Mettere all'asta le spiagge cambierà tutto?
Patrizio nell'editoriale della settimana propone un argomento di dibattito piuttosto discusso ultimamente: dal 2020 le spiagge italiane in concessione demaniale potrebbero passare dagli attuali proprietari che si tramandano di generazione in generazione a un'asta al miglior offerente. Cosa ne pensa il "bagnante per caso" medio? Daremo addio alla tipica gestione famigliare dei bagni sulle nostre coste? I pro e contro di questa piccola grande rivoluzione all'orizzonte.

Altri video di Turisti Per Caso.it

Italia: altri video

Guarda tutti i video
Commenti
  1. stinger
    , 16/4/2016 19:22
    Le spiagge dovrebbero essere tutte libere.
    Con la scusa degli stabilimenti balneari si sono costruite cose obbrobriose sulle spiagge che spesso in inverno diventano cataste di oggetti ricoperti in modo di fortuna. A volte impediscono pure la vista mare dalle passeggiate.
  2. Mileno Spinadin
    , 15/4/2016 16:32
    Non trovo giusto che tutto debba diventare dominio assoluto di pochi,occorre anche la possibilità che il cittadino abbia ad usufruire di spazi destinati all'uso di tutti. In altri stati non vi è dominio assoluto di pochi. Vedi Grecia,dove vi sono si alcune spiagge private di alberghi e anche piccole spiagge di privati su piccolissime baie,ma la maggior parte sono di libero accesso a tutti. Il monopolio è la peggior cosa che possa esistere.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social