Dalla Thailandia al Laos

Dalla splendida vista sul Mekong ai trekking cittadini, passando per templi, villaggi e tramonti da cartolina

  • di coppiafelice
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Partiamo il 3 febbraio da Milano Mpx con l’Oman Air diretti a Bangkok, biglietto acquistato mesi prima a un buon prezzo, 744 euro a/r per due persone, volo in perfetto orario e solita ottima compagnia aerea. Forse per l’età o meglio per sentirci più adeguati, abbiamo sostituito i due storici zaini con due comodi trolley.

Arriviamo all’ora prevista, in una Bangkok da anni ormai centro nodale di tutti il Sud Est Asiatico. Ci spostiamo dall’aeroporto internazionale Suvarnabhumi a quello domestico Don Muang, perché la mattina seguente abbiamo il volo interno per Chiang Rai. Per questo spostamento utilizziamo il comodissimo e gratuito shuttle da aeroporto ad aeroporto che parte ogni 20 minuti dall’uscita n°4 a destra e che in 50 minuti circa ci porta a destinazione.

Dall’aeroporto Don Muang prendiamo un taxi (300 baht) per raggiungere l’hotel “48 Ville”, prenotato da casa al costo di 1000 baht a notte, doppia con colazione. Sono le 21.30 e siamo stanchissimi e affamati, quindi ceniamo all’interno dell’hotel (240 baht) a base di noodles tanto per acquistare subito confidenza con l’Asia, un pasto senza lode e senza infamia, non usciamo anche perché ci troviamo in una zona periferica e non sembra che vi sia molto all’esterno. Il 48 Ville è una struttura modesta però la stanza è grande e pulita e nel prezzo è compreso anche il trasporto per il giorno dopo in aeroporto, per una notte è un buon compromesso.

VENERDì 5 FEBBRAIO

Dopo aver consumato la scadente colazione compresa nel prezzo della stanza, in 10 minuti nonostante il traffico intenso, raggiungiamo l’aeroporto dove partiamo con un volo Air Asia di circa un’ora. All’arrivo a Chiang Rai, con un taxi (200 baht) raggiungiamo la Guest House Grandma keua a due passi dal centro ma ubicata in un vicolo piuttosto angusto. La camera è discreta, pulita, con A/C TV e frigobar al prezzo di 700 baht a notte, doppia con colazione. Sono già le 14.00 quindi usciamo per pranzare, dopo di che’ andiamo a visitare il festival dei fiori che si tiene in questi giorni in città. E’ una bella manifestazione, di cui non eravamo a conoscenza prima di arrivare, c’è tanta gente, bancarelle, musica ma soprattutto grandi e coloratissime composizioni di fiori e piante ovunque ma in particolare concentrate presso i giardini pubblici.

Ceniamo al night market, comune in tutta l’Asia, dove come al solito si apre davanti a noi un mondo fantastico, fatto di colori e odori particolari. Oltrepassate le bancarelle di tutto un po’, ci troviamo in una prima piazza con un palco dove si stanno esibendo cantanti locali e tanti tavoli per cenare. Noi proseguiamo fino alla seconda piazza, più grande e piena di tavoli e gente sia del posto che turisti, ai lati tante rivendite di pesce fresco, carne, frutta e verdura, tutto a poco prezzo. Anche qui musica e balli tradizionali e quindi passiamo una bella serata mangiando bene e in abbondanza (650 baht).

SABATO 6 FEBBRAIO

Oggi tour nei dintorni di Chiang Rai, prenotato ieri in hotel (2000 baht). Alle 8 abbiamo appuntamento con la guida Him, un ragazzo simpatico che parla bene l’inglese. Saliamo sullo shuttle da 11 posti dove è già presente un'altra coppia austriaca, poi l’autista passa a prendere anche altri turisti nei vari hotel. Alla fine saremo in 9, tra austriaci, svizzeri, francesi e canadesi. Il tour è quello classico dove si toccano tutti i punti di interesse della zona, dai vari templi e palazzi, alle piantagioni di te alle caverne delle scimmie, queste ultime rese obese dal troppo cibo offerto dai turisti. La tappa più triste è quella al villaggio delle donne dal collo lungo… una rappresentazione triste e chiaramente inscenata per i turisti tanto da rivelarsi stucchevole! Sarebbe da evitare ma come al solito è difficoltoso separarsi dal gruppo e spiegarne il motivo alla guida, quindi paghiamo i 600 baht e visitiamo il villaggio. La conferma della falsità del posto, l’abbiamo facendo un secondo giro da soli, in autonomia, dopo che la massa di turisti ha terminato la passerella… beh le giovani donne si sono già tolte i falsi anelli al collo, hanno smesso di tessere e ricamare ed inviavano sms e giocavano al cellulare come tutti i giovani del mondo, vi sono solo pochissime donne, molto anziane, che hanno effettivamente la tortura dei veri anelli al collo! La tappa più interessante è quella al triangolo d’oro, per la splendida veduta della frontiera con il Myanmar e la splendida vista sul Mekong, confine naturale tra Laos Thailandia e Myanmar. E’ interessante anche la visita ad un’antica casa dell’oppio, ormai chiusa e diventata museo. Facciamo ritorno a Chiang Rai verso le ore 20.00 stanchi e contenti per la bella giornata, ceniamo nella piazza della sera precedente poi in hotel per preparare i bagagli … domani si entra nel Laos!

DOMENICA 7 FEBBRAIO

Dall’hotel raggiungiamo a piedi la vicina stazione degli autobus, alle 8.30 parte il bus (130 baht) per Chiang Khong, un mezzo discreto con poca gente a bordo. Dopo circa 2 ore di viaggio tranquillo, la bigliettaia ci chiede se dobbiamo andare alla frontiera e poco dopo fa fermare il bus nel nulla dove stazionano diversi tuk tuk, uno di questi per 100 baht ci porta in 5 minuti al checkpoint Thailandese e da lì, dopo la registrazione di uscita, con un altro bus (50 baht) attraversiamo la terra di nessuno, fino al checkpoint laotiano. Cambiamo subito i dollari in moneta locale e poi iniziamo le pratiche per i visti d’ ingresso (70 $ + 2 $ perché è un giorno festivo). Purtroppo la compilazione dei moduli va per le lunghe e siamo praticamente gli ultimi, inoltre è ora di pranzo e dentro gli uffici vediamo gli impiegati tirare fuori pentole e fornellini per prepararsi il pasto, quindi noi aspettiamo con calma! Quando i solerti dipendenti della Repubblica Popolare del Laos terminano il pranzo ci rilasciano il visto e possiamo così entrare ufficialmente in terra laotiana

  • 7788 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social