Karpathos, isola da amare

Un'isola con spiagge indimenticabili, ideale per coppie e famiglie che amano il mare

  • di Gabry1962
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Io e mio marito abbiamo prenotato solamente quindici giorni prima questo viaggio: una settimana a Karpathos con volo Neos e partenza da Milano Mpx. Pernottamento e prima colazione presso l'hotel Amoopy Bay, 1600,00 euro tutto compreso.

23 giugno

Partiamo da casa alle 2.00 di notte per raggiungere Malpensa, in quanto il volo è previsto per le 6,00 della mattina. Arriviamo puntualmente sull'isola di Karpathos alle 9.30 locali. Raggiungiamo l'hotel e, poiché molto stanchi decidiamo di rimanere ad Amoopy. Ad Amoopy ci sono tre spiagge: quella centrale, la più grande, molto bella con fondale sabbioso; quella sul lato destro divisa da un piccolo promontorio con una tipica chiesetta greca da cui si hanno delle belle vedute delle due spiagge, altrettanto bella ma più piccolina e ghiaiosa; inoltre a sinistra della spiaggia principale ce n’è una terza che però visiteremo solo l'ultimo giorno. Dopo aver pranzato alla Beach Taverna (mediocre), pagando in due circa 30,00 euro per 1 insalata, zucchine fritte, saganaki (formaggio fuso) e frutta, passiamo il resto della giornata in spiaggia (due lettini + ombrellone 7,00 euro, prezzo che pagheremo anche in tutte le altre spiagge dove stazioneremo durante la settimana). Prima di rientrare in hotel ci facciamo fare un paio di preventivi da qualche rent a car di Amoopy e noleggiamo un auto per 5 giorni al prezzo (migliore) di euro 140,00 euro. Cena al ristorante Esperida che raggiungiamo a piedi: un antipasto misto che vale per due, due (pollo con senape e limone e frittura di pesce, dolce offerto dalla casa e bevande, il tutto per 38,00 euro. Ottimo, forse il migliore di tutta la vacanza, lo consigliamo sicuramente.

24 giugno (APELLA-KYRA PANAGIA E PIGADIA)

La meta di oggi è la spiaggia di Apella. Arrivando, un paio di km prima di svoltare a destra e prendere la ripida discesa che porta alla spiaggia, ci fermiamo lungo la strada per scattare alcune foto. Da qui si può godere di una veduta magnifica sulla spiaggia e i colori stupendi del mare. Decidiamo perciò di fermarci tutta la giornata, l'acqua è stupenda. Sicuramente una delle spiagge più belle dell’isola. Pranzo alla taverna che si trova sopra la spiaggia: verdure al forno e piatto misto della casa, tutto buono e con personale molto gentile (27 euro). Rientrando ci fermiamo a Kyra Panagia, ma arriviamo che è già quasi completamente all’ombra, così decidiamo di ritornaci un altro giorno. Per la cena andiamo nella vicina Pigadia, capoluogo e centro principale dell’isola. Ceniamo al ristorante da Sophie Place, sul lungomare. Mangiato bene, un ottimo saganaki flambè, dolce anche qui offerto, 39,00 euro. Consigliato. Per digerire giro per i negozietti della via centrale.

25 giugno (LEFKOS)

Giornata senza vento, quindi approfittiamo per visitare le spiagge sul lato occidentale (più ventose). Passiamo da Menetes e raggiungiamo la costa risalendola fino Lefkos. Qui ci sono tre baie: la prima, sabbiosa, è solitamente quella con l’acqua più calma e fondale basso, è attrezzata e alle spalle ha molti ristorantini; anche la seconda è abbastanza riparata ma molto più selvaggia; la terza invece ha mare mosso ed è molto ventosa. Noi ci fermiamo nella prima, secondo noi la più carina. Snack al Bleu Restaurant. Cena ad Amoopi presso il ristorante Calipso: 2 antipasti, 2 ottime orate e dolce per 52,00 euro. Buono, ma servizio lento e deludente.

26 giugno (DIAKOFITIS-MICHALIOU KIPOS – AG.THEODOROS - DAMATRIA-CRISTOU PIGADI)

Destinazione di oggi sono le spiagge del sud dell'isola. Prima sosta Diakofitis, situata sulla punta sud-ovest, proprio dietro all’aeroporto. Si raggiunge percorrendo una strada sterrata, ma praticabile. Qui troviamo due spiagge: una attrezzata, ma meno bella, l’altra selvaggia, bellissima, con acque dai colori caraibici, sicuramente tra le migliori dell’isola. Alle spalle di quest’ultima stavano costruendo una taverna, ma al momento della nostra visita c'era solamente un furgone che vendeva panini e bibite. Da lì proseguiamo per Michaliou Kipos, una spiaggetta in mezzo alle rocce incastonate da tantissime conchiglie fossili. Piccola ma suggestiva, non attrezzata. Costeggiamo poi tutta la costa sud e giungiamo ad Ag

  • 6482 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social