Kenya: istruzioni per l'uso

WATAMU - LAMU - SAFARI Sono diversi anni che trascorriamo le nostre vacanze in Kenya, come succede a molti ci siamo innamorati delle bianchissime spiagge di Watamu e siamo rimasti affascinati dalla natura e dai paesaggi di questo paese. Così ...

  • di Twiga'77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

WATAMU - LAMU - SAFARI Sono diversi anni che trascorriamo le nostre vacanze in Kenya, come succede a molti ci siamo innamorati delle bianchissime spiagge di Watamu e siamo rimasti affascinati dalla natura e dai paesaggi di questo paese. Così anche quest'anno, abbiamo deciso di tornare per ben tre settimane. Tuttavia, fin da subito, l'impatto con i luoghi e con la gente è stato diverso rispetto alle volte precedenti. Per chi conosce già questi posti, sa quali sensazioni rimangono una volta rientrati in Italia... Se ne avverte una grandissima nostalgia... Questa volta per noi è stato diverso, siamo quasi venuti via "disgustati" e stanchi! Abbiamo cambiato molto il nostro punto di vista relativamente alla gente del posto, purtroppo... Partiamo dal presupposto che noi turisti siamo per loro comunque delle "Banche ambulanti", anche se ti vesti in modo semplicissimo e non sfoggi alcun tipo di ricchezza... È il colore della pelle che ci rende tali ai loro occhi... Non si è liberi di stare distesi in spiaggia, senza venire costantemente avvicinati da qualcuno che ti proponga qualsiasi genere di affare, dal safari, alle varie escursioni, all'acquisto di oggetti o frutta... E questo è normale e comprensibile, dato che molti vivono solo di questo... Ma quello che abbiamo notato, ed è anche la cosa un pò più allarmante e fastidiosa, è che è aumentato notevolmente il numero di persone che ti si avvicinano semplicemente "pretendendo" soldi... Dico "pretendendo" perchè quando ci si rifiuta di dargliene, tanti di loro reagiscono quasi aggressivamente, cosa che gli anni passati non avevo notato, almeno non in modo così frequente. Altra cosa che ci è dispiaciuto tantissimo, è osservare come sia cresciuto il numero di bambini che trascorrono l'intera giornata sulle spiagge, a caccia di turisti. Sono i genitori stessi che non li mandano a scuola, (cosa che ci è stata confermata da un amico del posto). Ciò avviene infatti nella speranza che i figli riescano a tornare a casa la sera con un pò di soldi. Tutti avranno delle ottime ragioni per chiedervi denaro: tra i bambini la scusa più frequente è quella che i genitori appunto non hanno soldi per mandarli a scuola e credetemi, se volete aiutarli andate con loro a comprare quaderni e penne, piuttosto che dargli in mano degli scellini che utilizzeranno a tutt'altro scopo... Tra gli adulti invece una scusa molto di moda, è quella di chiedervi soldi per dare da mangiare ai loro figli.

Insomma... Difficile restare indfferenti di fronte a certe realtà e sicuramente non lo siamo stati, visto che abbiamo portato anche aiuti alimentari e materiale scolastico in un paese dell'interno, dove davvero sono bisognosi di acqua, cibo e tutto il resto... Ma la gente sulla costa se ne approfitta molto... Noi Mzungu siamo davvero i polli da spennare.

Nonostante queste considerazioni, le due settimane trascorse al mare a Watamu sono state piacevoli. Il posto è davvero bello, come già testimoniano decine di racconti di viaggio prima del mio.

Noi siamo stati in una casa privata per i primi 8gg, una certa "Ghicy" villa, la cua proprietaria è un'italiana, Elena, piuttosto scontrosa che con il suo modo di fare sempre provocatorio potrebbe facilmente rovinare qualche momento delle vostre rilassate giornate. Inoltre nella casa che affitta, solo due delle camere sono carine e piacevoli, le altre non meritano assolutamente la cifra che chiede, seppur bassa rispetto ai prezzi cui siamo abituati in Italia.

Ci sono molte altre possibilità di alloggi, tantissime case di italiani che affittano a dei prezzi ancora migliori

  • 335 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social