisti!

Arrivati al nostro hotel, il Argo Maisonnettes di Pondi, una frazione di Vassiliky, ci incamminiamo verso il porto dove si trovano una moltitudine di taverne e locali. Vista la gran fame, ci fermiamo al primo ristorante che troviamo, il Seafood dove mangiano grandi quantità di pesce e carne, spendendo il giusto. Poi facciamo un breve giretto nel paese, pieno di negozietti e discretamente affollato, ma vista la stanchezza post- viaggio andiamo ben presto a nanna.

Mercoledì 30 agosto 2017

Nel planning della vacanza – redatto da mia moglie Giovanna – il primo giorno è dedicato a 2 spiagge vicine a Vassiliky, Agiofili e Amousso. La spiaggia di Agiofili è una meraviglia della natura. Si trova in fondo ad una strada sterrata che parte da Vassiliky con acqua cristalline e calme. Noi ci arriviamo di prima mattina quando c’è poca gente. Ci sono un po' di nubi, ma dopo un'oretta, viene il sole e la baia diventa una meraviglia. Facciamo moltissimi bagni e facciamo snorkeling, soprattutto con la nuova maschera di decatlhon (grande successo). Quando il sole picchia duro, ci spostiamo alla vicina spiaggia di Amousso. Anche questa è una bella spiaggia di ciottoli grossolani e acqua cristallina. E’ questa una zona con molti pesci che vengono fino a riva a mangiare. Dopo un fallito tentativo di catturare un polpo, rientriamo in hotel per poi dirigersi sopra la collina di Pondi, dove c’è una bella taverna con vista panoramica sulla baia, la Batzanakias, The Tavern Of The Village. Passiamo una bella serata tra risate e ottimi piatti e assaggiamo il “Rosolì” il liquore tipico di Lefkada (che ci piace parecchio, ma non vi erano dubbi).

Giovedì 31 agosto 2017

Oggi puntiamo al nord dell’isola, precisamente alle spiagge di Kathisma e Megali Petra.

Percorriamo le strade di Lefkada (che non sono cosi male come dicono, e direi che sono autostrade nei confronto di quello di Cefalonia) e in mezz’ora siamo a Kathima, una lunga striscia di sabbia molto ben attrezzata con ombrelloni e servizi in spiaggia. C’è da dire che a Lefkada mancano le docce in spiaggia ( non ne abbiamo trovata nemmeno una…) e gli spogliatoi, presenti invece nella altra isole. Qui faccio il bagno più lungo della mia vacanza . “ Entro in acqua 2 minuti”… ma esco dopo 2 ore! Sulla spiaggia c’è un locale molto bello, che si chiama “Aeria” con musica live e piscina. Ci passiamo circa un ora, tra bevute e bagni in piscina delle bimbe. A malincuore lasciamo questo paradiso, e ci dirigiamo verso Megali Petra. Questa spiaggia si raggiunge da una strada stretta e con grande pendenza, resa ancora più difficoltosa per le macchine parcheggiare lungo la carreggiata. Giunti alla spiaggia ci sono un paio di piccoli parcheggi sempre pieni, naturalmente. Il posto però è molto suggestivo. La piccola insenatura è caratterizzata da 2 enormi pietroni in acqua che creano una mini barriera corallina, con molti pesci. Anche qui l’acqua è molto calda ( come in tutte le spiagge di Lefkada) e trasparente. Per la sera scegliamo di rimanere a Vassiliky e ceniamo sempre al porto, alla taverna Vagelaras, dove mangiamo molto bene con porzioni molto abbondanti, servite su piatti a forma di barca. Soddisfatti e stanchi, dopo un brevissimo giro con degustazione di gelato, torniamo verso l’hotel… anche perché abbiamo prenotato il tour per Egremni e Porto katsiki sulla nave Ionian Princess per domani!

Venerdì 1 settembre 2017

Di buon mattino ci rechiamo al porto, poiché la nave parte alle 10. La giornata è stupenda e dopo 1 ora di navigazione arriviamo al paradiso terrestre della spiaggia di Egremni! La spiaggia è raggiungibile solo via mare, dopo che nel 2015 un forte terremoto ha distrutto la strada e le scale per la spiaggia

  • 947 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social