LAOS, una bellissima scoperta

Ciao a tutti, siamo appena tornati da un fantastico viaggio in Laos e stiamo già pensando di tornarci …purtroppo, solo tra un anno! Lo abbiamo snobbato (senza motivo) x ben 7anni, visitando tutti gli altri paesi dell’ex Indocina, ma oggi ...

  • di simonac
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Ciao a tutti, siamo appena tornati da un fantastico viaggio in Laos e stiamo già pensando di tornarci ...Purtroppo, solo tra un anno! Lo abbiamo snobbato (senza motivo) x ben 7anni, visitando tutti gli altri paesi dell’ex Indocina, ma oggi posso dire che è uno dei miei preferiti. Non voglio scrivere un diario di viaggio, ma dare solo qualche informazione ad altri viaggiatori sperando che leggendole vengano invogliati ad andarci.

Partenza da Milano (via Doha, con Qatar air.) il 3/8 ritorno il 22/8 (sempre via Doha)

Itinerario : Bangkok - Luang Prabang – Luang Nam Tha – Udomxai (tappa forzata) – Nong Khiaw + Muang Ngoi Neua- Luang Prabang – Vang Vieng – Vientiane - Bangkok

Perché il Laos ?

Rispetto ai paesi limitrofi, il Laos offre molti meno siti archeologici ed i templi che abbiamo visitato, x quanto belli, non possono neanche lontanamente essere paragonati a quelli di Cambogia e Myanmar, ma, in compenso le sue migliaia di montagne più o meno alte, le sue risaie ed i suoi numerosissimi fiumi (il Mekong in primis) lo rendono paesaggisticamente imperdibile...Ed inimmaginabile. L’atmosfera di magia, di misticismo di fronte a molti scorci non si può spiegare... sembra sempre di stare in un sogno e vi assicuro che, x quante foto possiate vedere, vivere attorniata da questi paesaggi è ( a mio parere) un’esperienza unica

Filosofia del viaggio

L’espressione coniata dai francesi “ i vietnamiti piantano il riso, i cambogiani lo guardano germogliare ed i laotiani lo ascoltano crescere” esprime perfettamente l’atmosfera di questo sonnacchioso paese e calma è la parola chiave x goderselo appieno. Mi ci voleva questo viaggio x dimenticare completamente la frenesia quotidiana e ritrovarmi molto più “zen” di quanto credessi capace; solo così ho potuto assaporare ogni momento del mio soggiorno ed entrare in momentanea simbiosi con un paese, filosoficamente, così lontano da me...Per la prima volta mi sono ritrovata a non voler correre da un posto all’altro, anzi, mi sono presa molte pause rilassanti, contagiata dalla calma locale ed immersa in paesaggi che, difficilmente, possono lasciarti indifferente, senza sentirmi mai in colpa di non aver riempito la giornata ...C’è chi va in India x trovare se stesso, io ho iniziato a trovarmi in Laos!

Spostamenti su strada

Le strade, nella stagione delle piogge, sono terribili e gli spostamenti eterni (in meno di 4 ore non siamo mai arrivati a destinazione), quindi consiglio, se non ci si sposta in aereo e si hanno pochi giorni, di scegliere o il nord od il sud x evitare di passare tutto il tempo sui mezzi ...Viaggiare su strada è, comunque, piacevole perché gli scenari che attraversi sono fantastici! Su 20gg, ne abbiamo avuti 4 di pioggia ininterrotta, x i restanti solo qualche scroscio sporadico (spesso apprezzato x rinfrescarsi). Il grosso problema sono le strade (le peggiori trovate in Asia) e viaggiare diventa davvero un’avventura...X es. Da Luang Prabang a Luang Nam Tha, con bus locale, abbiamo impiegato 9ore, ma x il tragitto di ritorno (dopo 3gg di pioggia incessante) ce ne sono volute 18 (partenza ore 9, arrivo ore 3 di notte) a causa delle continue frane e relative attese delle ruspe, dei buchi nelle strade (sembrava che ci fossero stati dei bombardamenti) e degli allagamenti (sembra che ad agosto, il Mekong abbia toccato il livello max di capacità d’acqua degli ultimi 100anni e che abbiamo addirittura chiuso x diversi gg la route13 da Vientiane a Pakse!!).

Ci siamo sempre mossi con mezzi pubblici e devo dire che tra il bus locale ( Luang Pranbang-Luang Nam tha) ed il bus Vip (Luang Prabang-Vang Vieng) l’unica differenza è che il biglietto di quest’ultimo è più caro, ma comprende la sosta x il pranzo-buffet in un “autogrill” locale...Oltre al fatto che il bus locale si ferma spesso x caricare passeggeri e viveri (spesso sacchi enormi di verdura/frutta) che vengono stipati nel corridoio centrale e ovunque ci sia posto... X il resto direi che sono uguali.

Fatevi anche l’esperienza sul sawngthaew, tipo tuk-tuk ma a 4ruote (noi lo abbiamo preso da Nong Khiaw a Luang Prabang), oltre a fermarsi ogni volta che vedeva qualcuno sul ciglio della strada ( ad un certo punto eravamo in 24, 9 x cad fila + 6 in terra ), c’era una laotiana che ci faceva fermare ogni volta che vedeva un piccolo mercato e comperava kg e kg (in sacchi giganteschi) di frutta da portare a Luang Prabang...4 ½ ore di viaggio scomodissimo ma divertente!

Siccome prima di partire, x organizzare gli spostamenti, ero alla disperata ricerca degli orari dei bus, di seguito elenco quelli che abbiamo preso. Ho segnato le ore effettive degli spostamenti, sempre maggiori rispetto a quelle previste, a causa degli allagamenti/frane

Luang Prabang – Luang Nam Tha : bus locale partenza ore 9am 9ore (100.000kip)...C’è anche un bus notturno che parte tra le 16.00 e le 17.00

Luang Nam Tha – Pakmong (x andare a Nong Khiaw) : bus locale partenza ore 9am (100.000kip) teoricamente 7ore, in pratica siamo scesi ad Udomxai dopo 9ore

Udomxai-Nong Khiaw : minivan locale partenza ore 9am 4 ½ ore ( 40.000kip)

Luang Prabang – Vang Vieng : Vip bus partenza 8.00 6ore(135.000 stazione)

Vang Vieng – Vientiane : minivan x turisti partenza ore 9.00 4ore ( 85.000) il viaggio più comodo

Spostamenti in barca

In un paese così pieno di fiumi sembra impossibile trovare tante difficoltà x i tragitti in barca, invece..

  • 2935 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social