Kenya: Masai Mara e Watamu

Viaggio organizzato fai da te: safari e mare

  • di giobest
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ho visto cieli azzurri tersi e nubi scure senz'acqua

Ho visto terre sconfinate e animali senza padrone

Ho visto bimbi vestiti a festa e piedini senza scarpe

Ho visto bocche sdentate di vecchie venditrici lungo sabbia di borotalco

Ho visto sorrisi inquietanti e cupi occhi profondi

Ho visto l'Africa ….(?)

26/12/2014

Il nostro viaggio inizia con l'arrivo all'aeroporto internazionale di Nairobi dopo lo scalo nello scintillante e pieno di luci super affollato Ataturk di Istanbul. E' sempre bello volare con la Turkish airlines.Il contrasto è subito evidente . Fila al controllo passaporti, foto e presa delle impronte e pagamento del visto € 40.

Sono le 3,40 del mattino. Anche il volo dell'egypt air con cui arrivano le nostre amiche Pia e Lorenza , aggregatesi solo in un secondo momento al viaggio e quando ormai non era più possibile acquistare i voli con la compagnia turca, è puntuale. I loro controlli sono solo più lunghi dal momento che la compagnia scelta ha voli anche nei paesi a rischio ebola...I bagagli sono già sul nastro quando ci ritroviamo tutti e 4... rendez vous all'aeroporto di Nairobi...facile, no? All'uscita troviamo ad aspettarci il driver mandato dall'agenzia www.safari kenya.com con la quale avevo da tempo preso accordi. L'autista si rivela subito gentilissimo e ci accompagna ad acquistare la scheda telefonica kenyota al negozietto dell'aeroporto che apre in quel momento. La scheda costa 2 € + 5 di ricarica. E' possibile avere anche quella con collegamento internet e mi sembra costi sui 12 €. Ci affidiamo a lui anche per il cambio di 100 € in scellini dal momento che la banca è ancora chiusa

Il van che che ci accompagnerà nel prossimi giorni non è nuovissimo, ma si rivelerà più che affidabile. La prima tappa la facciamo ad un bar per la colazione ( la peggiore in assoluto che faremo in tutto il viaggio!) spendendo l'equivalente di 14 € per 5 mega brioches caffè lungo imbevibile succo di frutta e una bottiglia di acqua. Incomincia ad albeggiare e noi siamo già in viaggio . Essere in quattro mi ha permesso di concordare un tour solo per noi con un spesa non troppo elevata e senza dover dipendere da altre persone sconosciute.

Facciamo la prima tappa per osservare il panorama della Rift Valley che si estende sotto di noi. Raggiungiamo l'ingresso di Hell's Gate dove ci attende il nostro primo incontro con animali liberi . All'interno del parco si possono anche noleggiare biciclette , ma noi decidiamo di fare alcuni tratti a piedi . Bella la discesa al canyon che in questo periodo si può compiere perchè l'acqua non è alta. Il percorso ad anello porta via circa 40 minuti .Da non troppo lontano si sente il geyser brontolare in lontananza...

Nel primo pomeriggio l'agenzia ha organizzato per noi il classico giro in barca sul lago Naivasha alla scoperta di ippopotami e fauna locale. Il giro è carino, ma niente di speciale . L'hotel per la prima notte è il Naivasha Panorama Park non molto distante da qui. Scelto da me tramite booking.com perchè ho preferito potere passare la prima notte in un comodo letto . In effetti una doccia calda, una buona cena a buffet e un bel sonno ristoratore ci tolgono di dosso la stanchezza del viaggio.

27/12/2014

Alle 8, dopo la colazione a buffet partiamo per il Masai Mara. La strada passa da Narok grande cittadina e anche sede del Nissi Orphanage, l'orfanotrofio che dobbiamo visitare e a cui è destinato metà del mio bagaglio. L'accoglienza dei bimbi è calorosa ; credo come sempre quando qualcuno si ferma...vivono in condizioni per noi impensabili..

  • 17489 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social