Sperlonga... amore a prima vista

Una breve fuga dalla città alla ricerca di relax e natura e alla scoperta della costa laziale

  • di MerryC
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Una fuga dalla città per quattro giorni è quel che ci vuole per ritrovare l’energia e andare alla scoperta di una località tanto ( giustamente) decantata da amici e non. Decidiamo di lasciare l’auto a casa e di usare solo treno e navette (per le gite si possono noleggiare biciclette e motorini). Essendo una località rinomata e a poca distanza dalla capitale è poco economica e prenotiamo il soggiorno un mese prima utilizzando www.booking.com. Troviamo un offerta a dir poco allettante! Il giorno della partenza si avvicina e noi siamo sempre più eletttrizzati perchè è in arrivo il primo anticiclone africano della stagione e lo affronteremo con poca sofferenza!

Primo Giorno

Partenza da Roma con treno regionale (€ 6,80 a persona, ce ne sono ogni ora). Un’ora e dieci di viaggio, soffrendo il caldo, il finestrino è bloccato e l’aria condizionata inesistente). Ma la voglia di vacanza e di mare è talmente tanta che non ci facciamo demoralizzare. Si scende alla fermata Fondi-Sperlonga, dove una navetta parte ad ogni arrivo del treno (costo biglietto €1,00 ; sono disponibili sia al bar della stazione che sull’autobus), peccato che a causa del ritardo del treno abbiamo perso la coincidenza. Dopo 45 minuti si riparte, in un quarto d’ora l’arrivo a Sperlonga! Rimaniamo affascinati dai colori, dalla pulizia , dal lungomare curato che fa da cornice alla zona nuova della città. E’ qui che si trova il nostro albergo. Dopo l’accoglienza e la sistemazione in camera ci andiamo a rinfrescare in piscina. La scelta di partire a giugno, di lunedì è stata ottima , ci sono pochi turisti, per lo più famiglie. Prima di concederci una bella cenetta a base di pesce ci fermiamo sulla piazzetta del lungomare per godere del tramonto. Tramonto che di per se è uno spettacolo ogni giorno diverso, romantico, ma la luce di cui si colora Sperlonga lo rende ancor più unico, la calce bianca riflette varie tonalità d’arancione. La piazza accogliente ha una struttura che dà l’idea di un anfiteatro che come un balcone si affaccia sul mare, da due scalette laterali si scende in spiaggia. Ci sono varie panchine, (di cui Sperlonga è ricca) molto particolari, sono in muratura, con lo schienale ondulato e il sedile coperto da piastrelle colorate. Per la cena ci fermiamo in un ristorantino-pizzeria sulla piazza, (“Taverna di Ulisse”) si mangia molto bene ed i prezzi sono nella media del posto (circa 25 euro a persona 2 primi ed 1 secondo, frutta e acqua).

Secondo Giorno

Colazione abbondante e dopo aver comprato un pò di frutta ci incamminiamo verso la “spiaggia di levante” al termine della quale c’è la famosa Villa/ Grotta di Tiberio. Percorriamo la passeggiata di ciottoli che costeggia il costone del monte su cui si erge Sperlonga, passiamo davanti alla torre Truglia osservando il bellissimo paesaggio (il cielo è sereno la visibilità ottima e si distinguono bene oltre al Circeo , Ponza e Ventotene) e dopo mezz’ora di cammino sulla spiaggia ci troviamo vicino la grotta. Qui c’è una piccola spiaggia libera, in realtà queste sono poche, lasciate qua e là tra i vari stablimenti, ma ora si sta bene. L’acqua è cristallina, muniti di maschere nuotiamo intorno agli scogli e ai frangi flutti (evidentemente messi lì a protezione della grotta)..ricci, cozze ,telline, pesci..la fauna è tanta. Prima di andar via facciamo capolino tra la ringhiera che delimita la grotta, e notiamo che lo specchio d’acqua interno è limpido, vi è una sorgente d’acqua che permette ciò, da un foro nel muro di cinta sgorga l’acqua sorgiva, è dolce e giungendo in mare crea una patina che a tratti appanna la visuale

Annunci Google
  • 6467 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social