Koh Samui: la perla del Mar Cinese

Un viaggio alla scoperta di una incantevole isola della Thailandia, il cui nome è Koh Samui.

  • di Luanella
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

KOH SAMUI

LA PERLA DEL MAR CINESE

THAILANDIA: ALLA SCOPERTA DELLA TERRA DEL SORRISO

(02/08/2012 – 18/08/2012)

PROLOGO

Ciao a tutti!!

Siamo Luana e Dario, due fidanzati e presto sposi, che dopo le avventurose vacanze fatte in moto in Grecia (la prima volta a Eubea e la seconda a Creta), hanno deciso di intraprendere questo viaggio verso il continente asiatico e, in particolare, su una piccola isola della Thailandia, il cui nome è: KOH SAMUI.

Non sappiamo esattamente cosa aspettarci da questo viaggio…Anche questa volta, infatti, abbiamo organizzato tutto tramite internet…pernotto con colazione, aereo, parcheggio. In agenzia ci avevano proposto un preventivo esorbitante, che tra l’altro escludeva sia il parcheggio che l’adeguamento carburante, cosa che invece siamo riusciti a prenotare sul web, a prezzi davvero convenienti…quasi la metà rispetto a ciò che ci avevano proposto in agenzia!!

Alcuni mesi prima della partenza ci siamo documentati su internet (cosa che facciamo spesso quando partiamo per una vacanza), per avere un’idea di cosa offre la Thailandia, ed in particolare, Koh Samui, dal punto di vista sia naturalistico che culturale. Amiamo il mare, il sole, la natura, ma ci piace alternare i momenti di relax sotto l’ombrellone, ad altri momenti in cui ci dedichiamo alle escursioni e a visite culturali.

La macchina fotografica e la videocamera sono ormai diventate il prolungamento delle nostre braccia tanto che in questa vacanza abbiamo raggiunto il record di fotografie e di ore di video, per un totale di 2353 scatti, e circa 7 ore di filmato, in due settimane!!

Viaggiare è una passione che ci accomuna e che ci arricchisce sempre.

Attraverso questo diario, il nostro intento è quello di trasmettere a voi lettori le emozioni che abbiamo vissuto in questa grande esperienza e di informare e consigliare i viaggiatori nonché i futuri visitatori della cosiddetta “Terra del sorriso”.

Pronti, attenti, via!! …e…Buon viaggio!!

02 agosto 2012

Finalmente il giorno tanto atteso è arrivato! Le valigie sono pronte…speriamo! A giudicare dal loro peso si direbbe di sì!

Partiamo da Lavis (TN) alle ore 4.45 minuti, emozionati ed entusiasti come non mai. Inutile dire che mentre Dario guida, io ho già la videocamera in mano!

Verso le 6.30 facciamo una sosta all’autogrill di Brescia per rifocillarci con il classico cappuccino e brioches.

Dopo circa 3 ore di viaggio arriviamo al parcheggio “Park to fly” a 5 minuti dall’aereoporto-Terminal 1 di Milano Malpensa.

Avendo fatto il ceck-in on line, iniziamo subito le operazioni di imbarco per liberarci delle valigie.

Sorvoliamo sul fatto che al momento di attraversare il metal detector, non ci siamo neanche preoccupati di riporre cellulare, portafoglio e quant’altro potesse far scattare l’allarme, nell’apposita vaschetta da collocare poi sul nastro trasportatore…

Ci dirigiamo ora verso il gate n.9 per l’imbarco vero e proprio, attraversando il grande aeroporto milanese.

Inganniamo l’attesa leggendo qualche rivista, scattando fotografie e anche facendo un breve video per riprendere la pista. Ci accorgiamo così che siamo gli unici a riprendere e fotografare e ce ne chiediamo il motivo. Le opzioni sono due: o siamo solo noi i “videocamera dipendenti”, oppure è vietato filmare all’interno dell’aeroporto! Visto che divieti non ce ne sono e nessuno fa caso a noi, ne approfittiamo, magari rischiando pure di beccarci una bella multa…

…a proposito di multa…ci auguriamo di non dover pagare la sovrattassa per aver superato il peso massimo consentito di valigie! Fino a Bangkok voleremo con la compagnia aerea Emirates, la quale permette di viaggiare con ben 30 kg di valigia a testa, e 7 kg di bagaglio a mano. Il problema semmai si potrebbe presentare con la Bangkok Airways che ne concede “solamente” 20 e 5 kg di bagaglio a mano! Dopo due vacanze fatte in moto (con destinazione Grecia), per le quali abbiamo dovuto limitare il più possibile il bagaglio, questa volta viaggiando in aereo ne abbiamo approfittato per portarci di tutto e anche di più! Quando le abbiamo pesate a casa prima di partire, le valigie pesavano 19 e 18 kg, in aeroporto però, raggiungiamo il peso complessivo di 41,4 kg! L’impiegata non sa dirci a quanto ammonta l’eventuale sovrattassa per la Bangkok Airways, ma ci spiega che comunque al ritorno le valigie sarebbero state pesate nuovamente e in caso avremmo potuto infilare qualcosa nel bagaglio a mano

  • 90768 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. theliz
    , 31/7/2013 12:36
    mi chiedevo .......a cosa servono certi racconti di un certo tipo... dove viene dettagliata anche la mosca che si posa sulla mano .....ma non vengono evideziati ad esempio i nomi dei ristoranti in cui ci si è trovati bene e/o i costi (tipo quel ristorante australiano)

    scusate "la critica" ...leggo molti racconti su turisti x caso e ovviamente ognuno è libero di farlo nel modo che preferisce .... magari x il prossimo qualche indicazione in piu' sarebbe gradita !!:)
  2. tillina85
    , 16/7/2013 20:42
    Ciao, scusami se ti disturbo. Ad agosto io e il mio fidanzato andremo in thailandia. Sull'isola di koh samui vorremmo prendere un motorino a nolo. Per il rilascio della patente internazionale mi hanno chiesto:

    Attestazione del versamento di € 14,62 sul c/c 4028 Attestazione del versamento di € 9.00 sul c/c 9001 Marca da bollo da € 14,62 volevo chiederti se anche tu avevi fatto la patente internazionale o eri andata con la classica patente eruropea. Grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social