Alle falde del Kilimanjaro

15/05/06 Eccoci finalmente sull’aereo che da Milano ci porta ad Amsterdam e da lì, poi, nella capitale del mio sogno: Nairobi. Dopo tanta fatica siamo riusciti a realizzare il sogno di fare un safari in Kenya, nella terra dei Maasai ...

  • di Liola
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

15/05/06 Eccoci finalmente sull’aereo che da Milano ci porta ad Amsterdam e da lì, poi, nella capitale del mio sogno: Nairobi.

Dopo tanta fatica siamo riusciti a realizzare il sogno di fare un safari in Kenya, nella terra dei Maasai vivendo in completa armonia con la natura.

Meta del nostro viaggio: Campi ya Kanzi alle falde del Kilimanjaro. WOW! Saremo x una settimana sperduti nella savana in compagnia di simba and friends. Senza tv, senza traffico, senza telefono... CHE FAVOLA.

Ma come ogni viaggio che si rispetti, stavamo dimenticando qualcosa a casa: i biglietti d’aereo!Per fortuna che eravamo ancora vicini, ma... aiuto...Presi dal panico non li troviamo... E allora..Idea... ristampiamoli (la comodità e il risparmio economico di aver prenotato direttamente sul sito KLM),e poi abbiamo sbagliato svincolo in autostrada arrivando,così,”x il rotto della cuffia”.

16/05 Siamo arrivati a Nairobi,e,dopo aver speso i primi $100 x il visto,troviamo James,un kikuiu,l’autista che ci accompagnerà all’ennesimo aereo in poche ore.

Pensando al Kenya, la prima cosa è pace,tranquillità e ambiente selvaggio,invece... 10minuti di strada sono diventati ben più di 30 bloccati nel traffico con auto,moto e kenioti a piedi che sbucano da tutte le parti e cercano di passare prima di te. Meraviglia,nessuno suona il clacson! Siamo arrivati,altro chek-in e il nostro cessna non si vede.

Prendo una xamamina,non perché patisco, non ho mai preso un aereo così piccolo, ma per prevenire.

Consiglio, se la giornata è nuvolosa c’è minor rischio di ballare e quindi di soffrire di mal d’aria, perché ci sono meno correnti (me lo ha spiegato Roy il pilota del cessna).

Finalmente sbuca tra gli altri e...Oddio...Dobbiamo proprio salire su quel microbo di aereo? Continua la disavventura perché i bagagli non entrano nella ridottissima stiva..Così schiaccia di qua,spingi di là entrano, e al ns arrivo constato che,se non avessi stirato camicie e company, non sarebbe cambiato nulla. Altro consiglio, normalmente in questi campi ci sono le lavanderie (la ns era gratuita) quindi non portate la succursale di casa, come ho fatto io!! Il volo è stato quasi tutto tra le nuvole,senza vedere nulla, ma ad un tratto in tutta la sua maestosità, eccolo..Il Kilimanjaro. Che bello.

Poco prima dell’atterraggio,avvistiamo le ns prime giraffe e,dopo esser saliti sulla jeep di L. (il proprietario di Campi ya Kanzi),abbiamo il nostro battesimo “safariano”;vediamo da vicino una famiglia di 7giraffe,un gruppo di kongoni,degli impala e 2uccelli segretari.Sono già affascinata da questo posto.

Arriviamo stremati al campo e stringiamo la mano ai maasai che lavorano con L. E A.

Questo campo è in una riserva maasai, e,questa coppia di italiani,fa ecoturismo,cercando di preservare le loro tradizioni,i loro usi e li aiuta anche nell’istruzione. A questo scopo hanno creato una fondazione,una scuola,un dispensario medico e posti di lavoro.

Tutto qui è arredato in stile coloniale e x quanto possibile nel rispetto della natura.Dalla nostra tenda si gode di una vista mozzafiato, non x nulla il suo nome è Kilimanjaro room! Ogni giorno decidiamo il programma, e x oggi pom.,giusto x fare qualcosa di leggero dopo tutte quelle ore di volo,optiamo x una camminata sulle colline Chiulu con aperitivo al tramonto e ritorno in jeep.Spettacolo.

P.,il ns tracciatore, ci mostra delle piante medicinali,l’ebano, le acacie,che qui sono ovunque,e dopo circa 5km,guardiamo 2babbuini che si rincorrono,sorseggiamo vino bianco e ci riempiamo gli occhi con il fantastico tramonto africano,che mi ha già rapito il cuore

  • 1172 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social