Kythira, la sconosciuta

Viaggio nella meno conosciuta delle isole greche dello Ionio

  • di Aciascunolapropriagrecia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

L’isola greca di Kythira (in italiano anche Citera o Cerigo) è forse tra le meno conosciute, sicuramente la difficoltà nel raggiungerla è uno dei motivi principali della sua scarsa notorietà! Possiede un piccolo aeroporto che però la collega soltanto ad Atene (Aegean Airlines e Olympic Air sono le 2 compagnie che vi arrivano), in alternativa ci si può arrivare in traghetto dalla cittadina di Neapolis – la traversata dura circa un’ora e mezza – o da Kissamos, a Creta, in questo caso sono 4 ore di traversata. Arrivare a Neapolis non è semplicissimo: sia da Patrasso che da Atene si impiegano all’incirca 5 ore di auto e dopo la città di Sparta l’autostrada finisce e si devono fare oltre 100 Km di strada normale. Insomma, sembra di non arrivare mai!

Alla fine però, in un modo o in un altro, si arriva. Vediamo allora cosa ci aspetta una volta sbarcati o atterrati.

Kythira è un’isola di circa 270 Km2 – un po’ più grande dell’isola d’Elba – abitata da circa 3500 persone che si occupano per lo più di apicoltura ed agricoltura. Il turismo è ancora poco sviluppato, non ci sono hotel di lusso, si trovano però piccoli alberghi e diversi studio da affittare, dislocati un pò in tutta l’isola. Il capoluogo è Potamos, che si trova nella parte Nord, nell’interno, ed è lì che vive la maggior parte degli abitanti dell’isola.

Tra un centro abitato e l’altro… non c’è niente: i paesaggi sono davvero brulli, la terra è arida, ricoperta da vegetazione bassa per la quasi totalità, unica eccezione gli oliveti, sparsi un po’ per tutta l’isola, e le piante di eucalipto che si trovano nella zona Nord. Le strade sono generalmente buone, anche se per lo più prive di guard rail e spesso molto tortuose e ripide, per alcune spiagge la strada inizialmente è asfaltata ma poi diventa sterrata nell’ultima parte… per andare a Melidoni, una spiaggia nella parte Sud Ovest, ad un certo punto volevo tornare indietro perché temevo che poi non ce l’avremmo fatta a rifare la strada in salita al ritorno!

Vediamo ora nel dettaglio, e in senso orario, alcune delle località principali dell’isola:

Diakofti, se deciderete di arrivare via mare è qui che sbarcherete, un piccolo villaggio con un mini market e poche case, la sua attrazione principale è decisamente la favolosa spiaggia bianca che degrada dolcemente in un mare cristallino dai colori caraibici. La spiaggia è in parte attrezzata con lettini ed ombrelloni e c’è un locale che vi offre questo servizio gratis in cambio di una consumazione!

Avlemonas: poco a Sud di Diakofti, più che una spiaggia quella di Avlemonas è una piscina incastonata tra le rocce, ideale per tuffarsi e per farvi nuotare i bambini mentre i grandi sostano in una delle tante taverne del lungomare!

IL MARE A DIAKOFTI

Kapsali è il paese dove abbiamo alloggiato noi, si trova nella parte Sud dell’isola ed è l’ideale in caso di vento da Nord (in genere il vento qui soffia da Nord o da Nord Est), inoltre è molto vicino alla Chora (2 Kilometri) e al paese di Livadi (6 Kilometri) che è uno dei centri più grandi dell’isola, vi si trovano anche un distributore di benzina, il fornaio, Euronics, diversi negozi e ristoranti anche non turistici. Kapsali invece è un paese turistico, in inverno non ci abita nessuno, si snoda attorno ad una doppia baia e lungo il suo bel lungomare ci sono tanti ristoranti, locali e gelaterie. Ci sono anche 2 minimarket. La spiaggia di Kapsali non è certo la più bella dell’isola, di sabbia scura nella parte centrale, di ciottoli lateralmente, è comunque un ottimo posto per rilassarsi ed il mare è -come sempre-meraviglioso! A Kapsali troverete molti studios da poter affittare e proprio qui si trova l’unico campeggio dell’isola. Noi abbiamo alloggiato a Villa Vasili, stupenda, sul mare, al costo di 70 € al giorno comprese pulizie giornaliere e cambio biancheria ogni 3 giorni. La signora Vasili, oltre a questa bella casa con 4 posti letto, una piccola cucina ed una favolosa veranda sul mare, ha anche altri studio di varie dimensioni, questo è il link se volete contattarla: http://kithira.biz

Mylopotamos è un piccolo villaggio nel centro dell’isola, famoso principalmente perché da qui parte la passeggiata per le famose cascate Fonissa… purtroppo queste belle cascate ed il relativo fiume si sono seccate qualche anno fa! A Mylopotamos bisogna andarci in quanto si trova il miglior ristorante dell’isola: Platanos! Inoltre da qui si deve passare per recarsi nelle belle spiagge di Limnionas e di Kalami

  • 12654 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social