I colori di Lanzarote

Vulcani e spiagge nere, colate e grotte di lava, geyser, statue di pomici e deserti di ceneri, calette profonde e mare azzurro: tutto ciò che la potenza della natura ha prodotto vive in simbiosi con piscine tropicali, giardini lussureggianti, auditorium ...

  • di Tonyofitaly
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Adoro Lanzarote, la considero l’isola più bella delle Canarie: i suoi panorami, la sua terra nera, il suo cielo azzurro, il clima caldo e lo splendido mare sono per me fonte di continua ammirazione.

Vulcani e spiagge nere, colate e grotte di lava, geyser, statue di pomici e deserti di ceneri, calette profonde e mare azzurro: tutto ciò che la potenza della Natura ha prodotto vive in simbiosi con piscine tropicali, giardini lussureggianti, auditorium futuristici e architetture colorate. Questa è Lanzarote, la più bella delle isole Canarie.

La moltitudine di colori che offre l’isola è opera congiunta della natura e dell’uomo che, grazie a un perfetto connubio tra lava, acqua, cielo, arte e architettura, dona personalità a questa terra, rendendola gradevole e apprezzata per ogni angolo esposto.

Le lave nere terminano nel mare azzurro e danno vita al verde delle alte palme e al rosso dei cespugli di gerani mentre il cielo azzurro incombe sul bianco delle case e sul rosso dei tetti. I fiori di cactus esplodono nel loro giallo, confondendosi col grigio delle strade e col manto chiaro dei poveri cammelli, unici mezzi viventi per le escursioni tra i deserti vulcanici.

Già, i vulcani: perché, a differenza delle altre isole, Lanzarote nelle viscere vive ancora. Al Timanfaya, infatti, ce n’è testimonianza tra improvvisati geyser e forni naturali, mentre le viti nascono e crescono col calore sottostante, rendendo l’isola piena dei colori del vino.

E’ splendida Lanzarote e, seppur la sua anima sia scalfita dalla vita del “divertimentificio” classico di alcuni luoghi di mare, basta uscirne di poco per trovar pace e tranquillità, e le luci dei locali e delle discoteche diventano un altro pot-pourri di colori da aggiungere agli altri.

Chi la visita per la prima volta, difficilmente la dimentica e noterà che, rispetto alle altre isole, la vita è più tranquilla e rilassata: non per questo è molto amata da chi cerca il relax.

Ho visitato l’isola per la prima volta nel 2012 ma, essendo stato un viaggio in solitaria e fatto più per “ricaricare le batterie”, l’avevo visitata poco e male: giusto un giro a Playa Blanca e ad Arrecife, poi totale riposo a Puerto del Carmen e negli immediati dintorni.

Ora, invece, in compagnia, mi sono dedicato alla visita più approfondita, effettuata giusto in un periodo di otto giorni (domenica/domenica).

1° giorno

Partiamo da Milano/Orio nel nebbioso e umido primo pomeriggio e giungiamo (anticipatamente di una ventina di minuti) a Lanzarote accolti da un vento caldo e uno splendido sole. Ritirato il bagaglio da stiva, ci fiondiamo alla CICAR che, nel giro di dieci minuti, ci consegna la chiave della Opel corsa noleggiata direttamente dall’Italia: le auto a noleggio sono posteggiate quasi tutte nel silos di fronte l’uscita, ognuna con un box di riferimento. Imboccata la strada per Puerto del Carmen, nel giro di venti minuti arriviamo agli Apartamentos Las Palmeras, siti nel pieno della cittadina: li ho prenotati tramite Booking e si presentano come piccole unità composte di un salone con angolo cottura (fornito di forno, stoviglie e microonde), un bagno ampio e una camera da letto. Prendiamo possesso della casetta, disfiamo le valige, facciamo una doccia rigenerante e usciamo subito per raggiungere la vicinissima Avenida de las Playas, il lungomare che divide l’agglomerato dalle sue spiagge: sul lato interno è un susseguirsi di locali, ristoranti, bar e negozi di vario genere mentre l’esterno permette l’accesso alle sottostanti spiagge, da raggiungere attraversando piccoli giardini ben curati. Una passeggiata d’orientamento, un giro di rifornimento al vicino supermercato, la cena e la successiva nuova passeggiata tra locali gremiti di turisti stranieri e in piena attività concludono questa giornata

  • 2061 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social