Karpathos, piccolo gioiello dell'Egeo

Spiagge paradisiache, mare turchese, buona cucina e relax sono solo un assaggio di ciò che quest’isola, assolutamente da non perdere, può offrire

  • di Flazzina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

VOLI

A gennaio 2018 Francesco ha scelto come meta per la nostra vacanza di giugno Karpathos. Abbiamo inizialmente cercato voli diretti, ma sia da Milano sia da Verona i costi erano troppo elevati. Pertanto abbiamo deciso di acquistare il volo da Bergamo per Atene con Ryanair che abbiamo pagato 272,12 euro in due comprensivo di un bagaglio da stiva da 20 kg e successivamente abbiamo prenotato i singoli voli da Atene per Karpathos. Per l’andata abbiamo acquistato il volo della Olympic Air ad 81,88 euro per due persone e per il ritorno quello della Sky Express a 146,92 euro per due persone. A conti fatti la spesa per il volo non è stata comunque particolarmente conveniente, ma questo aiuta ad evitare che Karpathos si trasformi in una di quelle mete del turismo di massa poco educato che tende a rovinare paradisi della natura come quest'isola.

ALLOGGIO

Abbiamo deciso di alloggiare a Pigadia: il centro principale di Karpathos. In particolare abbiamo scelto White House Studios ovvero appartamenti con camera da letto, bagno e piccola zona cucina. È stata un'ottima scelta, in quanto si è rivelato un posto strategico per il raggiungimento di qualsiasi zona dell'isola: infatti non è troppo lontano dall'aeroporto (circa una ventina di minuti) ed è il centro “più vivo” per fare una passeggiata dopo cena tra vari negozi di souvenir e localini per un drink. Durante la nostra settimana di permanenza a Karpathos abbiamo però visitato anche altri centri dove poter affittare uno studio o alloggiare in una pensione che sono più tranquilli ed isolati rispetto a Pigadia. In particolare, mi riferisco a Finiki, un piccolo centro di pescatori, a Lefkos e a Arkasa. Ci tengo a sottolineare che chi è alla ricerca del totale relax potrebbe scegliere di soggiornare in uno degli appartamenti o pensioni presenti nei pressi della spiaggia Kira Panagia; nello specifico ci ha colpito la pensione Akropolis a strapiombo sulla spiaggia e con i terrazzi delle camere con un'ottima vista sul mare. Per quanto riguarda infine la nostra breve permanenza ad Atene abbiamo scelto l’appartamento Artemida in quanto molto vicino all'aeroporto internazionale di Atene e con €60 a notte offre lo shuttle bus gratuito da e verso l'aeroporto 24 ore su 24.

AUTO

Per l'intera settimana abbiamo noleggiato una Panda tramite “AUTO Simon” per €180 casco compresa e zero franchigia. Raccomandiamo questa compagnia perché è una delle più economiche, ma soprattutto per la cortesia del proprietario che è venuto ad accoglierci direttamente all'aeroporto alle 6 del mattino quando siamo atterrati (molti autonoleggi a Karpathos aprono alle 8) e ci ha fatto strada fino al nostro appartamento a Pigadia.

PASTI

Pranzo: durante questa vacanza abbiamo preferito pranzare prevalentemente in spiaggia con frutta o piccoli snack per poterci godere appieno tutta la giornata. In tre occasioni abbiamo deciso di pranzare presso le taverne nei pressi delle spiagge. Il primo giorno per esempio abbiamo pranzato alla taverna Calypso ad Amoopy. Abbiamo speso €38 in due prendendo due piatti di pesce, non male ma nemmeno eccezionale. Il secondo giorno abbiamo pranzato presso la taverna Apella, l'unica presente nei pressi della spiaggia. Anche qui i prezzi erano abbastanza contenuti in considerazione del fatto che era l'unica taverna presente vicino alla spiaggia anche se tutto sommato anche in questa occasione non è stato nulla di eccezionale. Infine l'ultimo giorno abbiamo pranzato presso la pensione Akropolis che si trova a strapiombo sulla spiaggia di Kira Panagia. Oltre alla posizione suggestiva a strapiombo sul mare abbiamo goduto di ottimi piatti della tradizione greca a prezzi contenuti. La consigliamo assolutamente.

Cena: nonostante alloggiassimo in un appartamento abbiamo sempre preferito uscire a cena sia per i modici prezzi sia per la disponibilità e la cortesia che ogni ristoratore di Karpathos ci ha offerto. A Pigadia o nei piccoli centri dell’isola c'è l'imbarazzo della scelta tra taverne e localini dove si può assaggiare la cucina tipica di Karpathos e della Grecia. Noi a Pigadia siamo stati all’Ellinikon e al Sofia's Place, a Finiki, piccolo centro di pescatori, abbiamo cenato da Dimitrios Fisherman dove abbiamo mangiato una buonissima grigliata di pesce, ad Olympos abbiamo scelto il Blue Garden dove oltre ad aver assaggiato i piatti tipici della casa ed aver cenato con una bellissima vista sul tramonto abbiamo trascorso la serata col titolare che ci ha mostrato le immagini di Karpathos negli anni 70-80 quando ancora non era una meta turistica. L'ultima sera abbiamo cenato alla taverna nei pressi della spiaggia Angios Theodoros che nonostante offrisse una limitata varietà di piatti è stata un'ottima scelta in termini di rapporto qualità prezzo

  • 9603 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social