Lefkada: l'isola dove il mare incontra la montagna

Vacanze sul versante greco del Mar Ionio, fra paesaggi verdeggianti, acque turchesi e montagne che si tuffano a picco nel mare

  • di Fearless
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Come quasi ogni anno, per la nostra vacanza di mare dell'estate 2017 abbiamo scelto la Grecia, dove ogni isola ha la sua peculiarità e merita di essere visitata singolarmente. Dopo essere stati a Cefalonia nel 2013 e averla adorata, abbiamo deciso di tornare sulle Ionie, questa volta sull'isola appena a nord: Lefkada, conosciuta in italiano come Leucade.

Caratteristica di Lefkada è la concentrazione di tutte le spiagge sulla costa occidentale, e in particolare nella zona di Agios Nikitas. La costa orientale, che dà sulla Grecia continetale, ha esattamente l'aspetto della costa veronese del lago di Garda, con acque scure, paesini turisticizzati e piccole spiagge di ciottoli. Avrò comunque modo di parlare più approfonditamente di quello che abbiamo visto e di dare consigli utili sull'isola nella narrazione giorno per giorno della nostra vacanza.

GIOVEDÌ 20 LUGLIO

Siamo partiti da Bergamo diretti a Preveza con un volo Blue Panorama, una compagnia italiana specializzata in destinazioni di mare sia in Europa che nei Caraibi. Nonostante ci fosse stato detto che la compagnia è spesso in ritardo, siamo partiti alle 16:45 e siamo atterrati alle 19:40 come previsto (il volo è durato due ore, visto che la Grecia è un'ora avanti rispetto a noi). La costa greca vicino a Preveza è molto suggestiva vista dall'alto, visto che è costellata di lagune e isolette.

Abbiamo prenotato la nostra auto a noleggio, una Nissan Micra, con la compagnia inglese Green Motion. Tra i tempi biblici per consegnarci la macchina e l'impossibilità di stipulare un'assicurazione completa sul luogo, ci sentiamo di sconsigliarla vivamente. È importante avere in mano un'auto piccola per vedere Lefkada, visto che molte strade sono estremamente strette.

Lefkada è collegata alla terraferma da un lungo ponte, e vi si giunge dall'aeroporto in un quarto d'ora. Il nostro alloggio, il residence Averto, si trova ad Agios Nikitas, nella parte nord-occidentale dell'isola, raggiungibile in un altro quarto d'ora da Lefkada città. Appartamento grande e bagno con finestra, ma pulizia migliorabile e posizione rumorosa sulla strada.

Ora che ci siamo sistemati e tutto, si erano fatte le 22, quindi abbiamo deciso di mangiare ad Agios Nikitas. Questo villaggio consiste essenzialmente in una lunga strada pedonale in leggero dislivello che termina con una piccola spiaggia. È un luogo prettamente turistico, quindi qui una taverna vale l'altra, e non vi dovete aspettare di mangiare un granché bene.

VENERDÌ 21 LUGLIO

Come nostra prima spiaggia abbiamo scelto Kathisma, a 5 minuti da Agios Nikitas. Al nostro arrivo poco prima delle 9 (siamo molto mattinieri) la spiaggia era deserta, e abbiamo notato che qui come in altri posti la gente inizia ad arrivare dopo le 11. Meglio così: abbiamo avuto modo di trovare parcheggio proprio davanti alla spiaggia, mentre i più tardivi si sono accontentati di posteggiare lungo la strada in dislivello.

Kathisma è una lunga spiaggia di sabbia grossolana, attrezzata per la maggior parte con bar e ombrelloni, che vanta di bellissime acque che dal turchese sfumano verso tonalità sempre più scure del blu. Notiamo anche che l'acqua, seppur bellissima, non è esattamente limpida - si può dire che ha un aspetto quasi lattiginoso. La spiaggia è adatta per nuotare, ma non per camminare, visto che il bagnasciuga è in dislivello e la sabbia grossa fa sprofondare il piede. Interessante a Kathisma è la possibilità di fare parapendio, al costo di €80 per volo

  • 4485 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social