Fast Slovenia!

Breve spedizione di 1 giorno e mezzo in una piccola "Grande Nazione"!!!

  • di tinapina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Io e il mio fidanzato decisamente non siamo normali!!! L'idea della scappatella in Slovenia nasce come alternativa ad un week-end ad Asti in occasione del famoso Palio...Più o meno la stessa cosa..

Sabato 17 Settembre

Passiamo la mattina nell'incerezza del viaggio, amici già partiti per Asti ci avvisano che le condizioni metereologiche non sono delle migliori e le previsioni non preannunciano niente di buono: il Palio forse non verrà corso. Allora che fare? partire o non partire? Assaliti da mille dubbi siamo praticamente ormai decisi a spendere il fine settimana in casa, ma la voglia di scappare dalla routine è troppa e così senza pensarci tanto propongo al mio compagno una nuova meta: Lubiana. Le perplessità durano pochi minuti, alle 14 del pomeriggio ci buttiamo su internet e prenotiamo l'hotel su www.booking.com. Buttiamo in valigia giusto due cose per la notte e carichiamo la macchina. Ora rimaneva solo una cosa da fare.... passare al rinfresco di un battesimo a cui non potevamo mancare. Consapevoli che non avremo fatto cena, ci ingozziamo un pò e alla comodissima ora delle 18.30 partiamo alla volta della Slovenia. Inutile dire che ci hanno preso tutti per pazzi furiosi!!! Prendiamo l'autostrada direzione Trieste, circa 27 euro il pedaggio a tratta e al confine ci fermiamo per comprare l'obbligatoria Vignetta per percorrere le strade slovene (costo 15 euro per 7gg, non esiste possibilità per un numero di giorni inferiore). Avevamo scelto un hotel nei pressi di Lubiana a circa 20km dalla capitale, sapevamo che saremmo arrivati in tarda serata e non volevamo perdere tempo per il traffico della città. La scelta non poteva essere più azzeccata!! Spulciando su booking.com mi ero imbattuta in un hotel all'apparenza di poche pretese, ma con un punteggio altissimo, leggendo le recensioni, tutte più che positive, mi convinco che fa per noi ed è stato proprio così. L'hotel si chiama "Rooms & Apartments Jana" si trova in una tranquillissima località rurale chiamata Cerklje na Gorenjskem, la proprietaria è gentilissima, non parla italiano, ma ha un perfetto inglese. Molto carina, nonostante l'ora (siamo arrivati a mezzanotte), ci ha mostrato la camera e ci ha dato con pazienza tutte le informazioni da noi richieste!!. Le camere sono piccole, ma molto pulite e ben arredate, con tv satellitare e connessione wireless. La sensazione piacevole, la calda accoglienza e l'intimità della camera ci lasciano abbandonare ad un sonno decisamente rigenerante!!! Spesa pernottamento e colazione 22 euro a testa.

Domenica 18 Settembre

Sveglia ore 7.00, in lontananza sentiamo il rintocco delle campane ed un sonoro muggito, apriamo subito la finestra e ci da il buongiorno una ridente cittadina immersa nel verde, un'immagine da cartolina, un posto stupendo e decisamente rilassante. Scendiamo per la colazione. Il buffet è fantastico, c'è di tutto un pò, saremmo restati per ore, ma il tempo stringe e dopo mangiato partiamo alla volta di Lubiana. Arriviamo in centro con estrema facilità intorno alle 9.15, lasciamo l'auto in un parcheggio all'incrocio tra Dalmatinova ul. e Komenskega ul. (gratuito di domenica) e ci incamminiamo verso il centro storico. Data la scarsa disponibilità di tempo seguiamo un itinerario molto turistico passando per le tappe principali della città, Presernov trg, Vodnikov trg e Pegacariev trg con il suo palazzo Vescovile e la basilica di Sv. Nikolaj. Proseguiamo poi per le vie principali Mestni trg zona del bellissimo Municipio, Stari trg e la bellissima, panoramica e RIPIDISSIMA Ulica na Grad che conduce alla meta più ambita: il Castello che sovrasta la capitale. Da qui si apre un panorama mozzafiato, merita la fatica per arrivare fino in cima (poi abbiamo scoperto che esiste anche una funicolare!!). Consiglio di spendere 4 euro per salire sulla torre dell'orologio, è davvero bellissimo quello che si può vedere da lì. Il museo virtuale annesso invece non ci ha entusiasmato più di tanto, ma ci aiuta a ripercorrere la storia di questa meravigliosa città. Riprendiamo poi la strada per la macchina passando lungo il fiume in Haribarjevo nabrezje e Petkovskovo nabezje fino al famoso ponte dei Draghi. Una zona davvero incantevole ed animata, ricca di bar, bancarelle di artigianato e gente che passeggia!! Ripartiamo da Lubiana intorno alle 12.00. Le considerazioni sulla città sono positive, all'apparenza tranquilla, con un bellissimo impatto visivo ed una storia importante, torneremo sicuramente per una visita più approfondita!

L'idea di "rimpatriare" rapidamente non ci piaceva, così decidiamo di fare un giro panoramico in auto per goderci ancora un pò di Slovenia e ci dirigiamo verso il lago di Bled, nota località turistica dal paesaggio affascinante e romantico. Ed effettivamente dopo poco meno di un'ora, raggiungiamo la cittadina ed il panorama è davvero stupendo. L'isolotto con la chiesa, il castello che sovrasta il lago, i monti che lo circondano lasciano davvero senza parole. Una purtroppo molto breve sosta per qualche foto e si riparte. Decisamente strepitoso, Bled è davvero bellissimo, meriterebbe avere più tempo per una escursione intorno al lago e al Castello. Tutto sommato avevamo ancora un pò di tempo a disposizione ed il mio compagno, appassionato di storia, propone di arrivare nella valle del Soca per vedere la storica località di Caporetto. Aiutati dal TomTom per la scelta della strada più veloce. Da Bohinjska Bistrica iniziamo a salire per una ripidissima, strettissima e tortuosissima stradina immersa nel verde incantevole delle Alpi Giulie. I panorami che si possono ammirare sono davvero mozzafiato, credo di non aver mai percorso una strada tanto affascinante. Le curve sono però tantissime e durano per circa 50km, un'infinità per chi come me soffre un pò di mal d'auto, ma giuro che per quel che ho visto lo rifarei....magari munita di un Travelgum!!!!!!!! In seguito abbiamo scoperto che la strada percorsa è una vecchia via di commercio medievale che collegava la regione della Goreniska a quella della Primorska e che tra la prima e la seconda guerra mondiale faceva ancora parte del territorio italiano. Itinerario decisamente interessante dal punto di vista storico e naturalistico, consigliatissimo per chi come noi adora i viaggi on the road!!!!! Alla fine della ripida discesa dal valico si apre uno scenario naturale inimmaginabile, la gola si allarga nella bellissima valle del Soca (Isonzo), il quale scorre pacifico col suo meraviglioso colore verde smeraldo..e non è solo un modo di dire!!! Attraversando la valle ci rendiamo conto delle possibilità che offre, dal rafting, al kayak alle passeggiate e tante altre attività che si possono effettuare in una bella vacanza estiva. La meta, Caporetto!! Una piccola località, che apparentemente non ha nulla di particolare e in cui si respira un'aria tranquilla, quasi impossibile pensare che quasi 100 anni fa questi pendii siano stati sede di una delle più drammatiche battaglie della prima guerra mondiale che vide ahimè la disfatta del Regio Esercito Italiano contro le forze tedesche ed austro-ungariche. Infatti soffermandoci nel particolare ci accorgiamo che gni suo angolo, ogni monumento e tutto intorno ci riporta al tragico avvenimento storico. Purtroppo la strada per arrivare a Caporetto ci ha portato via quasi due ore di tempo e non abbiamo quindi potuto vedere il museo e fare la famosa passeggiata che porta all'Ossario Italiano e costeggia i resti delle vecchie Linee di Difesa. Questo aumenta ulteriormente la voglia di tornare ed approfondire la visita. Ripartiamo comunque soddisfatti verso le 16.30 e in circa 5 ore raggiungiamo casa Sicuramente non sarà un diario ricco di informazioni, ma racconta un'esperienza davvero meravigliosa, sia per come è nata. sia per i luoghi visitati. Ognuno di essi merita più tempo di quello che siamo riusciti a dedicargli, ma prendetelo come spunto per una sosta più lunga. Ancora una volta contenti di ciò che abbiamo visto, siamo pronti a ripartire per scoprire questo meraviglioso piccolo "Grande Paese" che è la Slovenia.

  • 4112 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. tinapina
    , 28/2/2012 17:56
    si ci torneremo sicuramente!!! grazie!!
  2. Cristian Donno
    , 2/10/2011 13:53
    bel racconto! bravi!
    Ritorna a Caporetto a vedere il museo e le linee della grande guerra....!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social